Ultimo aggiornamento: 17.11.19

 

Chi ha detto che se due cani si incontrano per strada e si piacciono, la cosa migliore da fare sia quella di lasciare i guinzagli e vedere cosa succede?

 

Partiamo dalla premessa che non esistono delle regole oggettive e assolute in merito a lasciare il proprio animale libero di agire come meglio crede in presenza di un altro simile. Ricordate che ogni quadrupede ha il proprio carattere e diverse sfaccettature che lo rendono un esemplare unico, come l’uomo d’altronde. Pertanto, se quando passeggiate insieme al vostro Fido, vi imbattete in un altro cane, che sia libero o accompagnato dal suo proprietario, non abbassate mai la guardia! Evitate di allentare il guinzaglio, seppur il clima appare tranquillo, perché non potete mai essere certi di quali reazioni possono avere entrambi gli animali.  

Non date mai per scontato di conoscere bene il vostro amico peloso! In fondo si tratta di un essere vivente intelligente e non di una macchina sterile e ciò implica un’infinita possibilità di comportamenti, purtroppo non sempre piacevoli.

 

Altre scuole di pensiero

C’è chi sostiene invece, che i cani liberi vadano d’accordo e che sappiano comunicare ed evitare azzuffamenti inutili. Queste persone sostengono anche che se passeggiando con il vostro Fido al guinzaglio, vi imbatteste in un cane libero che vi corre incontro minaccioso, la cosa migliore da fare sarebbe quella di liberare il vostro amico a quattro zampe. In questo modo potrete dargli la possibilità di comunicare e di difendersi.

Ma siamo proprio sicuri che sia una soluzione intelligente da adottare? E se il vostro cane fosse un esemplare di piccola taglia e quello che viene verso di voi un alano o un pastore maremmano? E se il vostro animale fosse malato o anziano, mentre la controparte un giovane in forma, forte e rissoso? Beh…si tratta di una tesi un po’ troppo rischiosa da sostenere, soprattutto perché non tiene in considerazione i diversi casi possibili.

 

 

Analizziamo la situazione

Innanzitutto, quando uscite di casa per fare una passeggiata con il vostro amico Fido, ricordate che uno strumento di controllo per tenerlo a bada è indispensabile! Non è necessario che andiate alla ricerca del guinzaglio più venduto o di quello della migliore marca, l’importante è che sia robusto ed efficiente nel compiere il suo dovere.

A livello comunicativo, si tratta di un accessorio che può inibire il quadrupede e farlo desistere dal suo intento aggressivo o da quello di raggiungere un determinato obiettivo che si è prefisso. In questo modo potrete anche salvargli la vita. Quindi è davvero una mossa intelligente quella di lasciare libero il proprio cane in presenza di altri animali e vedere come se la briga da solo?

In fondo Fido è un compagno di vita del quale ci prendiamo costantemente cura, facendolo mangiare bene e sano, facendolo dormire in una comoda cuccia, portandolo periodicamente ai controlli veterinari, ecc. E dopo tutto ciò, in presenza di un quadrupede ostile e minaccioso, dovremmo lasciarlo “libero di comunicare” con altri animali sconosciuti, senza pensare alle possibili conseguenze? Piuttosto che seguire consigli e metodi raffazzonati, sarebbe molto meglio usare il buonsenso!

 

Al guinzaglio è meglio!

E se lasciare il nostro cane libero di comunicare lo portasse a evitare una rissa con un suo simile? Purtroppo, come abbiamo visto, non è certo che le cose possano andare come ci aspettiamo, questo perché ci sono troppe variabili da calcolare.

Due quadrupedi lasciati liberi di agire, che apparentemente giocano e si rincorrono, potrebbero allontanarsi insieme dal campo visivo del padrone e andare ad azzuffarsi altrove. In questo caso sarà molto difficile controllare la situazione. Diversamente, il vostro amico, lasciato libero di agire, potrebbe spaventarsi, scappare e finire disgraziatamente sotto un’auto.

Non dimenticate mai che è obbligatorio utilizzare il guinzaglio quando si va in aree pubbliche con il proprio animale e se non vi attenete a questa regola, di conseguenza state violando la legge!

Non tutti sanno che se il vostro cane viene investito da un veicolo mentre è in procinto di scappare e non è tenuto al guinzaglio (o la lunghezza dello stesso supera la misura massima consentita pari a 1,5 mt), rischiate grosso! Il proprietario del cane in questi casi, si ritroverebbe non solo a pagare una sanzione salata e i danni al conducente dell’auto, ma l’assicurazione potrebbe anche rifiutarsi di risarcire. Quindi, prima di liberare il vostro amico a quattro zampe, riflettete se ne vale la pena o meno.

 

 

Riflessioni sul tema

Alla luce di tutto questo, è giusto che in certe situazioni prevalga sempre il buonsenso. Se per strada vi imbattete in una persona che passeggia con il suo cane libero al fianco, senza tenerlo al guinzaglio, cercate di cambiare strada o chiedetegli di richiamare l’animale e di legarlo.

Provare ad allontanare da sé e dal proprio cane un altro quadrupede aggressivo e minaccioso, può rivelarsi una cosa difficile. Se siete alle strette, cercate di intimarlo facendo la voce grossa o di allontanarlo agitandogli davanti qualche oggetto che avete a portata di mano (una bottiglietta d’acqua, una borsa, ecc.). Questa potrebbe essere una buona soluzione, sempre che l’animale non sia un “tipo tosto”; purtroppo in questo caso, tutto ciò potrebbe risultare controproducente e farlo innervosire ancora di più.

Ogni situazione deve essere valutata singolarmente, a seconda del contesto e del carattere dei due cani. Chiaramente non esistono dei dogmi comportamentali o delle regole infallibili, nemmeno se suggerite da addestratori esperti. Per questo è molto importante educare il proprio amico Fido, in modo da ridurre quanto più possibile i rischi che possono insorgere nei diversi casi.

Se tutti osservassero la legge e tenessero al guinzaglio il proprio cane, non ci sarebbe bisogno di consigli, perché le situazioni sarebbero controllate meglio. Purtroppo, l’ignoranza è la prima causa di tragedie e di incidenti in ogni campo.