Ultimo aggiornamento: 19.10.19

 

Consigli utili su cosa fare quando si decide di partire in vacanza con i nostri amici a quattro zampe: mete, trasportini, cibo, come viaggiare, ecc.

 

Quando arrivano le ferie e decidete di spostarvi con cane al seguito, è bene tenere in considerazione diversi aspetti fondamentali prima di partire. In questo modo renderete il viaggio e il soggiorno più piacevoli, sia per voi stessi e sia per il vostro amico peloso. Di seguito troverete dei consigli utili per trascorrere delle vacanze a quattro zampe tranquille, senza rischiare che queste si trasformino in un incubo.

 

Scegliere una buona meta

Le vacanze con il proprio cane, sono certamente un’esperienza divertente e gratificante. Tuttavia, ciò comporta anche delle grandi responsabilità e delle difficoltà che è bene prepararsi ad affrontare con i dovuti accorgimenti. Innanzitutto è essenziale optare per una meta adatta anche al proprio animale, tenendo conto delle sue esigenze, della sua età e di eventuali patologie che potrebbero aggravarsi in casi di particolare stress. Ad esempio, non è il caso di portare un cane in zone troppo calde, se è abituato a vivere in ambienti a basse temperature. E comunque sarebbe opportuno accertarsi che il luogo di villeggiatura che andrete a scegliere, sia dotato di appositi servizi per animali e di aree attrezzate all’aperto.

 

 

Cosa fare prima di partire

Prima di partire in vacanza, sarà opportuno sottoporre il vostro cane a una visita veterinaria di controllo, per accertare il suo stato di buona salute e per verificare se è in regola con le vaccinazioni. Di seguito troverete una lista delle cose necessarie da portare con voi:

 

1) Documento di riconoscimento del cane

Ricordate che un cane deve essere sempre identificato tramite documento di riconoscimento, tatuaggio o microchip, passaporto (quest’ultimo in caso di spostamenti internazionali). Per sicurezza, vi suggeriamo di munire il collare del quadrupede di una medaglietta, con sopra riportati il suo nome e un vostro recapito telefonico.

 

2) Certificazione sanitaria

La documentazione medica del vostro amico peloso è fondamentale da portare in viaggio. Assicuratevi che il libretto sanitario sia aggiornato con le ultime vaccinazioni e che siano riportati i riferimenti del vostro veterinario. Nel caso siate in possesso di un’assicurazione medica, portatela con voi. Inoltre, è utile che vi informiate sulle strutture veterinarie di primo soccorso presenti nel luogo che vi apprestate a raggiungere.

 

3) Foto recente del cane

Che sia in formato cartaceo o digitale, accertatevi di avere sempre con voi una foto recente del vostro amico a quattro zampe, al fine di utilizzarla in caso di smarrimento.

 

4) Guinzaglio e museruola

Non dimenticate che state andando in un posto nuovo per il vostro cane e ciò potrebbe provocargli dello stress. Onde evitare spiacevoli incidenti e al fine di preservare la sicurezza vostra e degli altri, portate con voi guinzaglio e museruola.

 

5) Necessaire per la cura del cane

Le cose che non devono mancare nella “valigia” del vostro cane, sono quelle necessarie al mantenimento del suo benessere fisico e mentale. Ricordate di portare una ciotola per l’acqua, dei cibi preconfezionati facilmente digeribili e pronti all’uso, un kit di pronto soccorso, i farmaci (qualora l’animale fosse in cura), i suoi giocattoli preferiti, una copertina, dei sacchetti per la raccolta degli escrementi.

 

Il viaggio in auto

Non dimenticate che i viaggi sono dei momenti molto delicati e stressanti per i cani e pertanto è necessario farli sentire a loro agio quanto più possibile. Se viaggiate in macchina, ricordate che è vostra responsabilità seguire tutte le regole richieste dal Codice della Strada, inerenti al trasporto di animali domestici. Questo per garantire la massima sicurezza a voi e agli altri automobilisti. 

Utilizzate un apposito trasportino cane (lista dei migliori prodotti) per auto, specialmente se l’animale è molto irrequieto. Cercate di viaggiare in orari appropriati e possibilmente non troppo caldi. Spezzate l’itinerario con più soste presso delle aree di servizio, in modo da consentire all’animale di bere e di muoversi un po’. Ricordate che più il quadrupede si dimostra ansioso e nervoso durante il viaggio, maggiore dovrà essere il numero di “pit stop” per tranquillizzarlo. Evitate di lasciare il cane solo in auto, potrebbe correre diversi rischi, come per esempio un colpo di calore. Controllate che la temperatura dell’abitacolo non sia né troppo calda e né troppo fredda. Evitate di tenere la radio a tutto volume e limitate l’uso del clacson.

Nei casi più ardui di “mal d’auto canino”, fatevi consigliare dal veterinario delle soluzioni naturali da somministrare al quadrupede, prima di intraprendere il percorso. Se conoscete bene il vostro amico a quattro zampe, sarete in grado di prevenire spiacevoli intoppi, prima che questi si manifestino.

 

Il viaggio in aereo

Assicuratevi che la compagnia di volo che andrete a scegliere accetti animali a bordo; solitamente quelle low cost non ammettono animali neanche in stiva. In caso affermativo, ricordate che il cane può viaggiare con voi in un trasportino omologato IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo), fino a 10 kg di peso; solitamente sistemato ai vostri piedi tra voi e il sedile del passeggero davanti. Se il quadrupede pesa più di 10 kg fino a un massimo di 75 kg, allora dovrà viaggiare in stiva, in una delle gabbie ufficiali IATA; superati i 75 kg di peso dovrà volare in cargo.

Oltre al problema delle dimensioni e del peso del cane, una regola generale comune  a tutte le compagnie di volo, è che non si accettano a bordo cuccioli sotto i 3 mesi che non hanno effettuato ancora il vaccino antirabbico. Consultate il vostro veterinario prima di affrontare un viaggio in aereo, saprà consigliarvi un sedativo per stressare il meno possibile l’animale durante il volo.

 

Il viaggio in treno

In treno potrete far viaggiare il cane accanto a voi, a patto che sia provvisto di museruola e di guinzaglio. Ricordate che il controllore potrà chiedervi di esibire il libretto sanitario e i documenti di riconoscimento dell’animale. Date al quadrupede acqua e cibo e ogni ora fatelo camminare un po’ per i vagoni (sempre in vostra presenza). In treno, è consentito portare un solo cane per ogni passeggero e se scegliete di viaggiare in cuccetta sarete costretti a prendere tutto lo scompartimento. 

 

 

Il viaggio in nave

Per ciò che concerne la nave, esistono cabine apposite per ospitare i passeggeri accompagnati dai loro animali. Diversamente, ci sono delle gabbie specifiche, site in determinati punti dell’imbarcazione, in cui è possibile alloggiare il vostro amico. Ovviamente, nel secondo caso, non dovrete abbandonare il quadrupede a se stesso per tutto il viaggio, ma al contrario andare a visitarlo di frequente, per farlo uscire un po’ dalla gabbia. Dategli da mangiare solo crocchette o cibo secco, per evitare di fargli soffrire il “mal di mare”.