Ultimo aggiornamento: 04.12.21

 

Facili da gestire, non creano problemi al guinzaglio e sono generalmente più mansueti. Scopriamo insieme quali sono i cani più adeguati alla convivenza con i bambini.

 

Vi piacerebbe avere un cucciolo ma temete possa rappresentare un impegno troppo grande per le vostre possibilità? Oppure i vostri bambini stanno battendo i piedi a terra poiché vorrebbero a tutti i costi un “fratellino” a quattro zampe? In entrambi i casi, questo articolo potrebbe esservi particolarmente utile, poiché vi spiegheremo quali sono le razze più adatte alla vita familiare.

Prima di elencarle però e parlare di pregi e difetti di ognuna di loro, è necessario considerare che un animale è pur sempre un essere vivente, con i suoi bisogni fisiologici, mentali e fisici. Dunque, al pari di uno di media grandezza anche un cane piccola taglia necessita delle stesse identiche cure, che vi sembreranno più semplici da gestire solo a causa della stazza ridotta. Ciò implica uscite quotidiane, due o tre pasti giornalieri, svago, toelettature e visite dal veterinario.

Ricordiamo inoltre, che le razze di cani piccoli, soprattutto a pelo lungo, non hanno affatto bisogno del cappotto, né d’inverno né tantomeno d’estate, e non andrebbero trattati come dei peluche o umanizzati. Fatte queste premesse, vi elenchiamo di seguito quelle più adatte a famiglie con bambini.

 

Barboncino

Ricci, affabili e ben predisposti alla vita in appartamento, Barboni (grande mole, medio, nano e toy) sono i cani da compagnia più apprezzati al mondo proprio grazie al loro carattere estremamente docile.

Sono senza dubbio adatti ai bambini, ai quali però andrebbe sempre insegnato il giusto approccio nei loro confronti, a partire dalla cura del pelo a crescita continua. Ciò implica dunque visite mensili o bimestrali dal toelettatore e spazzolate quotidiane a casa: una buona idea è rappresentata dall’acquisto di una tosatrice per cani da poter utilizzare in casi di emergenza.

Maltese

Amichevole e affettuoso, questo piccolo esemplare dal pelo lungo e liscio è perfetto per le famiglie in cerca di un cane gestibile in presenza di bambini. Tuttavia, proprio come il Barboncino il suo mantello necessita di molte cure, affinché sia sempre pulito e privo di nodi.

 

Cavalier King Charles Spaniel e King Charles Spaniel

Tra i cani taglia media e piccola, ci sono due esemplari che vincono il premio per affettuosità e pacatezza. Derivano dai Setter di tipo Spaniel, ma a causa di un’antica e bizzarra legge inglese che prevedeva l’uccisione degli esemplari troppo grandi, gli allevatori cominciarono a selezionarli sempre più piccoli, fino a raggiungere quello che all’epoca era conosciuto come English Toy Spaniel. Sono dolci, docili, vanno d’accordo con qualsiasi animale ed è immenso il loro amore nei confronti del proprietario.

 

Bichon Frisè

Nell’elenco dei cani piccoli che non crescono possiamo far rientrare senza ombra di dubbio anche questo esemplare dalle dimensioni piuttosto ridotte, derivante probabilmente, come il Maltese e il Bolognese, dal Barbone. Ebbe un’enorme diffusione in Europa durante il 1300, tuttavia, è molto probabile che questa razza sia molto più antica, risalente probabilmente al 600 a.C.

Boston Terrier

Tra i cani piccola taglia più apprezzati dalle famiglie con pargoli o senza, vi è proprio questo piccolo molossoide americano, che nonostante fosse stato originariamente selezionato per combattere è tutt’oggi una delle migliori razze da compagnia di dimensioni ridotte.

Ha un carattere forte, giocoso, estremamente intelligente e fedele al proprietario, il Boston Terrier non mostra quasi mai aggressività, è equilibrato con gli altri animali e tollera ben volentieri la presenza di bambini.

 

Bouledogue Francese

Da non confondere con il precedente, caratterizzato da una forma più snella e da zampe slanciate, questi cani piccoli sono i protagonisti di una vera e propria moda che spopola in tutto il mondo.

Peccato che la maggior parte delle colorazioni in circolazione definite “exotic”, come per esempio grigio blu, merle, pezzati bianco e blu o blu tan, non siano affatto riconosciuti dall’ENCI, poiché sono causate da anomalie genetiche che provocano numerose patologie.

Tuttavia, caratterialmente sono molto buoni con i bambini e non richiedono lunghe passeggiate, soprattutto d’estate, periodo in cui è necessario prestare molta attenzione alla loro salute.

 

Carlino

C’è chi li definisce cani belli, ma chi siamo noi per dissentire? Il Pug, termine inglese con cui viene identificato il Carlino, è una razza probabilmente originaria della Cina dalla quale attraverso la Via della Seta è giunta fino in Europa, in particolare nei Paesi Bassi, dove divenne simbolo dei patrioti.
È un esemplare piccolo, compatto, col muso schiacciato e gli occhi tondi e sporgenti, che lo fa somigliare a tutto fuorché un cane.

Eppure, si tratta di una delle razze più apprezzate dalle famiglie con bambini, poiché ha un carattere allegro, docile e affettuoso con tutti componenti, compresi i gatti o gli altri cani. Se non ben allevato però, può soffrire di diverse patologie a carico del sistema respiratorio e cardiaco, problematiche comuni a tutte le razze brachicefale.

Chihuahua

Se cercate un cagnolino piccolo, quasi microscopico e “da borsetta”, con un peso specifico di circa 1,5 kg, forse questa razza potrebbe rappresentare la scelta migliore per voi. Tuttavia, prima di acquistare un Chihuahua a occhi chiusi è necessario considerare alcuni fattori: mini non vuol dire indistruttibile, anzi, probabilmente si tratta di uno degli esemplari più delicati al mondo, che rischiano di essere schiacciati per sbaglio da adulti e bambini, soprattutto quando quest’ultimi tendono a essere piuttosto irruenti. Inoltre, pur essendo affabili e fedeli con il proprietario, con il quale tendono ad avere un attaccamento talvolta morboso, sono dei piccoli abbaioni e tendono a fare la guardia e a mostrarsi impettiti anche di fronte a cani decisamente più grossi di loro.

 

Lhasa Apso

Questi cani taglia piccola sono originari della Cina, in particolare della regione del Tibet, dove grazie al suo lungo e folto mantello sono in grado di resistere alle temperature più estreme. Molto simile al Tibetan Terrier, anche il Lhasa Apso necessita di una toelettatura giornaliera affinché la sua chioma sia sempre liscia e priva di nodi.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI