Ultimo aggiornamento: 17.09.21

 

Direttamente dal V Gruppo delle razze canine, oggi vi presentiamo il Siberian Husky, un cane nordico da slitta che ha saputo distinguersi per il carattere docile e socievole. Dalle caratteristiche morfologiche al temperamento, scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questo maestoso esemplare delle nevi. 

 

Il Siberian Husky è un cane sveglio e vivace che si contraddistingue per la proverbiale dolcezza del suo carattere. Nonostante l’aspetto ricordi il lupo della Siberia, non ha l’istinto di proprietà tipico dei cani da guardia, anche se alcuni esemplari adulti tendano a mostrare una certa riservatezza e dignità. I magnetici occhi di ghiaccio e lo splendido mantello bicolore, tratti distintivi dell’Husky Siberiano, riportano alla mente le incontaminate distese innevate dell’Alaska, dove la specie ha avuto la sua massima diffusione.

Tenuto conto della sempre maggiore presenza di questa razza nelle nostre società e della costante diversificazione dei ruoli che riveste, è naturale chiedersi da dove provenga e come si siano instaurati i legami che lo hanno reso così vicino all’uomo. Nel tentare di sciogliere i vostri dubbi, oggi esamineremo tutti i vantaggi dello scegliere un cane Husky come compagno di vita e vi daremo alcune informazioni utili per imparare a conoscerlo meglio.

Le origini della razza

Il Siberian Husky è una razza molto antica che ha avuto la sua massima selezione in Alaska a seguito dell’importazione di alcuni esemplari dalla Russia, dove venivano allevati da una popolazione siberiana per utilizzarli nelle competizioni con le slitte.

Sebbene al loro esordio nella regione dell’Artide Nordamericano vennero derisi per la taglia nettamente inferiore rispetto a quella dei cani normalmente usati per questo scopo, ben presto iniziarono a mietere una lunga serie di successi sui campi di gara e nel gennaio del 1925 vennero definitivamente consacrati per merito di un’impresa da loro compiuta che salvò molte vite umane.

È noto, infatti, che in quel periodo un gruppo di temerari Husky, tra cui anche i celebri Balto e Togo, percorsero in una settimana 1.080 km in condizioni climatiche avverse per consegnare alla città di Nome il siero necessario a sconfiggere un’epidemia di difterite, dando prova di grande tenacia, forza e dedizione. Quello storico evento è stato poi celebrato nel famoso film d’animazione prodotto dalla Amblimation e immortalato dalla Statua di Balto al Central Park di New York, contribuendo in maniera significativa alla diffusione della razza in tutto il mondo.

Ancora oggi questo cane siberiano viene usato in numerose gare di traino delle slitte (tra cui anche l’Iditarod che ripercorre lo stesso percorso compiuto da Balto e compagni) e come cane da lavoro in virtù della sua proverbiale intelligenza e dell’instancabile forza di volontà, due caratteristiche che gli hanno permesso di diventare anche un fedele animale da compagnia, particolarmente apprezzato dalle famiglie con bambini.

Morfologia e caratteristiche fisiche

Sebbene il nome corretto della razza sia “Siberian Husky”, qualcuno chiama il cane anche Pastore Siberiano per via della struttura fisica molto robusta e armoniosa che dona agli esemplari un aspetto da lupo.

È un cane di media taglia, agile e aggraziato nei movimenti, con un fisico moderatamente longilineo in rapporto alla mole e dal montello ricco di pelo. Le orecchie, relativamente piccole, sono erette e leggermente inclinate in avanti, mentre la coda a spazzola dalla tipica forma a falce rivela la sua origine nordica. Il manto si compone di due strati: un sottopelo fitto e morbido al tatto che lo protegge dal freddo, e un rivestimento esterno folto e dritto che gli conferisce un aspetto particolarmente voluminoso.

Quanto alle tonalità, nello standard di razza tutti i colori, dal nero al bianco totale, sono ammessi purché il pelo appaia uniforme e con transizioni nette tra aree scure e chiare. Se siete persone attive, un Husky Siberiano cucciolo potrebbe essere la scelta ideale perché, visto il suo amore per la corsa e la vita all’aria aperta, vi accompagnerà in tutte le vostre attività sportive senza mai stancarsi, rivelandosi anche un eccellente lavoratore pieno di buona volontà.

Trattandosi di un cane particolarmente atletico è chiaro che avrà bisogno di continui stimoli mentali e fisici per crescere forte e in perfetta salute, quindi meglio attrezzarsi con qualche gioco di agility e di intelligenza che gli permetta di mantenersi in forma sia durante le fasi di crescita sia in età adulta.

Carattere Husky Siberiano

Oltre che per la palese bellezza, gli Husky si sono guadagnati il titolo di ottimi cani da compagnia grazie alla loro indole estroversa, amichevole e affettuosa, che viene fuori soprattutto nelle interazioni con i bambini. Anche se in casa tende spesso ad assumere un comportamento vigile, non può considerarsi un vero e proprio cane da guardia perché non mostra diffidenza verso gli sconosciuti e non è aggressivo nei confronti di altri animali.

Oltre a rientrare tra le razze più intelligenti e docili che l’uomo abbia addomesticato, ama aiutare chi considera parte della sua famiglia, verso la quale dimostra lealtà e ubbidienza incondizionata. Inoltre, adora i giochi di stimolazione mentale e fare esercizio fisico, per cui le attività di agility sono un’ottima opzione per i cani di questa razza, sia che si tratti di un Husky nano sia di un esemplare di taglia medio-grande.

Dal fisico generalmente forte e muscoloso, sono capaci di adattarsi a diversi ambienti poiché mutano il pelo a seconda del clima del luogo in cui vivono. Per quanto riguarda l’addestramento, visto che ogni Siberian Husky ha una sua personalità e considerato che non tutti gli esemplari sono svegli e curiosi allo stesso modo, è importante far socializzare il proprio cucciolo con diverse persone e animali per far sì che diventi socievole ed equilibrato anche da adulto.

Cura e benessere

Avete mai visto un Husky senza pelo? Se la risposta è no, la cosa non ci sorprende affatto perché solo un pazzo potrebbe decidere di rasare un cane dal manto così bello, folto e morbido.

Scherzi a parte, se il vostro è un Husky a pelo lungo dovrete spazzolarlo regolarmente, soprattutto nei periodi di muta, per mantenere il pelo pulito e in ordine. Allo stesso modo, si raccomanda di fargli il bagno almeno una volta al mese e di portarlo a passeggio due o tre volte al giorno per un’ora e mezza in totale, senza ovviamente dimenticare la museruola e il guinzaglio per tenere a bada la sua indole vivace e giocherellona, che non piace proprio a tutti.

Vi ricordiamo, inoltre, che anche l’alimentazione è estremamente importante e deve essere sempre di qualità perché da questa dipenderà, non solo lo stato di salute dell’animale, ma anche l’aspetto del suo pelo. Quanto alle patologie di razza riconosciute, negli Husky compaiono principalmente quando si fanno accoppiare esemplari consanguinei, fattore che favorisce la comparsa sia di problemi agli occhi, tra cui la distrofia della cornea e l’atrofia progressiva della retina, sia di disturbi meno frequenti come la displasia dei gomiti e dell’anca.

Se dopo aver letto il nostro articolo vi siete decisi ad acquistare un Siberian Husky cucciolo, potete rivolgervi alle numerose Associazioni Nazionali per individuare degli allevatori seri e affidabili, tenendo conto però che il prezzo di un esemplare con pedigree si aggira intorno ai 1.500 euro.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI