Ultimo aggiornamento: 19.05.22

 

Guinzagli Per Gatti – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

È opinione comune che il guinzaglio sia un accessorio dedicato esclusivamente ai cani, ma non è così. Anche i gatti amano passeggiare all’aperto e offrirgli questa opportunità in sicurezza è possibile proprio grazie al guinzaglio, che in genere prevede l’abbinamento a una pettorina. Ma come scegliere quello giusto? Per scoprirlo non vi resta che leggere il nostro articolo sull’argomento, ma prima ecco una piccola anticipazione dei migliori prodotti disponibili online: RabbitGoo Pettorina con Guinzaglio è realizzata in Air Mesh traspirante che la rende fresca e confortevole anche durante la stagione estiva, mentre il Set Pettorina e Guinzaglio Lianzimau è provvisto di strisce riflettenti per segnalare la presenza dell’animale in condizioni di scarsa visibilità.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori guinzagli per gatti – Classifica 2022

 

Oltre ai pet shop sotto casa, ci sono tanti siti di e-commerce dove acquistare online guinzagli e pettorine a prezzi bassi e scontati, ed è proprio qui che abbiamo trovato gli otto migliori guinzagli per gatti del 2022. Leggete la recensione che ne abbiamo fatto e confrontate i prezzi per capire quale possa essere quello più adatto alle esigenze del vostro felino.

 

1. RabbitGoo Pettorina per Gatti con Guinzaglio

 

Ad aggiudicarsi il primo posto nella classifica dei guinzagli per gatti più venduti è il modello a pettorina scapolare proposto da RabbitGoo, studiato per non ledere la postura del micio né esercitare una pressione eccessiva sui punti più delicati come il collo e sotto le ascelle.

Molto facile da far indossare grazie alle quattro cinghie regolabili, è dotato di due fibbie a scatto in polipropilene che, oltre a essere molto facili da aprire e chiudere, sono anche più sicure poiché una volta chiuse è difficile che si aprano da sole.

Il comfort è garantito dalla realizzazione in tessuto Air Mesh traspirante che aiuta a regolare la temperatura corporea sia quando fa caldo sia durante le giornate più fredde.

L’unica pecca, secondo i pareri di alcuni padroni, è che la taglia XS risulta troppo grande per i cuccioli e i gatti di piccola taglia, anche se crescendo arriveranno sicuramente a riempirla.

 

Pro

Praticità: Le quattro fibbie regolabili permettono di adattare l’imbracatura al conformazione fisica del gatto, mentre le fibbie a clip assicurano maggiore resistenza alla pressione data dal tirare.

All season: Il tessuto Air Mesh con cui è realizzata offre il doppio vantaggio di essere imbottito ma anche traspirante, rivelandosi quindi adatto per tutte le stagioni.

Colori: La disponibilità di dieci differenti colorazioni tra cui scegliere permette di non rinunciare allo stile nemmeno quando si porta il micio a spasso.

 

Contro

Taglie: La pettorina calza abbastanza larga anche scegliendo la misura più piccola, risultando quindi poco indicata per i cuccioli e i gatti di piccola taglia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Lianzimau Set Pettorina e Guinzaglio per Gatti Regolabile

 

Tra le offerte più convenienti del momento si colloca anche questo elegante set pettorina e guinzaglio a marchio Lianzimau, disponibile in dodici tonalità differenti per adattarsi allo stile e ai gusti di tutti i proprietari di gatti.

Gli acquirenti sostengono che questa imbracatura risulta molto comoda grazie alla trama a rete traspirante che lascia respirare la pelle, e alla morbida imbottitura che trattiene il calore nelle fredde giornate invernali. Per migliorare il livello di sicurezza durante le passeggiate all’aperto, il modello è anche dotato di strisce riflettenti che rendono il gatto visibile al buio.

Non mancano all’appello la clip alla quale agganciare il guinzaglio coordinato nei colori e la chiusura con velcro che ferma in maniera salda la pettorina al corpo dell’animale, permettendo di regolare la vestibilità in base alla sua corporatura.

 

Pro

Confortevole: L’imbracatura è realizzata in materiale traspirante e imbottito nella zona del petto per offrire il massimo comfort in ogni periodo dell’anno.

Visibilità: Questa pettorina porta la sicurezza a un livello superiore in quanto dotata di strisce riflettenti che segnalano la presenza del gatto in condizioni di scarsa illuminazione.

Rapporto qualità/prezzo: Viene proposta a un prezzo accessibile e conveniente nonostante la buona qualità complessiva.

 

Contro

Cedevole: Il tessuto è molto propenso ad allargarsi con l’uso, salvo restringersi nuovamente durante i successivi lavaggi in lavatrice.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. AeitPet Guinzaglio per Gatti con Pettorina Regolabile in Maglia Traspirante

 

La pettorina con guinzaglio per gatti proposta da AeitPet presenta un design ergonomico che avvolge delicatamente il corpo dell’animale, senza dargli fastidio né ostacolarne i movimenti.

È realizzata con un tessuto traspirante rinforzato nella zona del petto che lascia evaporare rapidamente l’umidità corporea garantendo un microclima ideale durante le calde giornate estive.

Grazie a un’equa distribuzione del carico sul torace e sul dorso previene il soffocamento qualora il micio dovesse tirare troppo il guinzaglio, ma rimane comunque abbastanza aderente da impedirgli di fuggire.

Inoltre è disponibile in cinque misure (dalla XS per i cuccioli, alla XL per i gatti di grossa stazza) in modo da individuare facilmente quella più adatta al proprio pet, scelta che viene ulteriormente agevolata dalla tabella guida messa a disposizione dall’azienda, che indica le misure in centimetri corrispondenti a ciascuna taglia.

 

Pro

Struttura: La forma della pettorina è ergonomica e avvolge uniformemente il torace del gatto, senza dargli fastidio né intralciarlo nei movimenti.

Per tutte le stagioni: Il design a rete rende l’imbracatura molto fresca d’estate e protettiva durante i periodi più freddi dell’anno.

Taglie: Ce ne sono cinque a disposizione (dalla XS alla XL) e l’azienda offre anche una tabella con le corrispondenze in centimetri per individuare facilmente la misura giusta.

 

Contro

Pulizia: L’unico punto a sfavore è che rimangano parecchi peli attaccati sotto l’imbracatura, rendendola di conseguenza più complicata da pulire.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Crea Pettorina per Gatti Ultra Leggera con Guinzaglio Clea

 

Pur essendo simile al modello precedente, la pettorina Clea risulta più leggera e meno ingombrante per evitare di stringere troppo il corpo del felino.

Per lo stesso motivo, si rivela particolarmente indicata per i cuccioli e i gatti di piccola taglia anche perché rimane comoda e morbida sulla pelle, evitando che l’animale la percepisca come una costrizione.

Inoltre risulta molto facile da infilare e togliere: basta appoggiare l’imbracatura a terra, con le fibbie rivolte verso il pavimento, posizionare zampe del gatto nei due fori e far scorrere la pettorina verso l’alto, assicurandola alla schiena tramite la pratica chiusura a velcro.

Completano la dotazione due clip a D a cui agganciare il guinzaglio lungo per gatti incluso nel prezzo e la fibbia a sgancio rapido che permette di togliere l’imbracatura in modo semplice e veloce, anche con una sola mano.

 

Pro

Antisoffocamento: La particolare struttura della pettorina Clea distribuisce uniformemente la pressione sul torace dell’animale, evitando di soffocarlo in caso di strattoni improvvisi.

Materiali: Il tessuto con cui è realizzata risulta molto leggero e altamente traspirante per offrire il massimo comfort ai gatti di tutte le razze e di ogni età.

Facile da indossare: Gli agganci sono pratici e veloci da aprire e chiudere, mentre le due fibbie laterali regolabili consentono di adattare l’imbracatura alla circonferenza del busto senza alcuna difficoltà.

 

Contro

Taglie piccole: Tra le misure disponibili manca la XL, quindi se avete un Maine Coon o un gatto di grandi dimensioni questa pettorina non va bene.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. RabbitGoo Pettorina con Guinzaglio per Cuccioli e Gatti Extra Piccoli

 

Per portare a spasso il gatto con il guinzaglio è necessario abituarlo fin da cucciolo a indossare la pettorina, scegliendo un modello adatto alla sua tenera età in modo da rendere l’addestramento più semplice e facilmente gestibile.

Tra i migliori modelli disponibili online segnaliamo l’imbracatura antifuga proposta da RabbitGoo, che consente al padrone di tenere sotto controllo il gattino, impedendo che la pressione esercitata dalla sua spinta provochi dolorose lesioni al collo o al torace.

Le tre misure disponibili si adattano alla conformazione dei cuccioli di qualsiasi razza, offrendo l’ulteriore vantaggio di poter regolare la vestibilità attraverso le cinghie laterali e la chiusura a velcro, in modo da poter utilizzare la pettorina fino a quando il micio avrà raggiunto i tre chilogrammi di peso.

La maggior parte degli acquirenti si è detta soddisfatta sia del design comodo e resistente del modello sia delle tante colorazioni messe a disposizione dall’azienda, grazie alle quali il proprio micetto potrà sfoggiare un look trendy e alla moda.

 

Pro

Pratica: Grazie al design step-in, la pettorina per cuccioli RabbitGoo si rivela facile da indossare e da togliere.

Regolabile: La chiusura a velcro e le fibbie laterali ne consentono un’agile regolazione, in modo che il gattino possa stare comodo durante la passeggiata.

Confortevole: Grazie ai bordi morbidi e all’imbottitura in Air Mesh traspirante non provoca irritazioni a contatto con la pelle e risulta molto confortevole anche durante il periodo estivo.

 

Contro

Guinzaglio: Rispetto all’imbracatura la qualità del guinzaglio è più scarsa, per cui dubitiamo che potrete continuare a usarlo una volta che il gatto avrà raggiunto l’età adulta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Supet Imbracatura e Guinzaglio per Gatti con Cinturino Riflettente

 

La pettorina con guinzaglio Supet è pensata per i gatti di taglia media in quanto proposta in due taglie: la S adatta agli esemplari con circonferenza del torace compresa tra 35 e 40 cm, e la M per i felini con una misura toracica da 44 a 50 cm.

L’imbottitura all’altezza del petto protegge l’animale in caso di urti e attriti, mentre gli inserti catarifrangenti riflettono la luce in condizioni di scarsa illuminazione per garantire una buona visibilità durante le passeggiate notturne.

La chiusura a velcro e le fibbie regolabili permettono di regolare l’imbracatura in modo che si adatti perfettamente al corpo del gatto, e grazie all’ampio anello a D posto sul dorso si potrà fissare il guinzaglio fornito in dotazione o qualsiasi altro modello provvisto di moschettone.

Sui lati troviamo una simpatica decorazione a forma di osso che arricchisce il design del modello, disponibile però nella sola variante nera.

 

Pro

Completo: Oltre alla pettorina, il set proposto da Supet include anche un guinzaglio in nylon lungo 140 cm, abbastanza spesso e robusto da resistere anche alla forza di trazione dei gatti di grandi dimensioni.

Fibbia e velcro: Grazie a questi due elementi sarà possibile fissare l’imbracatura saldamente al gatto senza pericolo che possa liberarsi e fuggire.

Pulizia: A conferma della buona qualità dei materiali scelti per la sua realizzazione, la pettorina può essere lavata in lavatrice a basse temperature senza pericolo che il tessuto si restringa o perda di consistenza.

 

Contro

Colori: Presenta un design accattivante e moderno che in molti hanno gradito, peccato però che sia disponibile nella sola colorazione nera.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Ducomi Guinzaglio per Gatti Regolabile in Nylon Silvestro

 

Silvestro, il celebre gatto nero che Friz Freleng fece debuttare il 24 marzo 1945 nel cortometraggio Life with Feathers, ha dato il nome a questa pettorina a H con guinzaglio realizzata in nylon.

Regolabile a livello del collo e del petto, si adatta facilmente alla morfologia dell’animale, dimostrandosi molto resistente sia ai morsi sia agli affilati artigli dei felini nonostante il peso contenuto di soli 250 grammi.

Questa tipologia di pettorina viene proposta in un’unica misura poiché la regolazione del girocollo va da 10 a 20 cm e quella del busto da 16 a 30 cm; quindi, facendo una comparazione con gli altri modelli, copre le taglie S, M e L.

Inoltre, quando non è in uso, si può piegare o arrotolare facilmente su se stessa per trasportarla agevolmente durante gli spostamenti, arrivando a occupare pochissimo spazio in tasca o nella borsa.

 

Pro

Taglia unica: Con la pettorina Silvestro di Ducomi non correrete il rischio di sbagliare misura, perché disponibile in un’unica taglia che copre dalla S alla L.

Pieghevole: È facile da trasportare e da riporre anche in spazi molto ristretti grazie alla struttura morbida e flessibile che permette di piegarla o arrotolarla agevolmente.

Resistente: Sia l’imbracatura sia il guinzaglio sono realizzati in nylon, un materiale di notevole resistenza che manterrà nel tempo le sue caratteristiche qualitative e funzionali.

 

Contro

Design minimal: Il modello non brilla sul fronte dell’estetica perché composto da tre semplici cinturini che vanno a legare il gatto, ma a questo prezzo non si poteva pretendere di più.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Dotoner Set Pettorina e Guinzaglio per Gatti Ultraleggero e Confortevole

 

Se siete interessati all’acquisto di una versione imbottita del modello a H che abbiamo appena visto, potreste prendere il considerazione il set pettorina e guinzaglio proposto da Dotoner, realizzato con un tessuto più spesso e imbottito che fascia il dorso e il petto del gatto.

Questa struttura garantisce maggiore sicurezza e una migliore distribuzione della forza che il micio esercita quando tira il guinzaglio, così non dovrete più preoccuparvi che possa liberarsi e fuggire nel caso in cui si spaventi durante la passeggiata.

Inoltre, il tessuto morbido e l’imbottitura inserita nei punti giusti evitano che a ogni strattone si faccia male. Leggermente macchinoso l’inserimento delle zampe nei fori, ma con un po’ di pratica e tanta pazienza ci si abitua in fretta.

 

Pro

Tessuto: Il set proposto da Dotoner è caratterizzato da un’imbracatura in Air Mesh imbottita e confortevole che lascia più libertà al micio, facendolo sentire meno costretto.

Misure: La tabella delle taglie messa a disposizione dall’azienda rispecchia le dimensioni reali del modello e permette di prendere le misure in centimetri per non sbagliare acquisto.

Guinzaglio: Ha una lunghezza di 145 cm per offrire più autonomia al gatto e consentirgli di esplorare il territorio sotto l’occhio vigile del padrone.

 

Contro

Fori: Nelle taglie più piccole (la XS e la S) i fori per il collo e le zampe risultano troppo stretti, rendendo quindi più difficile far indossare la pettorina al micio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un guinzaglio per gatti

 

Se vi state ponendo il problema su come scegliere un buon guinzaglio per gatti, significa che il vostro amico a quattro zampe ama passeggiare al vostro fianco perché abituato fin da cucciolo alla condivisione di questa attività. In caso contrario, prima di procedere all’acquisto, è bene ponderare attentamente la situazione per essere certi che il felino sia propenso ad accettare la vostra “proposta”. Molto dipende anche dal tipo di imbracatura scelta, che dovrebbe risultare comoda per l’animale e impedirgli al tempo stesso di scappare in preda alla paura suscitata dal nuovo territorio. Nella nostra guida qui di seguito trovate alcuni utili consigli d’acquisto che vi aiuteranno a individuare il modello più adatto al vostro micio.

Il peso e la taglia del gatto

La scelta di un guinzaglio per gatti dipende da alcuni fattori determinanti, a cominciare dalla taglia e dall’età dell’animale.

Più il felino è di grandi dimensioni, più è necessario dotarsi di un supporto stabile e resistente per bilanciare il suo peso e la sua forza. Viceversa, un cucciolo o un micio di piccola taglia potrà essere portato a spasso con un guinzaglio a catenella o in nylon senza grandi preoccupazioni.

Anche la pettorina deve essere a misura del gatto, senza stringere troppo l’addome né risultare eccessivamente larga per evitare che si liberi da solo.

Alcuni modelli venduti online e nei pet shop sono provvisti di imbracature regolabili che permettono di decidere quale parte del supporto stringere o allentare per consentire all’animale di muoversi liberamente senza avvertire dolore.

 

Gli accessori da abbinare al guinzaglio

Come già anticipato, l’utilizzo del miglior guinzaglio per gatti va sempre abbinato ad altri accessori per rendere la passeggiata più piacevole ed evitare, al contempo, che l’animale si liberi facilmente.

In genere, attaccare il guinzaglio direttamente al collare non è una buona idea, perché c’è il rischio che tirando il gatto si strozzi o riesca a sfilarlo facilmente.

Per evitare questi problemi è meglio optare per una pettorina che permetta di distribuire il carico sul torace del micio quando tira con forza. Sul mercato ci sono diversi modelli tra cui scegliere, alcuni hanno l’imbracatura imbottita, altri a fascia, altri ancora sono dotati di chiusura a velcro regolabile.

Le versioni a X – dette anche pettorine a 8 – sono costituite da due parti: una che va fissata al collo del gatto e l’altra sulla schiena in modo da scaricare tutta la tensione sulle scapole, mentre i modelli a H sono i più utilizzati e apprezzati sia dai gatti sia dai padroni perché più confortevoli e facili da indossare.

Altri accessori che si rivelano molto utili in termini di sicurezza e comfort sono: le strisce riflettenti, che aiutano a rendere visibile il micio anche al buio; le clip che permettono di fissare l’imbracatura alla cintura di sicurezza dell’auto o alla portiera per viaggiare in macchina senza pericolo che il gatto intralci il conducente; e i ganci per appendere i sacchetti igienici con cui raccogliere le deiezioni dell’animale (obbligo vigente anche per i proprietari di gatti).

Materiali e durata

Un’altra variabile che può aiutarvi a capire quale guinzaglio per gatti comprare è sicuramente il materiale con cui è realizzato. Questo aspetto è molto importante perché ne determina la qualità, la sicurezza e la durata nel tempo.

La pelle e il cuoio sono i più utilizzati nella realizzazione di questi accessori in virtù della loro particolare resistenza agli strappi e alla trazione, e anche se inizialmente sono più duri rispetto ad altri materiali, poi col tempo si ammorbidiscono in modo naturale senza però perdere la loro robustezza.

Per i cuccioli e i gatti di piccola taglia che non sono soliti tirare durante le passeggiate, la soluzione migliore sono i guinzagli in corda o nylon, caratterizzati da una struttura più morbida ed elastica.

A differenza dei precedenti sono anche più pratici e maneggevoli perché si possono avvolgere facilmente per ridurne al minimo l’ingombro e trasportarli agevolmente durante gli spostamenti, ma di contro non garantiscono un’impugnatura sicura come quella del cuoio e, se afferrati a mani nude quando sono in massima tensione, possono provocare dolorosi tagli e ferite.

Per quanto riguarda invece i guinzagli a pettorina, è preferibile scegliere un modello realizzato in tessuto traspirante che mantenga la temperatura corporea costante, garantendo un’ottimale termoregolazione sia in estate sia durante l’inverno, meglio ancora se dotato di rivestimento impermeabile per proteggere e riparare il gatto in caso di pioggia.

 

 

 

Come abituare un gatto al guinzaglio

 

Un gatto al guinzaglio? Sembrerà strano, eppure insegnare al proprio micio a passeggiare con guinzaglio e pettorina proprio come si fa con i cani è possibile, basta solo abituarlo fin da cucciolo. Vediamo allora i passi da seguire e alcuni consigli utili.

I primi passi al guinzaglio

Una volta acquistata la pettorina e scelto il guinzaglio da abbinare, fate abituare gradualmente il vostro gatto a indossarla. Inizialmente mettetegliela in casa per pochi minuti, aumentando man mano il tempo, e usate un rinforzo positivo quando la tiene senza fare storie, offrendogli qualche snack e facendogli carezze e complimenti.

Una volta che avrà familiarizzato con l’accessorio, aggiungete anche il guinzaglio seguendo lo stesso procedimento. Quando lo indossa, lasciatelo libero di camminare e trascinarlo in modo che non lo percepisca come una costrizione.

Quando si sarà abituato, potete prendere il guinzaglio e incoraggiare nuovamente l’animale a camminare dentro casa.

Cercate, però, di non tirarlo o strattonarlo quando vi muovete: inizialmente, seguite la sua andatura e lasciatelo andare dove vuole in modo da farlo sentire a suo agio, poi pian piano iniziate a guidarlo, prestando però attenzione a non tirare troppo il guinzaglio.

 

La prima passeggiata fuori casa

Anche se i gatti amano stare all’aperto basta davvero poco per spaventarli, soprattutto se non sono stati abituati a uscire per strada fin da cuccioli.

Per la prima uscita all’aperto scegliete un luogo tranquillo e isolato, come un cortile chiuso o un giardino privato, facendo una passeggiata breve (5-6 minuti al giorno), preferibilmente nelle giornate in cui il tempo è sereno e senza pioggia.

Quando il gatto comincerà a seguirvi fuori casa senza problemi, potrete recarvi in una zona residenziale tranquilla e con poche auto, preferendo un luogo più appartato con un muretto da cui il micio possa osservare l’ambiente che lo circonda.

Nella migliore delle ipotesi il vostro animale si muoverà incuriosito e vi seguirà senza problemi, ma se malauguratamente dovesse andare in freezing (ossia quando si immobilizza in risposta a un potenziale pericolo), sedetevi accanto a lui e cercate di tranquillizzarlo con qualche carezza o uno snack.

In ogni caso, tenete presente che è perfettamente normale se durante le prime uscite un gatto si limita a stare fermo o seduto, ma con un po’ di pazienza e nel rispetto dei suoi ritmi inizierà a sentirsi sicuro anche fuori dalla sua comfort zone e nei grandi spazi aperti.

Alcuni consigli utili

Una volta addestrato il gatto a uscire con il guinzaglio è bene non crearsi aspettative irrealistiche.

Pochissimi esemplari camminano accanto al loro padrone come i cani, quindi è più probabile che il vostro micio proceda davanti mentre voi lo seguite, oppure che si metta comodo su un muretto o sotto un cespuglio per osservare l’ambiente circostante.

In questi casi non bisogna forzarlo a lasciare il punto di osservazione che ha scelto, ma aspettare che decida di esplorare spontaneamente la zona una volta resosi conto che non ci sono pericoli. Inoltre, a differenza dei cani, i gatti sanno arrampicarsi e questo può costituire un potenziale pericolo nel caso in cui si trovi su un ramo e rimanga impigliato con il guinzaglio. Per evitare problemi di sorta è consigliabile portare con sé anche un trasportino, in modo da offrire un nascondiglio sicuro al proprio micio in caso di pericolo.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come si mette il guinzaglio per gatti?

Per mettere il guinzaglio al proprio gatto in modo corretto è sufficiente inserire la parte superiore della pettorina intorno alla testa e far scorrere la cinghia sotto il torace in modo da agganciarla dietro le zampe anteriori.

Ugualmente semplici da posizionare sono i modelli a X: per farli indossare correttamente al gatto non dovrete fare altro che sistemarlo a terra, con le fibbie rivolte verso il pavimento, e posizionarvi sopra l’animale assicurandovi che le zampe appoggino negli spazi separati dalla fascia che passerà poi sotto il torace. Scorrendo la pettorina verso l’alto potrete agganciare facilmente le fibbie sul dorso.

 

Come fare un guinzaglio per gatti fai da te?

Per realizzare un guinzaglio fai da te procuratevi: un cordoncino spesso, un nastrino di colore diverso, un moschettone, della colla a caldo e un pezzo di stoffa.

Il procedimento è molto semplice: per prima cosa infilate il cordone più grande nel moschettone e fatelo scorrere fino a metà, poi prendete il nastrino colorato e legatelo alla metà del cordone o direttamente al moschettone a seconda di come ritenete più comodo per fare la treccia.

In questo caso abbiamo deciso di realizzare una treccia semplice a tre fili, come quelle che si fanno con i capelli, ma se siete molto abili potete sbizzarrirvi e farne anche di più complicate.

Una volta arrivati alla fine, fissiamo le tre estremità con la colla a caldo e lasciamo asciugare.

A questo punto, formiamo un cappio nella parte opposta a quella del moschettone e fissiamolo sempre con la colla a caldo.

A questo punto, copriamo la chiusura del cappietto con della stoffa per abbellire il tutto e incolliamola con la colla.

Ripetiamo il procedimento sotto il moschettone e voilà… il nostro guinzaglio fai da te è pronto!

Quale taglia scegliere?

In genere, i guinzagli a pettorina della migliore marca sono disponibili in diverse misure e la scelta dipenderà dalla corporatura e dall’età del proprio animale domestico.

In linea di massima, la S è adatta ai cuccioli e ai gatti di piccola taglia (con una circonferenza del torace compresa tra 23 e 28 cm), mentre la M corrisponde alle corporature medie (27-36 cm).

Per i Maine Coon e le altre razze di grandi dimensioni consigliamo invece di prendere una L, che risulta ideale per gli esemplari con una misura toracica di 33-46 cm. Per andare sul sicuro, è bene scegliere una pettorina regolabile che permetta di adattare perfettamente l’accessorio attorno all’animale.

 

È obbligatorio vaccinare il gatto quando lo si porta a passeggio?

Premesso che un gatto non vaccinato è un gatto a rischio, il proprio micio va sempre protetto dalle malattie infettive gravi (e spesso anche letali), come la rinotracheite causata dall’Herpes virus, la calicivirosi e la panleucopenia (gastroenterite felina).

Considerati i gravi problemi di salute e la facilità di trasmissione di queste patologie, tutti i gatti che vengono portati all’aperto dovrebbero avere almeno la trivalente, anche per favorire l’immunità di gregge.

Inoltre, dal momento che alcune aree geografiche possono essere maggiormente soggette a malattie trasmissibili tramite pulci, zecche e flebotomi, dopo la valutazione veterinaria della prima visita, il medico potrà decidere di somministrare al felino altre vaccinazioni non obbligatorie, come quelle contro la FeLV (leucemia felina) e la clamidiosi.

Si può usare un guinzaglio per cani su un gatto?

Alcune aziende producono modelli polivalenti che vanno bene per tutti gli animali domestici, ma se avete un gatto è preferibile evitare i guinzagli estensibili (in genere venduti per i cani), perché nel caso in cui dovesse spaventarsi o cercare di scappare potrebbe rimanere impigliato nel guinzaglio stesso e rischiare di strozzarsi o ferirsi.

 

Quanto costa un guinzaglio per gatti?

Dipende dal modello, dai materiali con cui è realizzato e dagli accessori forniti in dotazione. In genere, i guinzagli corti dal design semplice hanno un costo più economico che difficilmente supera i 15 Euro, mentre i prodotti più elaborati e resistenti, che includono anche la pettorina, possono arrivare a cifre leggermente più elevate, tra i 20 e i 30 Euro.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI