Ultimo aggiornamento: 28.05.20

 

Molti cani possono soffrire di disturbi comportamentali. Vediamo insieme come riconoscerli, quali sono le cause e com’è possibile risolverli.

 

Adottare un cane è un grande gesto di responsabilità oltre che d’amore. Purtroppo, ancora oggi ci sono diverse persone che rinunciano facilmente al proprio amico peloso, specialmente quando questo inizia a mostrare dei disturbi comportamentali. 

Spesso ciò avviene senza che il padrone si sforzi minimamente di capire quali sono le cause che portano l’animale ad atteggiarsi in un certo modo e pertanto viene scelta la via più semplice: l’affidamento o peggio l’abbandono.

Quindi prima di adottare un cane pensateci bene e valutate se siete veramente in grado di soddisfare tutte le sue necessità, specialmente nei momenti di difficoltà. Alcuni comportamenti strani dell’animale non possono passare inosservati ed è necessario capire che cosa li scatena e quali sono le soluzioni adeguate da adottare.

 

Terapie consigliate

Se il vostro amico a quattro zampe soffre di disturbi comportamentali non esitate a contattare un etologo esperto in cani. Questi, una volta individuata la causa scatenante del problema, può suggerirvi una terapia correttiva tramite addestramento oppure, nei casi più difficili, optare per una cura farmacologica.

Diverse sostanze infatti, possono influire sul comportamento di Fido e diminuire il livello d’intensità di un disturbo. Ovviamente l’unica figura in grado di valutare quali farmaci possono andare bene e quali no, è il vostro veterinario, in quanto conosce anche la storia clinica dell’animale.

Alcune di queste medicine sono dette “farmaci psicoattivi”, tuttavia non sono la soluzione definitiva al problema comportamentale e non possono essere somministrate per tutta la vita. L’eventuale efficacia di una cura medicinale può essere verificata soltanto nei mesi successivi al trattamento.   

Inoltre è bene sapere che la terapia farmacologica deve essere affiancata da un adeguato tipo di addestramento, al fine di educare nel migliore dei modi il quadrupede. Date un’occhiata ai fischietti per cani venduti online, potrebbero rivelarsi degli strumenti utili e necessari a tale proposito. 

Questi accessori infatti, sono in grado di emettere degli ultrasuoni di richiamo udibili soltanto da Fido, così eviterete di disturbare chi vi sta intorno. A ogni modo, prima di acquistarne uno, chiedete sempre consiglio a un addestratore o a un educatore professionista.

Cosa sono i disturbi comportamentali nel cane

Innanzitutto è bene sapere che un cane disobbediente o che non ha ancora imparato a eseguire le vostre direttive, non è necessariamente affetto da disturbi comportamentali.

Spesso, i problemi seri si palesano sotto forma di vere e proprie patologie, che possono mettere a rischio la salute e l’incolumità di Fido e di tutti coloro che gli stanno intorno.

Se non avete nessuna esperienza in campo educativo di un animale, rivolgetevi a un etologo esperto, che sicuramente saprà come aiutarvi. Comprendere a fondo il normale stato psico-fisico del proprio cane, è una cosa fondamentale, perché potrebbe tornarvi utile per intervenire tempestivamente qualora subentrasse una patologia nervosa. 

Questo disturbo infatti potrebbe alterare le normali funzioni dell’organismo di Fido e influire sul suo metabolismo oltre che sul suo comportamento. Vediamo insieme di fare un po’ di chiarezza su questi problemi, per capire come riconoscerli e come agire per tempo.

 

Tipologie e cause di disturbi comportamentali nei cani

Spesso una diagnosi tempestiva da parte di un padrone attento e meticoloso, può salvare in tempo una situazione clinica che potrebbe compromettere gravemente la salute di Fido. È fondamentale capire gli atteggiamenti e il linguaggio del proprio cane, in quanto l’animale potrebbe dare dei chiari segnali di disagio. 

Qualora la questione riguardasse soltanto un disturbo comportamentale non dovuto a patologie, sarebbe opportuno optare per un’educazione correttiva ben mirata.

Di seguito vi riportiamo alcuni esempi di problemi comportamentali canini più diffusi:

 

Il cane è aggressivo

Se il cane dà segnali di aggressività, ringhiando, mostrando i denti o mordendo, potrebbe trattarsi di un problema comportamentale. Spesso questi disturbi sono legati ad abusi e traumi che spingono l’animale a comportarsi in maniera aggressiva. 

A volte si tratta di violenza subìta oppure di addestramento al combattimento impartito da padroni senza scrupoli, che incitano Fido a essere violento. Tuttavia la causa del disagio potrebbe essere attribuita anche a un problema di salute che trova sfogo nell’aggressività.

Alcuni studi dimostrano che tale disturbo non dipende dalla razza del quadrupede, infatti tutti i cani possono soffrirne. La migliore soluzione al problema è rivolgersi a dei professionisti esperti come etologi e veterinari specializzati in comportamenti canini.

 

Il cane morde qualsiasi cosa

Quando Fido mastica in maniera compulsiva tutto ciò che gli capita a tiro può diventare un serio problema, soprattutto per tutti gli oggetti che si trovano in casa. Questo atteggiamento, potrebbe rivelarsi pericoloso anche nei confronti del padrone, che potrebbe essere preso a morsi senza una motivazione logica.

Una delle cause più probabili di tale comportamento è spesso legata a dei problemi di dentizione, specialmente nei cuccioli. Altre motivazioni possono essere uno stato d’ansia, la noia, o uno sfogo di energia repressa.

Per ovviare al problema, la soluzione migliore consiste nel procurare a Fido degli appositi giocattoli per cani. In questo modo l’animale verrà distratto dal suo nuovo giochino da mordicchiare. 

Qualora doveste beccare il vostro amico peloso a sgranocchiare qualcosa di sbagliato, battete le mani o fate un forte rumore, in modo da richiamarlo a non farlo più; ovviamente subito dopo dategli il suo giochino affinché possa imparare la lezione.

 

Il cane scava dappertutto

Alcuni cani scavano ovunque per una questione d’istinto, spesso di genetica legata alla razza, come per esempio il Terrier. Tuttavia alcuni cani possono scavare semplicemente per noia, per scaricare lo stress o per nascondere qualcosa.

Onde evitare che Fido trasformi il vostro giardino in un campo di battaglia, cercate di portarlo più spesso a fare delle passeggiate all’aperto, magari su una spiaggia o in una zona verde, in questo modo avrà l’opportunità di scaricare tutta la sua foga da scavatore e ve ne sarà grato.

Il cane espleta i suoi bisognini ovunque

Questo è un problema abbastanza grave, soprattutto per chi deve passare a raccogliere i “regalini” di Fido sparsi per la casa. Le cause legate a una minzione frequente, possono dipendere da un’eccitazione repressa o da un istinto di demarcazione territoriale.

Per risolvere il problema è opportuno educare l’animale a controllare i suoi bisogni fisiologici e a espletarli nel posto giusto. Spesso l’impresa è abbastanza ardua e occorre rivolgersi a un etologo.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di