Ultimo aggiornamento: 29.06.22

 

Lettiere per conigli – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Quando si decide di adottare un coniglio non basta garantirgli cibo e acqua a sufficienza, ma è necessario offrirgli uno spazio adeguato dove possa espletare i suoi bisogni corporali, senza appestare l’ambiente con odori sgradevoli. Insomma, per dirla in parole povere, vi conviene comprare una buona lettiera per conigli come quelle che vi presenteremo tra un attimo. Intanto, vi anticipiamo due prodotti: la Croci Vegetale ha un elevato potere assorbente ed è in grado di trattenere efficacemente sia i liquidi sia gli olezzi sgraditi, mentre la Virosac Ecologica è interamente realizzata con tutolo di mais per fornire un fondo dalla grana fine adatto anche ai conigli nani.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori lettiere per conigli – Classifica 2022

 

Qui di seguito abbiamo stilato una classifica che include le otto migliori lettiere per conigli del 2022. Per conoscerne caratteristiche, pregi e difetti date un’occhiata alla recensione che abbiamo scritto e confrontate i prezzi per individuare il prodotto più adatto alle vostre esigenze e possibilità di spesa.

 

 

1. Croci Lettiera Vegetale, 1 kg

 

Il primo articolo che vi proponiamo è la lettiera vegetale proposta da Croci, azienda italiana che da oltre trent’anni è un punto di riferimento per il settore pet in Italia e in Europa. Ottima anche come materiale da fondo per la gabbia di conigli e piccoli roditori, è una lettiera 100% naturale ottenuta da materie prime di origine vegetale, senza aggiunta di prodotti chimici né profumazioni artificiali.

I trucioli sono molto morbidi al tatto e non rischiano di provocare lesioni alle zampette degli animali né di rimanere attaccati al loro pelo, ma dal momento che hanno una consistenza leggermente polverosa molti padroni consigliano di associarli a materiali più compatti come il tutolo di mais.

La confezione da un chilo viene venduta a un prezzo molto conveniente e assicura una durata media di circa 3/4 settimane.

 

Pro

Naturale: La lettiera Croci è composta da materie prime di origine vegetale, non inquinanti e facilmente smaltibili con la raccolta differenziata domestica.

Morbida: I trucioli sono molto soffici e gradevoli per il coniglio, che riesce a scavare senza difficoltà.

Formato: La confezione da un chilo permette di riempire la cassettina igienica del coniglio per circa un mese.

 

Contro

Polvere: Secondo i pareri degli acquirenti l’unico inconveniente della lettiera è la sua consistenza leggermente polverosa, che potrebbe provocare lievi irritazioni alle vie respiratorie.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Virosac Lettiera Ecologica, Naturale e Biodegradabile

 

Un altro prodotto particolarmente apprezzato dai proprietari di conigli e piccoli roditori è la lettiera ecologica Virosac, venduta in confezione da otto litri a un prezzo non proprio economico ma comunque in linea con la buona qualità complessiva.

La sabbia è ottenuta dalla macinazione dei granuli di tutolo del mais, che vengono poi lavorati con una speciale biotecnologia che ne migliora la capacità di assorbire i liquidi e i cattivi odori.

Inoltre, grazie alla sua natura biodegradabile, si può smaltire direttamente nell’umido insieme ai bisogni dell’animale, eliminando così lo scomodo inconveniente di doverli separare dalla lettiera prima di gettarla nella spazzatura.

L’aroma al limone copre alla perfezione i cattivi odori emanati dalle deiezioni del coniglio ma, secondo alcuni, potrebbe infastidire l’animale perché molto forte e a tratti pungente. Per risolvere il problema, vi consigliamo di tenere il sacchetto aperto un paio di giorni prima dell’utilizzo per fare in modo che il profumo si attenui.

 

Pro

Biodegradabile: Composta esclusivamente da tutolo di mais, senza aggiunta di additivi e agenti tossici, questa lettiera può essere smaltita direttamente nell’umido o utilizzata come compost.

Efficace: Un’altra caratteristica che ci ha colpiti di questo prodotto è l’ottima resa: bastano, infatti, due centimetri di sabbietta per assorbire efficacemente gli odori e i liquidi.

Consistenza: I granelli non creano irritazione a contatto con la pelle e non sollevano polvere quando vengono smossi.

 

Contro

Profumo: La fragranza al limone potrebbe infastidire il coniglio e renderlo restio a usare la lettiera.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Cat’s Best Lettiera Universale 29761

 

Tra i prodotti più venduti e apprezzati del momento si colloca anche la lettiera universale a marchio Cat’s Best, ideale quando in casa ci sono animali di diverse specie perché adatta sia ai nostri amici felini sia a conigli, roditori e volatili.

Si tratta di un pellet completamente naturale e biodegradabile perché ottenuto esclusivamente dalla lavorazione degli scarti del legno di abete, senza aggiunta di additivi e sostanze chimiche che potrebbero nuocere all’animale, risultando quindi sicuro anche se il coniglio lo rosicchia.

I granuli hanno una grana molto fine e riescono a trattenere bene gli odori, assicurando anche un’elevata capacità assorbente che contribuisce a migliorare l’igiene della lettiera stessa.

Il prodotto è venduto in una confezione da venti litri e può durare anche fino a due mesi, così da avere una buona scorta in casa ed evitare di dover effettuare un nuovo acquisto nel giro di poche settimane.

 

Pro

Conveniente: Facendo una comparazione con altri pellet di puro abete disponibili in commercio, la lettiera Cat’s Best risalta per l’ottimo rapporto tra qualità, quantità e prezzo.

Efficace: Le fibre vegetali assorbono rapidamente i liquidi, mentre gli enzimi fitochimici neutralizzano efficacemente i cattivi odori.

Durata: Il formato da venti litri assicura fino a otto settimane di igiene al vostro coniglietto.

 

Contro

Contenitore: Per evitare che i granelli cadano fuori dalla cassetta e vengano sparsi in giro per casa si consiglia di utilizzare un contenitore dai bordi alti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Vitakraft Lettiera per roditori 25036

 

La lettiera in legno naturale non trattato di Vitakraft è realizzata con corteccia di conifere, trucioli di latifoglie rosse e foglie di erbe assortite per creare una base morbida e soffice che favorisca il benessere dei nostri amici animali.

Oltre a non provocare irritazioni e fastidi a contatto con le zampine dei conigli, rilascia un gradevole profumo vegetale che rende più piacevole l’utilizzo della lettiera, evitando al contempo che i cattivi odori si diffondano per casa.

La consistenza dei trucioli è abbastanza fine e crea degli agglomerati piatti che facilitano la pulizia della toilette, consentendo di rimuovere agevolmente i bisogni dell’animale con una paletta. Buona anche la resa della confezione da sessanta litri, che permette di riempire la cassetta igienica fino a dodici settimane e viene proposta a un prezzo molto conveniente.

 

Pro

Materiali: La lettiera Vitakraft è interamente realizzata in legno naturale non trattato per essere rispettosa della salute e del benessere dei nostri amici animali.

Anti-odore: I granuli trattengono in modo efficace i cattivi odori e non creano fastidi ai conigli perché molto morbidi e privi di aromi artificiali.

Pulizia: Si agglomera bene con i liquidi e assorbe efficacemente l’umidità delle feci in modo che si possano raccogliere senza difficoltà con una tradizionale paletta.

 

Contro

Dimensioni: Alcuni acquirenti, all’apertura della confezione, hanno riscontrato la presenza di alcuni trucioli piuttosto grandicelli e appuntiti che potrebbero provocare lesioni alle zampette delicate del coniglio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Back 2 Nature Lettiera per Piccoli Animali

 

Se puntate alla qualità più che ai prezzi bassi vi consigliamo di tenere d’occhio la lettiera di Back 2 Nature, venduta in confezione da venti litri e composta da pellet di carta ammorbiditi, privi di sostanze tossiche per i conigli e i piccoli roditori.

La consistenza morbida e compatta dei granuli risulta molto confortevole a contatto con le zampe dell’animale e consente di cambiare la sabbietta senza sporcare il contenitore né sollevare polvere.

Inoltre, garantisce una buona durata tra una pulizia e l’altra e presenta ottime proprietà filtranti che permettono ai liquidi di depositarsi sul fondo della cassetta lasciando la superficie perfettamente asciutta anche fino a una settimana.

Il prezzo del formato da tre chilogrammi è leggermente alto rispetto alla media di mercato, ma comunque giustificato dalla buona qualità del pellet, che non crea problemi nemmeno nel caso in cui il coniglio dovesse rosicchiare i granuli.

 

Pro

Qualità: La lettiera Back 2 Nature ha un elevato potere assorbente ed è in grado di trattenere efficacemente sia i liquidi sia i cattivi odori.

Pulizia: Dal momento che i granuli non sono polverosi, non si correre il rischio di sporcare la gabbia né di sollevare polvere quando si sostituisce la sabbietta.

Sicuri: Questi pellet di carta non vedono l’aggiunta di additivi e sostanze chimiche di sintesi per garantire igiene e sicurezza ai nostri amici animali.

 

Contro

Prezzo alto: In comparazione con altri prodotti simili, questa lettiera non è di certo la più economica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Padovan Lettiera Igienica al Limone per Piccoli Animali

 

Se state cercando un buon compromesso tra qualità e prezzo l’offerta su cui puntare è sicuramente quella di Padovan, che oggi ci propone una lettiera igienica per piccoli animali domestici a un costo davvero allettante.

Si può acquistare il formato da 14 o 56 litri così da avere una fornitura adeguata alle proprie esigenze, con l’ulteriore possibilità di poter scegliere tra due diverse profumazioni, al limone o alla mela verde, a seconda dei gusti e della sensibilità agli odori del proprio animale

Le fragranze sono molto tenui e delicate, quindi non risultano fastidiose né per i conigli né per il nostro naso. Inoltre, grazie alla grana fine della sabbietta, l’assorbimento dei liquidi e dei cattivi odori è istantaneo, rendendo di conseguenza più facile la rimozione delle feci e degli agglomerati di urina. Tuttavia, dal momento che i granuli sono molto leggeri, non li riteniamo adatti ai conigli che amano scavare, poiché tendono a sparpagliarsi facilmente in giro per casa.

 

Pro

Assorbente: Rispetto ad altre lettiere, questi trucioli non fanno polvere e assorbono rapidamente i liquidi, creando dei grumi molto sottili che non sporcano la vaschetta.

Formati: A seconda delle esigenze si può scegliere la confezione da 14 o 56 litri.

Profumo: Sia la fragranza al limone sia quella alla mela verde sono molto delicate e non creano alcun fastidio all’animale.

 

Contro

Leggeri: Trattandosi di granelli molto sottili e leggeri, possono facilmente fuoriuscire dalla vaschetta se il coniglio, in seguito all’evacuazione, va a raspare la zona.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Cubetto Lettiera in Pellet per Roditori

 

Il pellet per roditori e conigli proposto da Cubetto ha un’ottima capacità assorbente e viene venduto in un pratico formato da otto litri garantendo una durata di circa 4-5 settimane.

Anche se non si tratta di una lettiera agglomerante, i granuli assorbono efficacemente i liquidi e si possono tranquillamente smaltire con i rifiuti organici insieme alle deiezioni del coniglio perché realizzati solo con materie prime di origine naturale completamente biodegradabili e compostabili.

L’unico inconveniente è che si sbriciolano quando sono bagnati, con il conseguente rischio che rimangano attaccati al pelo umido e alle zampine del coniglio, spargendosi al di fuori della vaschetta. A eccezione di questo piccolo difetto, per il resto possiamo considerarla una lettiera di buona qualità che svolge bene il suo lavoro e neutralizza efficacemente anche i cattivi odori.

 

Pro

Naturale: La lettiera Cubetto è realizzata con materiali compostabili al 100% e può essere smaltita nell’umido oppure sparsa direttamente sul terreno o in giardino come compost.

Non fa polvere: Il prodotto è a basso contenuto di polvere, quindi non crea irritazione agli occhi né alle vie respiratorie.

Confortevole: A differenza di altri pellet, questi cilindretti sono abbastanza piccoli e quindi più confortevoli sotto le zampette degli animali.

 

Contro

Si sbriciolano: Quando i granuli si bagnano assumono una consistenza molto friabile e rischiano di rimanere impigliati tra i peli e le zampe del coniglio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Chipsi Family Lettiera per Piccoli Animali 20 L

 

L’ultimo prodotto che vi proponiamo è la lettiera in pellet 100% vegetale proposta da Chipsi Family. I cilindretti assorbono bene l’umidità e intrappolano i cattivi odori, mentre il maxi formato da venti litri assicura una buona durata tra una pulizia e un’altra, permettendo anche un notevole risparmio grazie al prezzo di vendita molto conveniente.

Inoltre non lascia nessuna patina di polvere sugli oggetti nemmeno quando si svuota la vaschetta, il che è sicuramente un grosso vantaggio per chi non ha molto tempo da dedicare alle faccende domestiche.

L’odore naturale di questi granuli è così gradevole e allettante che alcuni animali preferiscono rosicchiarli piuttosto che farci i loro bisogni. Ma non temete, perché non sono tossici e non provocano alcun disturbo digestivo quando ingeriti.

 

Pro

Sicurezza: La lettiera Chipsi Family è costituita solo da fibre vegetali e non contiene additivi, quindi è atossica e sicura sia per il vostro animale e sia per la vostra famiglia.

Quantità/prezzo: La confezione da venti litri assicura una buona durata ed è venduta a un prezzo accessibile.

Odore: I pellet, pur essendo privi di aromi artificiali, emanano un buon profumo di legno che piace sia ai conigli sia ai piccoli roditori.

 

Contro

Consistenza: Dal momento che i granuli sono piuttosto leggeri e tendono a sbriciolarsi a contatto con i liquidi, possono essere sparsi facilmente in tutta casa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una lettiera per conigli

 

Dopo avervi mostrato i prodotti che abbiamo scelto di inserire nei nostri consigli d’acquisto, è nostra intenzione spiegare come scegliere una buona lettiera per conigli tra le tante offerte disponibili sul mercato. Per questo abbiamo preparato una breve guida che vi aiuterà nel compito fornendovi tutte le informazioni necessarie, a partire dalle diverse tipologie in commercio fino alle caratteristiche che le contraddistinguono.

Cominciamo dal contenitore

Prima di spiegarvi come e dove acquistare una lettiera per conigli, riteniamo sia opportuno spendere due parole in merito alla scelta della cassetta igienica. A tal proposito, si deve innanzitutto precisare quanto sia importante che la vaschetta sia sufficientemente alta da contenere l’urina e le feci dell’animale, ma anche abbastanza ampia da permettergli di muoversi comodamente al suo interno.

Quindi, non si tratta tanto di trovare la migliore marca in circolazione, quanto di individuare un modello che assicuri comodità al coniglio e, al contempo, non vi costringa a fare grossi sacrifici dal punto di vista economico.

Un’altra caratteristica da ricercare in una buona cassetta igienica è senza dubbio la presenza di un lato posteriore rialzato. In seguito all’evacuazione, i conigli sono soliti raspare i punti dove hanno lasciato i loro bisogni, quindi se non ci fosse il rialzo le deiezioni potrebbero fuoriuscire dal contenitore, provocando un vero e proprio disastro in casa.

Il lato anteriore, invece, deve risultare più basso per dare la possibilità al coniglio di accedere alla toilette in modo agevole. Se la gabbia in cui è solito trascorre il suo tempo è abbastanza grande, si può anche posizionare la lettiera in un angolo della stessa.

Sono assolutamente sconsigliati i modelli con griglia che, oltre a non garantire una corretta distribuzione del peso dell’animale, potrebbero provocare ferite e lesioni alle sue zampe. Inoltre, se le unghie del coniglio sono più lunghe del dovuto, possono incastrarsi nei fori della griglia con il rischio che si spezzino provocandogli dolore e sanguinamento.

 

Quali caratteristiche dovrebbe avere una buona lettiera per conigli?

Una volta individuata la cassetta igienica più adatta alle necessità del proprio coniglio, occorre scegliere la lettiera giusta. Innanzitutto, un buon materiale di fondo deve avere un elevato potere assorbente per trattenere efficacemente i liquidi e gli odori sgradevoli generati dalle deiezioni.

Se non avete molto tempo da dedicare alla pulizia della toilette, potreste anche optare per un tipo di sabbiolina “agglomerante”. Questi prodotti sono composti principalmente da bentonite, un minerale argilloso costituito da strati di montmorillonite, calcio e sodio che, a contatto con i liquidi, forma dei grumi compatti che si possono rimuovere facilmente con una paletta.

Allo stesso modo è importante che il prodotto scelto non contenga sostanze tossiche per il coniglio e sia completamente inodore, in modo da non infastidirlo durante l’espletamento delle sue necessità fisiologiche.

Infine, bisogna prestare attenzione anche alla consistenza dei granuli, ricordando che una sabbia troppo sottile potrebbe attaccarsi facilmente alle zampe e al pelo umido dell’animale, che a sua volta potrebbe disseminare in giro per casa.

I materiali più indicati

Dal momento che i conigli amano mangiare e fare i propri bisogni contemporaneamente, è fondamentale scegliere una lettiera di buona qualità che non gli faccia male qualora dovessero ingerirla.

A tal proposito, un’ottima soluzione è il pellet di legno 100% naturale perché inodore, atossico e caratterizzato da un elevato potere assorbente. Per risparmiare qualcosina si può anche acquistare il pellet comunemente utilizzato per le stufe che, in genere, viene venduto a prezzi bassi rispetto ai prodotti specifici per animali, pur avendo la stessa composizione.

In alternativa si può utilizzare anche la fibra di cocco, che ha una capacità di assorbimento maggiore ed è completamente commestibile, quindi non crea problemi se il coniglio la ingerisce.

Anche la segatura e i trucioli di legno assorbono bene i liquidi e trattengono in modo efficace i cattivi odori, ma a differenza degli altri materiali hanno una consistenza più polverosa e potrebbero, pertanto, irritare gli occhi e le vie respiratorie dell’animale.

Inoltre, si tratta di un tipo di lettiera che dev’essere cambiata con una certa frequente perché, una volta impregnata, l’urina tende a ristagnare e a non asciugarsi, provocando bruciature, perdita di pelo e pododermatiti a causa dell’elevato contenuto di ammoniaca.

Una scelta più ecologica e sicura è sicuramente il fieno, che nei negozi di animali viene venduto principalmente come alimento per conigli, ma può essere utilizzato anche come materiale di fondo delle gabbie e delle cassette igieniche.

Oltre ad avere un profumo molto gradevole che copre bene i cattivi odori, permette di creare gallerie e cunicoli dove l’animale possa rifugiarsi in caso di necessità. Tuttavia, dal momento che non è particolarmente assorbente, si rivela utile associarlo ad altri materiali più efficaci da questo punto di vista, come i trucioli e il tutolo di mais.

 

 

 

Come utilizzare una lettiera per conigli

 

Pur scegliendo la migliore lettiera per conigli, se vogliamo che il nostro animale la usi dobbiamo prepararla e pulirla in maniera corretta.

Quale contenitore usare

Proprio come i gatti, anche i conigli sono tra gli animali domestici più puliti, visto che trascorrono gran parte del loro tempo a leccarsi e lisciarsi il pelo. Pertanto, la pulizia diventa fondamentale per il benessere di questi piccoli e teneri roditori, anche perché, trattandosi di animali preda, permette loro di eliminare gli odori estranei che potrebbero esporli alla percezione dei predatori.

Partendo dalla scelta del contenitore, è molto importante che sia il più pratico, funzionale e comodo possibile per il coniglio. Vanno bene sia le tradizionali cassette rettangolari (come quelle che si usano per i gatti) sia le basi delle gabbie, purché siano ampie e con bordi alti.

Sono, invece, sconsigliati i contenitori ad angolo e quelli con griglia perché, oltre a essere troppo piccoli, potrebbero causare lesioni alle zampe.

 

Come invogliare il coniglio a usare la lettiera

Dal momento che ai conigli piace sgranocchiare qualcosa mentre sono nella “toilette”, per incoraggiare il nostro nuovo amico a usare correttamente lo spazio adibito a tale scopo una buona strategia potrebbe essere quella di mettere del fieno di buona qualità nel contenitore in modo da attirarlo nella lettiera.

Se, nonostante questo espediente, l’animale dovesse essere ancora restio a utilizzarla, possiamo raccogliere un po’ delle sue feci e distribuirle all’interno del contenitore che, in questo modo, si impregnerà dell’odore del coniglio, inducendolo così a pensare che sia il posto giusto dove espletare i propri bisogni.

Altro trucco molto valido è disporre diversi contenitori nelle aree dove l’animale trascorre gran parte del suo tempo quando è fuori dalla gabbia: maggiore sarà il numero di lettiere che avrà a disposizione, maggiori saranno le probabilità che le usi in caso di necessità.

 

Preparare la lettiera

Come dicevamo, il coniglio è solito mangiare dove fa i bisogni, per cui anche se la lettiera non è commestibile, qualora la ingerisse non deve fargli male.

Pertanto, se avete scelto una buona lettiera per conigli il primo passo è già fatto e non vi resta altro da fare che preparare la cassettina, foderando la base con un foglio di giornale ripiegato per agevolare le successive operazioni di pulizia, e coprendolo con circa 2-3 cm di materiale.

Non è necessario che lo strato sia molto profondo poiché, a differenza dei gatti, i conigli non sono soliti sotterrare le loro feci, abitudine che tra l’altro ne facilita la rimozione giornaliera.

Come pulire la lettiera

Pulire la lettiera del coniglio non è un’operazione difficile, ma è comunque opportuno adottare qualche accortezza in più per essere certi di rimuovere tutto lo sporco e i cattivi odori. Per quanto riguarda le tempistiche, se proprio non potete pulirla tutti i giorni è importante farlo almeno due volte la settimana, rimuovendo gli accumuli di pipì e pupù almeno ogni due giorni.

Una volta gettata via tutta la sabbietta, bisogna detergere a fondo la vaschetta, prestando attenzione anche ai bordi e agli angoli. A tal proposito, l’utilizzo della candeggina è sempre sconsigliamo a causa del suo odore molto forte e pungente che potrebbe infastidire il roditore.

Pertanto è preferibile ricorrere a semplici soluzioni casalinghe, come il detersivo per piatti mescolato ad acqua calda in modo da sgrassare per bene le superfici. Per eliminare cattivi odori ed eventuali incrostazioni si può anche versare dell’aceto bianco nella vaschetta e lasciarlo agire per una trentina di minuti prima di risciacquare con abbondante acqua calda.

Se non amate l’odore dell’aceto potete sostituirlo anche con del bicarbonato di sodio, versandone tre o quattro cucchiai sul fondo del contenitore vuoto insieme a una piccola quantità di acqua tiepida.

Per una maggiore igiene, dopo aver pulito la vaschetta potete strofinare le pareti e la base con un panno imbevuto di acqua ossigenata, così da rimuovere potenziali cariche batteriche ed eliminare anche la più piccola traccia di cattivo odore.

Terminata la pulizia, bisogna asciugare con cura il contenitore prima di versare uno strato pulito di lettiera, magari aggiungendo anche qualche goccia di olio essenziale di tea tree o di lavanda per prevenire la formazione di odori sgradevoli.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Cosa si può usare come lettiera per conigli?

Se non avete ancora deciso quale lettiera per conigli comprare o semplicemente l’avete finita, potete usare la segatura, il fieno oppure la paglia. Tra questi, il materiale migliore è sicuramente la paglia perché, oltre a essere molto soffice ed elastica, è in grado di trattenere il calore quando fa freddo, senza contare che il coniglio potrà rosicchiarla in tutta sicurezza mentre espleta i suoi bisogni fisiologici.

 

Come costruire una lettiera per conigli?

Creare una lettiera per conigli fai da te è un’operazione abbastanza semplice, economica e alla portata di tutti, ma per ottenere un buon risultato è importante combinare la maggior assorbenza possibile all’utilizzo di materiali di buona qualità e soprattutto sicuri per l’animale.

Per prima cosa, procuratevi un contenitore rettangolare in plastica dura (andrà benissimo anche la base di una vecchia gabbietta per conigli), un po’ di fieno e del pellet in carta riciclata oppure quello utilizzato per le stufe.

Quindi, disponete uno strato di materiale alto circa 2-3 cm sul fondo della vaschetta, aggiungete una manciata di fieno per incoraggiare l’animale a usare la nuova cassetta igienica, e voilà: l’angolino di “prato” quotidiano per il vostro coniglietto è pronto!

Si possono usare i pellet come lettiera per conigli?

Grazie all’elevato potere assorbente e alla sua natura atossica (non causa problemi nemmeno se ingerito), il pellet è sicuramente uno dei migliori materiali da fondo per i piccoli animali domestici, senza contare che è anche più economico rispetto ad altri prodotti venduti online e nei pet shop.

Anche se in commercio sono disponibili sacchi di pellet specifici per conigli, in genere si tratta dello stesso materiale utilizzato come combustibile per stufe e camini, che ha un costo al chilo decisamente inferiore. Pertanto, è possibile usare anche il tradizionale pellet per stufe, purché ci si assicuri che il contenuto sia legno al 100%.

 

Quando cambiare la lettiera del coniglio?

In linea di massima, la lettiera di un coniglio andrebbe pulita ogni giorno, rimuovendo tutti i residui organici, e la cassetta igienica svuotata completamente e riempita con sabbia pulita almeno una volta la settimana.

Questo perché ai conigli piacciono gli ambienti puliti e gradiscono che la loro toilette non emani cattivi odori.

 

Dove posizionare la lettiera per conigli?

Quando si accoglie un coniglio in casa per la prima volta è normale che urini e lasci le proprie feci in giro per marcare il nuovo territorio con il proprio odore. Pertanto, l’ideale sarebbe posizionare la cassetta igienica con la lettiera negli angoli che l’animale ha scelto spontaneamente.

Tuttavia, laddove questo non sia compatibile con la gestione degli spazi e degli arredi, magari perché il coniglio ha deciso di fare i propri bisogni davanti allo sportello del frigorifero o al box doccia, si può disporre la vaschetta nella zona in cui è solito trascorre gran parte del suo tempo quando è fuori dalla gabbia.

L’importante è evitare aree molto rumorose o frequentate da altri animali che potrebbero dare fastidio al coniglio, minandone la tranquillità.

 

Dove si butta la lettiera per conigli?

Il sistema di smaltimento delle lettiere varia a seconda della loro composizione chimica. La sabbietta tradizionale va separata dalle deiezioni (che andranno conferite nell’umido) e buttata nel bidone dell’indifferenziato.

Diverso, invece, il discorso relativo alle lettiere biodegradabili, che possono essere realizzate con materiali compostabili differenti come argilla, trucioli, paglia e sabbia. In questi casi, quindi, la lettiera usata può essere smaltita tranquillamente con l’umido, senza bisogno di rimuovere preventivamente gli escrementi dell’animale.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI