Ultimo aggiornamento: 28.05.20

 

L’intelligenza di Fido, per essere sempre al top, va continuamente stimolata con giochi interattivi e divertenti. Ecco come costruirne qualcuno.

 

Interagire con Fido è molto importante e stimolare la sua intelligenza con degli ottimi giochi per cani, non può fare altro che giovare alle sue capacità cognitive e intuitive. Avete mai pensato di creare dei giochini fatti apposta per contribuire allo sviluppo intellettivo del vostro amico a quattro zampe? 

È bene sapere che esistono delle attività ludiche mirate al miglioramento cognitivo dei cani, conosciute anche come “giochi di attivazione mentale”.

 

Il cervello di Fido

I cani sono dotati di grandi capacità intuitive e ricettive, che ci consentono di comunicare con loro in maniera rapida ed efficace. Questo è uno dei tanti aspetti che ci fa amare così tanto i nostri amici a quattro zampe, ma non è finita qui. Il cervello di Fido può essere stimolato e allenato al fine di migliorare sempre di più le sue abilità intellettive.

Lo scopo dei giochi di attivazione mentale è proprio questo, sviluppare la concentrazione e le capacità interattive dell’animale, senza forzarlo e senza privarlo del divertimento.

I giochi di attivazione mentale (o intelligenti)

In commercio esiste una vasta gamma di giochi intelligenti per Fido e non c’è che l’imbarazzo della scelta. È possibile reperirli online, in alcuni centri commerciali oppure nei negozi specializzati per animali. C’è da dire però, che trattandosi di “beni di lusso”, il costo di questi prodotti solitamente è abbastanza alto. 

A ogni modo non c’è da preoccuparsi, perché se siete dotati di buona manualità, potreste costruire voi stessi dei giochi interattivi per Fido, utilizzando dei semplici materiali di recupero.

Prima di scoprire come realizzare dei giochi di attivazione mentale, vediamo meglio nel dettaglio a che cosa servono e quali capacità canine sono in grado di sviluppare. Innanzitutto si tratta di giochi che stimolano il cane a trovare autonomamente una soluzione logica a un problema da risolvere, al fine di ottenere un gustoso premio; per fare un esempio, il biscottino o lo snack possono essere occultati all’interno del gioco stesso.

In tal modo, Fido riesce ad acquisire più fiducia in sé stesso e a prendere confidenza con l’ambiente che lo circonda. Un’altra capacità che viene sviluppata utilizzando un gioco di attivazione mentale è l’autocontrollo. Alcuni giochi possono contenere un “tranello” che richiede attenzione e ingegno per essere aggirato. 

Come abbiamo visto prima, anche in questa situazione, a soluzione trovata, Fido riceverà una ricompensa. Questo tipo di gioco è molto utile per i cani vivaci e iperattivi, che hanno difficoltà a controllare le loro emozioni; in pratica, se non mantengono la calma e non risolvono l’enigma, non otterranno nessuno snack.

I giochi di attivazione mentale offrono un ottimo supporto anche per combattere la noia e lo stress. I cani infatti, se lasciati soli a casa, soffrono l’abbandono e si annoiano. Offrire loro degli ingegnosi giochini, li aiuterà a distrarsi, a passare il tempo e a riacquistare autostima e sicurezza.

 

Giochi intelligenti per cani fai da te 

Vediamo insieme degli esempi di giochi intelligenti che è possibile realizzare a casa senza troppa fatica:

 

1 – Prendete uno strofinaccio da cucina e avvolgete dei biscottini per cani al suo interno, lasciando un lembo aperto con degli snack in vista. Quando Fido mangerà i primi con facilità, poi dovrà srotolare il canovaccio per recuperare gli altri.

 

2 – Prendete un rotolo terminato di carta assorbente da cucina e inserite al suo interno delle crocchette. Sigillate le due estremità con del nastro adesivo e date il tubo di cartone al vostro amico a quattro zampe. Il cane sentirà l’odore dei bocconcini contenuti nel rotolo e si darà da fare per distruggere l’involucro per accaparrarsi l’ambito premio.

 

3 – Procuratevi un bicchiere di plastica rigida o un barattolo vuoto  e nascondete uno snack sotto il contenitore capovolto. In questo gioco Fido dovrà ingegnarsi per capovolgere nuovamente il recipiente e mangiare il bocconcino. Per effettuare una variante più difficile del rompicapo, potete utilizzare un imbuto capovolto all’interno di una ciotola. Qui il cane dovrà capire che per ottenere lo snack dovrà afferrare con la bocca il collo dell’imbuto e spostarlo.

 

4 – Prendete tre barattoli, capovolgeteli e nascondete una crocchetta solo sotto uno di questi. Fido dovrà concentrarsi e capire dove si cela il premio utilizzando il suo olfatto. 

 

5 – Prendete una corda e legate un osso o uno snack a una delle due estremità. Nascondete il pasto sotto il divano lasciando ben in vista l’altra estremità della fune. Anche in questo caso, l’animale annuserà la preda e s’impegnerà a sfilare con tutte le sue forze il gustoso premio.

 

6 – Inserite alcuni croccantini dentro una bottiglia di plastica trasparente, senza avvitare il tappo. Adagiatela sul pavimento e fatela rotolare velocemente finché non vedrete alcune crocchette schizzare fuori dal contenitore. Fido osserverà attentamente il movimento rotatorio della bottiglia e cercherà di capire come fare a replicare l’azione per tirare fuori il resto del premio.

Consigli utili

Prima di presentare uno di questi rompicapo a Fido, valutate il livello di difficoltà di ogni prova, in quanto i giochi di attivazione mentale per cani sono studiati apposta per stimolare la sua intelligenza. Sottoponete all’animale i livelli di difficoltà in modo graduale, per far sì che egli riesca a risolvere gli enigmi in completa autonomia.

Non ha senso aiutarlo nell’impresa, in quanto è il cane che deve sviluppare il suo intuito e non voi. Se il quadrupede dovesse spazientirsi davanti a un gioco che non riesce a risolvere, incoraggiatelo senza umiliarlo. Se trascorsi 20 minuti dall’inizio del rompicapo, Fido non è ancora riuscito a trovare la soluzione, interrompete l’enigma e proponetegliene un altro più semplice.

Evitate di premiare ulteriormente il cane con dell’altro cibo ogni volta che risolve un rompicapo, perché la ricompensa mangereccia è già inclusa nel gioco stesso. Viziarlo ulteriormente non sarebbe educativo; lasciate che l’animale si guadagni la ricompensa con le proprie forze.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di