Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Principale vantaggio

Royal Canin Diabetic è un pasto equilibrato ad alto contenuto proteico, contiene pochi carboidrati ed è ipocalorico. Si tratta di cibo secco che si presenta in commercio nella sua pratica confezione salvafreschezza. In questo modo potrete mantenere inalterate tutte le proprietà dell’alimento, anche dopo aver aperto il sacchetto.

 

Principale svantaggio

Queste crocchette sono realizzate appositamente per i cani che soffrono di diabete, pertanto il prodotto non ha molta varietà di gusti. In pratica se desiderate insaporire il pasto di Fido, dovrete mescolare i croccantini con dell’altro cibo.

 

Verdetto: 9.4/10

Le crocchette Royal Canin Diabetic risultano abbastanza appetitose e grazie agli ingredienti contenuti al loro interno, potrete tenere facilmente sotto controllo i valori della glicemia del vostro amico peloso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Marchio affidabile

Royal Canin è un marchio appartenente al gruppo Mars, molto noto nel mondo. Si tratta di un’azienda leader, specializzata nella produzione e distribuzione di cibo per cani e per gatti di alta qualità. Il brand è francese ed è stato fondato nel 1967 a Gallargues-le-Montueux in Gard dal veterinario nutrizionista Jean Cathary.

Tutti gli ingredienti dell’alimento sono selezionati scrupolosamente, al fine di offrire un pasto sano e genuino ai nostri amici a quattro zampe.

È risaputo che Fido è il migliore amico dell’uomo, non solo perché è un animale che fa compagnia ma anche per i grandi effetti benefici che è in grado di offrire al cuore e alla mente delle persone.

I cani non vedono l’ora di farci le feste quando torniamo a casa dopo una lunga giornata di lavoro e proprio per tutti questi motivi, come possiamo ripagare il loro amore incondizionato nei nostri confronti se non trattandoli nel migliore dei modi?

Purtroppo, a causa della fretta o della smania di risparmio, non sempre si presta la giusta attenzione nella scelta del cibo per gli animali. Spesso non si tiene conto della qualità del prodotto e non si considera il fatto che tale fattore può incidere negativamente sulla salute del nostro amico peloso.

Royal Canin offre una vasta gamma di prodotti di qualità e le crocchette Diabetic ne sono un esempio.

Alimento sano

Quando si sceglie il cibo per Fido, è necessario prestare molta attenzione alla qualità del prodotto e non solo. Ogni cane ha un fabbisogno nutrizionale diverso, che deve essere valutato in base alla taglia, al peso, all’età e alla presenza di eventuali condizioni cliniche.

Se il vostro amico peloso soffre di diabete e non sapete quale cibo per cani acquistare, Royal Canin Diabetic potrebbe fare al caso vostro. Si tratta di un alimento secco a base di crocchette, realizzate appositamente per i quadrupedi affetti da questa patologia e dei quali occorre tenere sotto controllo i valori della glicemia.

I croccantini sono ad alto contenuto proteico e sono poveri di carboidrati, inoltre il livello di calorie è molto ridotto.

Nonostante si tratti di un prodotto che manca di varietà di gusti, le crocchette risultano abbastanza appetitose. Se volete aggiungere sapore al pasto di Fido, potete mescolarle con altri alimenti adatti alla dieta dell’animale.

In poche parole si tratta di un cibo secco perfettamente equilibrato, che è in grado di offrire al cane tutti gli elementi nutrizionali di cui ha bisogno, rispettando la salute del quadrupede e la sua condizione clinica.

 

Confezione pratica

Quando si acquista del cibo per cani, specialmente delle crocchette in confezioni grandi, uno dei problemi che si riscontra maggiormente, è la chiusura del sacco una volta aperto.

In effetti, quando la confezione deve essere riaperta più volte per prelevare la razione giornaliera di croccantini per Fido, è preferibile che questa sia dotata di sistema di chiusura ermetico, onde evitare eventuali alterazioni dell’alimento.

Royal Canin Diabetic si presenta in commercio in diversi formati convenienza. In questo caso vi proponiamo il pratico sacchetto da 1,5 kg con chiusura salvafreschezza, che consente di preservare tutte le proprietà e la fragranza del mangime.

Un altro lato positivo di questo formato consiste nella praticità di utilizzo, in quanto il peso ridotto della confezione non implica l’impiego di grandi sforzi quando occorre maneggiare il sacchetto.

Diversamente, se per una questione di convenienza decidete di optare per il sacco da 7 kg o per quello da 12 kg, sarà necessario utilizzare una sessola per alimenti.

Per quanto riguarda il prezzo di Royal Canin Diabetic, c’è da dire che solitamente, i cibi specifici per cani diabetici, hanno un costo più alto rispetto a quello dei cibi normali; tuttavia il prodotto non è molto caro e risulta abbastanza accessibile.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Principale vantaggio

Oasy One Protein è un alimento completo, composto da gustose crocchette preparate con ingredienti naturali di alta qualità. Il prodotto è privo di OMG e di soia e questo lo rende un cibo adatto a tutti i cani, inclusi quelli che soffrono di intolleranze e di allergie alimentari.

 

Principale svantaggio

Nonostante il costo di queste crocchette risulti abbastanza contenuto rispetto a quello di altri cibi secchi più noti, il prezzo del prodotto non è propriamente basso e ciò potrebbe far desistere alcuni utenti dall’acquistarlo.

 

Verdetto: 9.5/10

Le crocchette Oasy One Protein sono molto apprezzate dal palato dei nostri amici a quattro zampe e grazie alla genuinità degli ingredienti, il prodotto risulta ben digeribile. Si tratta di un cibo secco per cani sano, che appaga appieno l’appetito di Fido dopo ogni pasto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Prodotto di qualità

Fido, come ogni animale domestico, soprattutto carnivoro, ha un fabbisogno nutrizionale giornaliero che deve essere soddisfatto in maniera specifica. Questo perché l’animale necessita di alcuni elementi nutritivi indispensabili per la sua crescita e per rafforzare le difese immunitarie.

Un cibo per cani, per essere buono, deve garantire all’animale il giusto apporto di proteine, vitamine, calcio, calorie, ecc. Chiaramente un buon alimento deve essere realizzato con ingredienti di buona qualità e risultare gustoso al palato dei nostri amici a quattro zampe.

One Protein soddisfa tutti questi requisiti e rispetta l’organismo del quadrupede. Oasy è un marchio che tiene molto alla salute dei nostri piccoli e grandi animali, infatti seleziona sempre con cura gli ingredienti dei suoi prodotti, al fine di offrire a cani e gatti dei cibi sani e nutrienti.

In pratica è un’azienda che presta molta attenzione a suoi clienti e che tiene conto del fatto che ognuno di loro ha delle esigenze differenti, in base alle varie fasi della vita.

Ingredienti selezionati

Se siete alla ricerca del miglior cibo per cani secco da inserire nella dieta del vostro amico a quattro zampe One Protein di Oasy potrebbe fare al caso vostro. Si tratta di gustose crocchette al salmone, indicate particolarmente a coloro che hanno dei cani adulti di taglia grande.
L’alimento è preparato con ingredienti naturali di alta qualità, sani e accuratamente selezionati, privi di OGM e di soia. Grazie a questo tipo di realizzazione, i croccantini si rivelano particolarmente adatti a tutti i cani che soffrono di disturbi da intolleranze alimentari o di allergie.
La ricetta del prodotto è monoproteica ed è composta dal 30% di salmone fresco e da diversi ingredienti naturali, che rendono le crocchette molto appetitose. La formula esclusiva di One Protein è stata ideata appositamente per soddisfare il fabbisogno energetico del vostro amico a quattro zampe.
Gli ingredienti utilizzati favoriscono un alta digeribilità dell’alimento. L’apporto bilanciato di acidi grassi Omega 6 e 3 mantiene la pelle sana e il pelo folto e lucente. Queste crocchette proteggono la salute delle ossa e delle articolazioni di Fido.
Inoltre, grazie all’estratto di yucca e alla polpa di barbabietola presenti nell’alimento, l’attività intestinale del quadrupede viene regolarizzata. Anche il formato dei croccantini è soddisfacente, questi infatti risultano corposi e soddisfano appieno il palato e lo stomaco del cane.

 

Confezione salvafreschezza

Il prodotto si presenta sul mercato in una grande confezione da 12 kg, dotata di chiusura ermetica, per non far deperire prematuramente il cibo in essa contenuto. Trattandosi di un sacco molto grosso, potrebbe risultare difficile spostarlo manualmente, pertanto vi suggeriamo di conservarlo in un luogo ben asciutto e che sia di facile accesso, al fine di agevolare il prelievo delle crocchette.

A tal proposito è consigliabile lasciare una sessola per alimenti all’interno del sacco, che vi permetta di raccogliere facilmente la razione giornaliera per Fido.

Ricordate di richiudere sempre la confezione dopo aver prelevato i croccantini, così preserverete correttamente tutte le proprietà dell’alimento, senza alterarle.

Il formato del sacco è abbastanza conveniente e il prezzo non è eccessivamente alto, se paragonato a quello di altre marche più blasonate. Purtroppo l’alta qualità degli ingredienti incide non poco sui costi di produzione del cibo secco, pertanto il prezzo del prodotto potrebbe non essere accessibile a tutte le tasche.

A ogni modo il brand Oasy è sinonimo di qualità, infatti One Protein risulta uno dei cibi per cani più apprezzati tra quelli presenti sul mercato, soprattutto per l’alta percentuale di materie prime contenute nella preparazione del mangime.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Vestiti per cani – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Per tenere al caldo Fido o anche per renderlo parte di voi, scegliere un vestito adatto a lui è molto importante. Potrete optare tra una felpa, un maglione o un travestimento pensati appositamente per un cane, facendo molta attenzione al materiale e alla stagione nella quale volete utilizzarlo. Come trovare il modello giusto? Date uno sguardo ai nostri suggerimenti e ai prodotti che abbiamo preferito. In primis QiCheng & LYS Adidog Dog Hoodies Cotton Warm Hoodies, una felpa in stile sportivo, con cappuccio e disponibile in varie misure, per accontentare tutti. Ci ha convinto anche Sild Cool Vintage Denim Abiti per Piccoli Animali Cane, anche questo un capo casual, caratterizzato dalla parte del dorso in jeans, dal costo molto conveniente e dedicato ai piccoli consumatori.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori vestiti per cani – Classifica 2021

 

Qui potete trovare alcuni dei modelli che abbiamo ritenuto siano da includere tra i migliori vestiti per cani del 2021. Confrontate i pareri degli utenti e fate una comparazione delle caratteristiche che li contraddistinguono, per determinare quale sia quello giusto per Fido.

 

1. QiCheng & LYS Adidog Dog Hoodies Cotton Warm Hoodies 

 

Se siete sportivi e amate questo tipo di abbigliamento, vi farà piacere vestire il vostro animale nello stesso modo. QiCheng & Lys hanno creato delle felpe adatte ai cani, con la scritta “Adidog”, che richiama il famoso marchio, e le tre bande a forma di osso.

Disponibili in vari colori, sono adatti tanto ai cani maschi quanto alle femmine, e sono caratterizzati anche da un cappuccio, che trasformerà Fido in un vero e proprio corridore. Realizzati in cotone e poliestere, è più calda nella parte interna, ma non imbottita, per cui va bene per tutte le stagioni.

Si tratta di uno dei prodotti più venduti del web, anche perché rientra tra le offerte dedicate a chi ha un budget molto ridotto. Grazie alle tante taglie, sarà facile trovare quella per il vostro cucciolo ma attenzione a prendere bene le misure, in quanto questo modello veste abbastanza piccolo.

 

Pro

Stile sportivo: Se volete che il vostro cane sfoggi un outfit da runner, queste felpe sono l’ideale, visto che hanno la scritta Adidog, un cappuccio e tre bande a forma di osso.

Materiali: Sono realizzate in cotone e poliestere, ma non sono imbottite, per cui vanno bene per tutte le stagioni, visto che la parte interna è comunque più calda.

Costo: Un articolo a prezzi bassi, che convince chi non ha molto denaro da spendere.

 

Contro

Taglie: Vestono piccole, per cui è bene prendere bene le misure, seguendo le istruzioni dell’azienda.

Acquista su Amazon.it (€9.99)

 

 

 

2. Sild Cool Vintage Denim Abiti per Piccoli Animali Cane

 

Tra i modelli venduti online, uno tra i migliori vestiti per cani è quello di Sild, un prodotto sportivo e per tutti i giorni, che è caratterizzato da un corpo in jeans in grado di proteggere il petto dell’animale durante le passeggiate.

Provvisto di un cappuccio in cotone, permette di coprire anche la testa del cane quando si alza il vento, diventando un capo versatile per tutte le occasioni. Disponibile in varie taglie, dalla XS alla XXL, è indicata per animali di piccole e medie dimensioni, e può essere scelto in uno dei colori presentati dall’azienda.

Si chiude comodamente sulla pancia tramite dei bottoni a pressione, ma è necessario prendere correttamente le misure, in quanto le taglie non sono corrispondenti a quelle che l’animale è solito indossare.

Il costo è conveniente, per cui potete sceglierlo se avete un piccolo budget, consultando anche il link in basso, se non sapete dove acquistare.

 

Pro

Stile sportivo: Questo vestito è caratterizzato da un corpo in jeans, che lo rende un capo per tutti i giorni.

Cappuccio: Questo elemento può essere utile quando c’è vento e si vuole coprire la testa del cane.

Per tutti: Le taglie disponibili vanno dalla XS alla XXL, per cui questo modello potrà andare bene per cani di piccola e media taglia.

 

Contro

Taglie: Non sono sempre corrispondenti a quelle che l’animale è solito indossare, per cui è necessario prendere per bene le misure.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Ducomi Adidog Felpa Cane con Cappuccio 100% Cotone

 

Quella di Ducomi è una valida soluzione per chi non sa come scegliere un buon vestito per cani: questo modello sportivo, riporta la simpatica scritta “Adidog”, dedicata a chi vuole che il proprio animale vesta in maniera casual quando si esce per la passeggiata.

Ci sono molti colori e taglie a disposizione, per accontentare tutti, non solo i proprietari di cani femmine ma anche dei maschi. Adatto ad animali di tutte le taglie, è dotato anche di un cappuccio per proteggere il capo del cane quando fa più freddo.

In cotone resistente, ha la parte interna in felpa, quindi è indicato per il periodo autunnale ed estivo. Valido anche il prezzo, ma questo modello è abbastanza scomodo, in quanto deve essere infilato e non ha velcro o bottoni che ne facilitino la vestibilità.

 

Pro

Sportivo: Questo modello è dedicato ai padroni che vogliono vestire in maniera casual i loro beniamini, visto che il design lo fa assomigliare a una felpa.

Colori e taglie: Ce ne sono di diversi, per cui è possibile acquistare quelli più indicata al proprio cane.

Felpato: Se l’esterno è in cotone, l’interno è più caldo, quindi si può usare anche nel periodo autunnale o primaverile.

 

Contro

Vestibilità: Non essendoci bottoni o il velcro, diventa abbastanza difficile infilarlo.

Acquista su Amazon.it (€9.93)

 

 

 

4. Kismaple Animale Domestico Cane Panno Classico Abiti Maglione Caldo 

 

Chi non ha ben chiare le idee, per cui non sa quale vestito per cani comprare, può trovare un valido spunto in questo modello di Kismaple, dedicata a chi ama lo stile classico e un po’ kitsch. Disponibile in vari colori, tutti con disegni molto invernali, ha la forma di un maglione che si infila tramite le zampette.

Il materiale usato è sintetico ma molto morbido e caldo, secondo gli utenti che lo hanno acquistato. Si tratta quindi di un prodotto indicato per proteggere i cani durante i periodi autunnale e invernale. 

Le taglie disponibili sono diverse e sono indicati anche i cm di lunghezza di ogni vestito ma, a lungo andare, il tessuto cede. Per questa ragione è consigliabile prendere un modello un po’ più piccolo, da allargare un po’ anche con qualche lavaggio, per non rischiare che poi vada troppo largo al cagnolino.

 

Pro

Stile kitsch: Chi ama questo stile anche in casa, non potrà non apprezzare i vestitini di Kismaple, che ricordano proprio i maglioni invernali con decori.

Caldo: Il tessuto, anche se è sintetico, è anche morbido e tiene ben coperto il petto dei cagnolini.

Costo: Non è il modello più economico in circolazione, ma il prezzo di vendita è conveniente per i piccoli consumatori.

 

Contro

Cede: A lungo andare il tessuto cede, per cui è consigliabile scegliere una misura un po’ più piccola da allargare tramite qualche lavaggio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Petyoung Caldo Maglioncino a Righe per Cani

 

Un vestito per cani dedicato a quelli di ogni taglia è il modello creato da Petyoung, un simpatico maglione dal colore uniforme e caratterizzato da alcune righe nella parte centrale. Si tratta di un articolo pensato per il periodo invernale, quindi in lana, adatto a chi ha bisogno di far stare al caldo il proprio animale durante le passeggiate o in casa.

Molto morbido, è facile da far indossare, visto che si infila dal collo senza difficoltà: il costo è conveniente, dato il materiale di fabbricazione, tanto che è possibile farne un regalo gradito a chi tiene alla salute del proprio animale.

Sono presenti vari colori e taglie, anche se non tutte sono sempre disponibili e questo è un problema visto che il vestito solitamente è troppo piccolo, tanto che si consiglia di acquistare una misura in più.

 

Pro

Lana: Il grande vantaggio di questo vestito è quello di essere realizzato in lana, un materiale molto caldo, perfetto per l’inverno.

Costo: Il prezzo del modello è valido, viste le sue caratteristiche, per cui potrete anche acquistarne diversi senza dover avere a disposizione un grosso budget.

 

Contro

Taglie: Vestono piccole, per cui è consigliabile prendere una misura in più, anche se non sono sempre tutte disponibili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Idepet Felpa con Cappuccio per Cane Animale Domestico 

 

Questo vestito per cani, che in realtà ha la forma di una comoda felpa, è dedicato a chi vuole far indossare al proprio animale un modello molto casual. Si tratta infatti di un modello sportivo, con cappuccio e taschina sul dorso, che richiama proprio le classiche felpe da corsa.

Ci sono diversi colori tra quelli disponibili e anche molte taglie, così da poter far indossare questo prodotto non solo a cagnolini di piccola taglia ma anche a quelli più grandi, visto che è presente anche la XXL.

Il materiale però è sempre lo stesso: all’esterno cotone e all’interno una specie di velluto, che tiene al caldo il cane e allo stesso tempo è delicato sul pelo. Valido anche il costo, per un prodotto nuovo, in quanto molto conveniente, ma a volte a casa viene recapitato un colore non corretto rispetto a quello scelto, per cui si è costretti a fare il reso.

 

Pro

Stile casual: Questo maglione assomiglia molto a uno da corsa per umani, infatti ha il cappuccio e anche una tasca sul dietro.

Taglie e colori: Sono molti quelli disponibili, per cui potrete acquistare il vestito per cani di qualsiasi grandezza.

Materiale: Se all’esterno è in cotone, all’interno è in un tessuto morbido, che tiene al caldo  ed è delicato sul pelo.

 

Contro

Corrispondenza colori: Capita di ricevere una tonalità diversa da quella scelta, per cui si è costretti a fare il reso se non ci si vuole accontentare.

Acquista su Amazon.it (€12.99)

 

 

 

7. Idepet Felpa con Cappuccio per Cane Renne di Natale 

 

Chi vuole che il proprio animale sia anche in tema con i periodi di festa, non può non lasciarsi conquistare da uno dei vestiti di natale per cani più originali in commercio. Quello di Idepet è prima di tutto di un bel colore rosso acceso, con bordi bianchi, un cappuccio con due corna di renna e un albero di natale che decora il dorso.

Si aggancia facilmente al corpo, tramite alcuni bottoni a pressione posti nella zona della pancia, mentre il materiale usato per realizzarlo è morbido, quindi non irrita il derma dell’animale quando lo indossa. 

Le taglia disponibili vanno dalla XS alla XL, per cui si tratta di un modello che va bene per molte razze, dal barboncino al cocker. Il prezzo è conveniente ma bisogna prestare attenzione alle misure, in quanto spesso non corrispondono a quelle che l’animale è solito indossare.

 

Pro

Originale: Ciò che piace di questo modello è la presenza di un cappuccio con corna di renna e un bell’albero di natale con decorazioni, presente sul dorso.

Morbido: Il tessuto utilizzato è molto soffice, quindi questo modello va bene anche per gli animali più delicati.

 

Contro

Misure: Non corrispondono bene a quelle che il cane solitamente indossa, per cui è consigliabile optare per una in più.

Acquista su Amazon.it (€12.99)

 

 

 

8. Ueetek Vestito in Stile Uniforme per Animali per Carnevale

 

Tra i travestimenti più divertenti che potete scegliere, quando dovete acquistare uno dei vestiti di carnevale per cani tra quelli in commercio, c’è il modello di Ueetek, che riproduce un’uniforme ben rappresentata.

La si infila nelle zampe anteriori, così che, quando il cane si muove, sembrerà che stia arrivando un simpatico poliziotto con due gambe e due braccia. Il costume ha infatti proprio le mani, una delle quali è rivolta verso l’esterno, con guanti bianchi, una cintura con fondina per la pistola e un cappello.

Realizzato in poliestere, si aggancia facilmente tramite una chiusura in velcro e può essere regolato anche attraverso un elastico. Le taglie a disposizione non sono molte e il modello veste anche un po’ piccolo. Il costo è però nella media, quindi indicato anche per i piccoli consumatori.

 

Pro

Uniforme da poliziotto: Questo simpatico travestimento si connota per la presenza di un cappello e un’uniforme con braccia, guanti e fondina per la pistola.

Velcro: Facile da far indossare all’animale, si chiude tramite questo metodo e si può regolare anche tramite un elastico. 

 

Contro

Taglie: Questo articolo veste un po’ piccolo, per cui potreste dover scegliere una misura in più.

Acquista su Amazon.it (€10.99)

 

 

 

Guida per comprare un vestito per cani

 

Quando le temperature si abbassano, anche i nostri amici a quattro zampe iniziano ad avvertire il freddo. In questi periodi infatti, è facile notare passeggiare per le strade di città o di paese, dei cani abbigliati di tutto punto.

Molte persone che posseggono un cagnolino, non esitano a vestire i loro piccoli amici con impermeabili, cappottini o maglioncini dai colori sgargianti. In questa guida vi daremo qualche suggerimento in merito a come vestire Fido in base alla stagione corrente.

Un vestito giusto per ogni stagione

Quando si parla di vestiti per cani, si intendono tutti gli indumenti muniti di eventuali accessori, che servono a mantenere costante la temperatura corporea di Fido e a proteggerlo da vento, pioggia e altri fenomeni atmosferici.

La gamma di modelli presente sul mercato è davvero vasta ed è possibile scegliere un capo adatto per ogni stagione: T-shirt, felpa, cappottino, impermeabile, maglioncino, ecc. Anche a livello estetico è possibile optare per un outfit “canino” accattivante e perché no alla moda.

Ovviamente prima di acquistare un capo per il vostro amico a quattro zampe, tenete sempre in considerazione la funzionalità del vestito e la taglia del quadrupede, in quanto si tratta di un indumento che deve indossare il vostro cane e non voi.

Diversi studi scientifici, dimostrano che molte razze canine si abituano molto più lentamente agli sbalzi di temperatura rispetto all’uomo. Un improvviso cambio termico, come per esempio il passaggio dal piacevole tepore di una casa al freddo di un ambiente esterno, potrebbe rivelarsi molto pericoloso per un cagnolino, soprattutto se la passeggiata avviene dopo il pasto. Uno sbalzo termico improvviso potrebbe provocare una grave congestione a Fido.

Un altro vantaggio nel far indossare un vestito al proprio amico peloso, consiste nella protezione che l’indumento offre all’animale contro smog, acqua e schizzi di fango. In questo modo una volta che rientrate in casa, non dovete perdere molto tempo nel pulire l’animale.

 

Cappottino o impermeabile?

Innanzitutto è bene sapere che entrambi i capi possono rivelarsi utili ai nostri amici a quattro zampe, a prescindere dalla loro taglia o razza. Tuttavia, per capire se Fido necessita di un cappotto imbottito o di un semplice manto impermeabile, è necessario conoscere bene il territorio nel quale si vive e quali sono le temperature stagionali del posto.

Generalmente i veterinari suggeriscono di utilizzare dei cappottini (quando le temperature sono molto basse) per gli esemplari a pelo raso, che necessitano di maggiore protezione termica, per i cani anziani, che soffrono di reumatismi e per i cuccioli, che hanno un sistema immunitario ancora in fase di sviluppo.

Ovviamente anche un giovane adulto può essere protetto maggiormente con un cappottino o un maglioncino, specialmente durante le giornate molto fredde o durante un gita in montagna. Insomma è opportuno controllare sempre che il nostro amico a quattro zampe non patisca né il freddo né il caldo.

Vestitini, felpe e altri capi accessoriati

Oltre agli impermeabili e ai cappotti, l’abbigliamento canino spazia anche ad altri tipi di indumenti come le magliette, le felpe e altri vestitini divertenti. In realtà ci sono alcuni capi che più che essere utili e funzionali, si rivelano un semplice vezzo estetico, molto apprezzato da alcuni proprietari di quadrupedi.

I prezzi dei vestiti per cani variano molto tra loro, a seconda del tipo di indumento, del tessuto, della taglia, della marca, ecc. Di solito si parte da 15 euro circa ma i costi possono lievitare fino a superare i 60 euro, senza considerare l’abbigliamento personalizzato, che potrebbe presentarvi un conto molto salato.

Per ciò che concerne maglioncini, felpe, dolcevita e altri indumenti più piccoli, i prezzi sono abbastanza accessibili. In commercio esistono anche cappotti imbottiti sfoderabili, che consentono di avere due giubbottini in uno, ovvero uno imbottito, per affrontare le temperature più rigide e uno più leggero, per passeggiare nelle giornate con clima più moderato.

Se invece siete amanti degli accessori, potreste optare per un vestito dotato di taschini portaoggetti e parti rimovibili tramite attacchi in velcro o cerniere.

Prima di comprare un outfit per Fido, valutate sempre che i materiali siano di buona qualità e che siano preferibilmente traspiranti. I tessuti non devono provocare irritazioni alla pelle dell’animale e oltre a proteggerlo dal freddo e dal vento, devono risultare confortevoli.

Prima di lavare gli indumenti del vostro cane, leggete sempre le apposite etichette che sono presenti sui vari capi, al fine di evitare di rovinare i tessuti con dei lavaggi sbagliati.

 

 

 

Come trovare la giusta taglia di vestito per Fido

 

Dopo aver scelto il modello di vestito per il vostro amico a quattro zampe, è molto importante selezionare la taglia giusta, affinché il capo di abbigliamento risulti comodo e confortevole una volta indossato da Fido.

Per andare sul sicuro, la soluzione migliore sarebbe quella di presentarvi in un negozio specializzato per animali con il vostro quadrupede, al fine di fargli provare i vari vestiti. Ma quando ciò non è possibile, come si può fare? Semplice, occorrerà prendere le misure del quadrupede e cercare degli indumenti canini su qualche sito online.

Come prendere le misure del vostro cane

Per prendere le misure di Fido bisogna procedere per gradi; vediamo insieme come fare. Innanzitutto cominciate con il rilevare la circonferenza del collo del quadrupede, utilizzando un metro morbido da sarta.

Successivamente, avvolgete il metro al torace dell’animale, all’altezza del costato e misuratene la circonferenza. Poi misurate la lunghezza totale del corpo ovvero dalla base del collo fino all’attaccatura della coda.

Di solito, quest’ultima è la misura di riferimento che viene riportata sulle etichette dei vari vestiti per cani. In genere ci sono dei capi di abbigliamento che possono essere adattati a quadrupedi di razze diverse. Chiaramente ci sono anche delle razze che non rientrano nelle misure standard, come per esempio i bassotti o i bulldog inglesi, che hanno delle conformazioni fisiche più particolari.

Per tali esemplari è necessario prendere degli appositi abiti, che si adattano perfettamente alla loro taglia. In questo caso i prezzi degli indumenti sono un po’ più alti rispetto a quelli dei vestiti standard per cani, infatti per un semplice maglioncino in pile per bulldog inglese, o per un cappottino per bassotto, si può arrivare a spendere fino a 80 o 100 euro.  

Diversamente potreste rivolgervi a una brava sarta e commissionare un abito su misura per il vostro amico a quattro zampe.

Altri indumenti e accessori per cani

Se amate coccolare Fido e desiderate acquistare diversi indumenti e accessori per arricchire il suo guardaroba, potreste pensare di prendere anche un accappatoio personalizzato, per asciugarlo con stile dopo ogni bagnetto.

In commercio ci sono modelli di accappatoio di ogni tipo, dotati anche di cappuccio, così potrete asciugare facilmente la testa e le orecchie del quadrupede. Optate sempre per dei materiali soffici e che abbiano una buona capacità assorbente, come la spugna per esempio.

Oltre al vestiario, il mercato dell’outfit canino, propone diversi accessori molto simpatici e trendy, come bandane e cappellini. In Italia non è ancora una moda tanto diffusa, ma all’estero si tratta di una mania che è esplosa già da tempo.

Tra i vari capi d’abbigliamento canini all’ultimo grido, il mercato offre un vasto assortimento e non c’è che l’imbarazzo della scelta, dai classici dolcevita alle felpe sportive con colori sgargianti. L’importante è conoscere bene il proprio amico a quattro zampe, vestirlo con gusto e soprattutto optare sempre per degli indumenti funzionali e confortevoli.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto costa un vestito per cani?

Il prezzo di un vestito per cani varia a seconda di diversi fattori quali: modello del vestito, tipo di tessuto, marchio, ecc. Si può spendere poche decine di euro per una maglietta ma si può arrivare a spenderne anche 70 (se non di più) per un cappottino imbottito.

Un altro fattore che incide sul costo del prodotto è la taglia del quadrupede, infatti a seconda delle sue dimensioni, occorrerà un giusto quantitativo di materiale per realizzare un vestito adeguato.

Il mercato offre una vasta scelta di abiti per cani ed è possibile trovare prodotti per ogni esigenza.

Come si lava un vestito per cani?

Ogni vestito per cani è dotato di un’etichetta che indica le modalità di lavaggio. Questi indumenti possono essere lavati a mano o in lavatrice, a seconda del tipo di tessuto. Pertanto, prima di lavare gli abiti del vostro amico a quattro zampe, leggete sempre tali indicazioni, al fine di non rovinare i capi con dei trattamenti sbagliati.

Inoltre vi raccomandiamo di rimuovere sempre il pelo dell’animale da tutti i suoi vestiti prima di igienizzarli, così da ottenere un risultato migliore.

 

È possibile realizzare dei vestiti per cani?

Se sapete lavorare a maglia e avete manualità con il cucire, potreste prendere in considerazione l’idea di realizzare un outfit personalizzato per il vostro amico a quattro zampe. In fin dei conti basta prendere le giuste misure dell’animale e creare un vestito adatto a lui.

Chiaramente se non siete delle sarte o dei sarti provetti, potete sempre affidarvi a una professionista del settore.

Creando da zero gli abiti per Fido, avrete l’opportunità di scegliere i tessuti che desiderate e i colori che meglio soddisfano i vostri gusti. A ogni modo, ricordate sempre che il modello dell’abito deve essere funzionale e risultare confortevole all’animale, che dovrà essere in grado di muoversi agevolmente una volta indossato il capo.

 

Qual è il miglior sistema di chiusura di un vestito per cani?

I sistemi di chiusura dei vestiti per cani possono variare a seconda del modello che si sceglie. In realtà questi sono molto simili a quelli utilizzati per gli abiti degli esseri umani.

Tali sistemi di chiusura possono essere caratterizzati da: cerniere, parti in velcro, fibbie, bottoni, lacci, ecc. L’importante è scegliere la chiusura più adatta al tipo di outfit e accertarsi che questa sia in grado di assicurare il vestito all’animale nel migliore dei modi, senza rischiare che questo vada a intralciare il quadrupede o che venga perso per strada.

 

Quali sono i migliori tessuti dei vestiti per cani? 

Il tessuto di un vestito per cani deve essere scelto in base alla funzionalità del modello. Se si tratta di un cappottino per riscaldare Fido, è preferibile optare per un tessuto imbottito, che sia in grado di isolare termicamente il corpo del quadrupede proteggendolo dal freddo.

Se volete comprare un maglioncino per il vostro amico a quattro zampe, potete optare per un modello in lana o felpato. In realtà non cambia molto dai vestiti che acquistiamo per noi stessi, l’importante è che si tratti di indumenti comodi e confortevoli.

Se il vostro cane ha bisogno di un impermeabile per ripararsi dalla pioggia, assicuratevi che il tessuto sia anche traspirante, così da non surriscaldare il corpo di Fido.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Impermeabili per cani – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Portare a spasso Fido quando il tempo è incerto, è sempre un grosso rischio: come fare se inizia a piovere o se c’è troppo vento, per riparare il nostro amico? Arriva in soccorso l’impermeabile per cani, un oggetto che può essere molto sottile o anche imbottito, per tenerlo al sicuro. Date un’occhiata ai nostri suggerimenti per individuare il migliore in circolazione: per noi il top è Zellar Impermeabile per Cani con Cappuccio e Foro, un modello dotato di cappuccio e di strisce riflettenti, per rendere distinguibile il cane anche in condizioni di scarsa luminosità. Ci è piaciuto Bwiv Cappotto Invernale per Cani Grandi Giubbotto Impermeabile Foderato, dedicato a tutti i cani di taglia grande e imbottito con un rivestimento il pile, che lo rende adatto alla stagione fredda.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori impermeabili per cani – Classifica 2021

 

Ecco qui alcuni tra i migliori impermeabili per cani del 2021, tra quelli venduti online: fate una comparazione tra i modelli che abbiamo esaminato per voi, in modo da individuare quello più economico ma anche più valido.

 

 

1. Zellar Impermeabile per Cani con Cappuccio e Foro

 

Il cappotto per cani di Zellar è uno dei modelli più venduti, visto il buon prezzo che non costringe ad avere a disposizione un grosso budget. Realizzato in tessuto impermeabile, è indicato per tutte le uscite all’aperto, se volete proteggere Fido.

Molto utile la presenza di un foro, attraverso il quale si può far passare il guinzaglio, e il cappuccio che permette di coprire la testa dell’animale, in caso di una pioggia improvvisa. La sicurezza di una passeggiata in condizioni di luminosità scarsa è data dalle strisce riflettenti sul dorso, che rendono il cane visibile alle auto che sfrecciano.

Ci sono molti colori tra i quali scegliere e anche varie taglie, ma attenzione alla sottigliezza del tessuto, che non è ideato per far stare molto tempo Fido sotto una pioggia scrosciante.

 

Pro

Foro: Ce n’è uno dedicato a far entrare al suo interno un guinzaglio, così da tenere sotto controllo il cane in qualsiasi situazione

Cappuccio: Incorporato al prodotto, serve per coprire la testa di Fido in caso di pioggia improvvisa.

Strisce riflettenti: Presenti sul dorso, sono utili per far individuare il cane in condizioni di scarsa luminosità alle auto che corrono di sera.

 

Contro

Tessuto: Anche se è impermeabile, è un po’ troppo sottile per consentire al cane di stare a lungo sotto una pioggia battente.

Acquista su Amazon.it (€20.99)

 

 

 

2. Bwiv Cappotto Invernale per Cani Grandi Giubbotto Impermeabile Foderato 

 

Pensato per cani di taglia grande, l’impermeabile di Bwiv è disponibile a partire dalla XXXL, quindi è indicato proprio per chi non ha un chihuahua ma piuttosto un alano. Ha un rivestimento impermeabile, sul quale sono collocate anche delle bande riflettenti, perfette se si vuole garantire la sicurezza dell’animale anche in condizioni di luce scarsa.

L’interno è invece caratterizzato dal caldo pile, un tessuto che fa sentire a suo agio il cane, visto che gli offre molto comfort. Le chiusure di collo e pancia sono in velcro, per cui è possibile regolarle facilmente.

Presente anche il foro per inserire il guinzaglio, come anche molti colori tra i quali scegliere. Il costo è in linea con le caratteristiche di questo modello, ma mancano i classici elastici, posti nella zona delle zampe posteriori, che terrebbero più fermo il cappotto, motivo per il quale non è il miglior impermeabile per cani, se ne avete uno molto vivace.

 

Pro

Taglie grandi: Questo modello è indicato per tutti i cani di taglia abbondante, quindi non avrete difficoltà a trovare quella giusta per il vostro.

Pile: La parte interna è calda ed è caratterizzata da questo tessuto, che copre il petto dell’animale durante il periodo freddo.

Chiusure in velcro: Facile da regolare, questo impermeabile può contare su delle chiusure in velcro che lo rendono più o meno aderente al corpo del cane.

 

Contro

Elastici: Mancano quelli che sono solitamente collocati nella zona delle zampe posteriori, che consentono all’impermeabile di non spostarsi e di non scoprire il cane.

Acquista su Amazon.it (€22.99)

 

 

 

3. Idepet Cappotto Impermeabile per Cani con Foro per Imbracatura

 

Se siete alla ricerca di un modello disponibile in colori particolari, per cui non sapete quale impermeabile per cani comprare, date un’occhiata a quello di Idepet, che prevede anche il rosa tra quelli disponibili.

La parte esterna è impermeabile e caratterizzata da strisce riflettenti che rendono ben visibile l’animale in condizioni di scarsa luminosità. Il cappotto si chiude facilmente grazie alla cerniera incorporata e ha uno scomparto nascosto, che è possibile aprire e nel quale è collocato un gancio da collegare al guinzaglio.

Molto facile anche da pulire, può essere lavato a mano o in lavatrice: si tratta di un articolo a prezzi bassi, che però veste abbastanza piccolo, per cui è bene prendere bene le misure prima di procedere alla scelta. 

Se vi piace ma non sapete dove acquistare questo articolo, cliccate sul link in basso.

 

Pro

Ben visibile: La parte esterna non è solo impermeabile, ma è anche caratterizzata da strisce catarifrangenti che rendono ben riconoscibile il cane in condizioni di scarsa luminosità.

Gancio: Nascosto in uno scomparto c’è questo elemento, che permette di collegare l’impermeabile al guinzaglio.

Costo: Un modello molto conveniente, visto che è disponibile in varie misure e colori.

 

Contro

Vestibilità: Questo articolo veste abbastanza piccolo, per cui è necessario prendere per bene le misure prima di proseguire l’acquisto.

Acquista su Amazon.it (€20.99)

 

 

 

4. Ireenuo Cappotto Cane Impermeabile con Nastro Riflettente 

 

L’impermeabile per cani di Ireenuo ha una caratteristica che lo differenzia da altri modelli, ovvero il colletto, che non solo dona maggiore bellezza al prodotto ma permette anche di inserire il guinzaglio nell’apposito aggancio, senza che questo sia visibile.

Si chiude facilmente, sull’addome e sul collo, con il velcro, che consente di aggiustarlo in modo che l’animale stia comodo. Il tessuto esterno, disponibile in vari colori, è impermeabile, quindi indicato anche per le giornate di pioggia, ed è caratterizzato da strisce riflettenti, che rendono distinguibile l’animale anche quando c’è poca luce.

L’interno è rivestito in lana, per cui questo modello ha incontrato i pareri positivi degli utenti alla ricerca di un impermeabile adatto all’inverno. Varie le taglie disponibili, per cui il costo basso lo fa rientrare tra le offerte più appetibili, ma attenzione alle taglie, che sono troppo grandi, per cui è consigliabile sceglierne una in meno.

 

Pro

Colletto: Questo modello ha un colletto molto bello, che gli dona un tocco in più e lo caratterizza rispetto ad altri prodotti simili.

Lana: Se l’esterno è impermeabile, l’interno è rivestito con questo materiale che tiene al caldo l’animale durante il periodo invernale.

Velcro: Grazie a questa tipologia di chiusura è facile adattare il prodotto al corpo del cane.

 

Contro

Taglie: Le misure sono abbastanza grandi, per cui è consigliabile prenderne una in meno se non si vuole dover fare il reso.

Acquista su Amazon.it (€19.99)

 

 

 

5. Bella & Balu Impermeabile Cane Cappotto con Cappuccio 

 

Se siete arrivati a questo punto e non sapete ancora come scegliere un buon impermeabile per cani, date uno sguardo al modello di Bella & Balu, che è dotato di vari optional per far contento anche il padrone.

Prima di tutto ha una tasca, posta sul dorso, nella quale potrete inserire, per esempio, il guinzaglio quando non lo si usa o anche i sacchetti utili a raccogliere gli escrementi. Sempre qui è collocato il gancio che permette di tenere sotto controllo Fido e, più in su, il cappuccio da mettere sulla testa dell’animale quando piove.

Presenti anche le fasce riflettenti, per stare sicuri in caso di scarsa visibilità, e una fodera interna in rete, traspirante, che tiene al riparo il corpo del cane. Grazie alle chiusure in velcro si può regolare facilmente al corpo del cane, ma le taglie non sempre corrispondono a quelle indicate, per cui è bene prestare molta attenzione a questa caratteristica. 

 

Pro

Accessori: Questo impermeabile non è caratterizzato solo da un cappuccio e un gancio per il guinzaglio, ma anche da una sacca nella quale inserire piccole cose, come i sacchetti per la raccolta degli escrementi.

Traspirante: La fodera interna in rete permette all’aria di circolare liberamente e quindi di non surriscaldare l’animale.

 

Contro

Taglie: Non corrispondono sempre a quelle che il cane è solito indossare, per cui è bene considerare le sue misure prima di fare la scelta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. KoKoBin Cappottino Catarifrangente per Cani con Cappuccio Ultraleggero 

 

Chi è alla ricerca di un impermeabile per cani nuovo e originale, può fare riferimento a quello di KoKoBin, che ha una bella fantasia mimetica, nella versione grigia o marrone. Sulla superficie esterna sono sempre presenti le strisce riflettenti, che mettono al sicuro l’animale durante le ore notturne, quando le auto corrono e potrebbero non distinguerlo.

Non manca il cappuccio, indispensabile per proteggere la testa del cane quando piove, che si regola tramite una coulisse e l’alloggiamento dedicato al guinzaglio. Anche se è impermeabile, non assicura però una perfetta coprenza, quindi è meglio non utilizzarlo se le condizioni atmosferiche sono disastrose.

Il collo e il cappuccio sono però il vero problema, in quanto molto stretti, per cui potreste dover optare per una taglia in più. Il costo è accessibile a tutte le tasche, quindi è da consigliare a chi non ha un grosso budget.

 

Pro

Stile mimetico: Questo impermeabile è caratterizzato dalla foggia mimetica, nella versione grigia o marrone.

Cappuccio e strisce riflettenti: Questi due elementi aiutano a proteggere l’animale, rispettivamente dalla pioggia e dalle auto in corsa quando la luce è scarsa.

 

Contro

Collo e cappuccio stretti: Questo aspetto rende abbastanza difficoltoso trovare la taglia giusta senza faticare un po’.

Acquista su Amazon.it (€15.99)

 

 

 

7. Doglemi Cappotto Impermeabile per Cani Regolabile 

 

Se siete alla ricerca di un impermeabile per cani da tenere sempre con voi, che quindi si compatti e sia facile da mettere anche in borsa, date uno sguardo a quello di Doglemi. Questo modello di trasforma in uno zainetto, all’interno del quale è pronto il cappottino, che quindi potrete utilizzare ovunque all’occorrenza.

Realizzato in nylon impermeabile, è disponibile in diversi colori ma il cappuccio, in tutti i casi, è trasparente e lascia intravedere la testa del cane. Si chiude facilmente grazie al velcro, che consente anche di aggiustare il modello sul corpo dell’animale, anche se le taglie sono molto abbondanti, per cui è consigliabile scegliere una misura in meno.

Sul dorso è presente un piccolo scompartimento, che si chiude con un bottone a pressione, nel quale è possibile inserire piccoli oggetti. Non manca una parte in materiale riflettente, che circonda il cappuccio, per rendere il cane visibile anche quando c’è poca luce.

Il costo è tra i più bassi in circolazione, quindi è tra quelli più validi per chi non vuole spendere troppo.

 

Pro

Facile da trasportare: Questo impermeabile si trasforma facilmente in uno zainetto, nel quale si inserisce, per averlo a portata di mano quando serve.

Cappuccio: Si tratta di un elemento molto particolare, in quanto non solo è trasparente ma è anche circondato da una parte riflettente, che rende visibile l’animale quando c’è scarsa luminosità.

Costo: Uno dei modelli più convenienti in circolazione, quindi dedicato a chi ha un piccolo budget.

 

Contro

 

Taglie: Vestono troppo abbondanti, quindi è consigliabile prendere una misura in meno.

Acquista su Amazon.it (€13.99)

 

 

 

8. Ltuotu Pet Dog Impermeabili Facile da Indossare 

 

Chi cerca il risparmio prima di tutto, non potrà non orientare la sua scelta su questo modello di Ltuotu, che è venduto a uno dei prezzi più bassi in circolazione. Realizzato in materiale traspirante, è impermeabile e quindi perfetto per far fare a Fido una passeggiata con il vento o qualche goccia di pioggia.

Si fissa in vita con una cinghia regolabile, che ha una chiusura in velcro, per farlo aderire meglio al corpo dell’animale. Anche qui, però, le taglie non corrispondono a quelle solite, in quanto si tratta di un impermeabile che veste stretto.

All’interno sono presenti due elastici che lo fermano alle zampe, in modo da non farlo muovere, mentre la zona del collo è elastica e allungata, a formare un cappuccio che potrete tirare sulla testa del cane.

Sono inoltre disponibili varie taglie e colori, per accontentare tutti.

 

Pro

Costo: Se siete alla ricerca di un modello dal prezzo basso, questo è quello che fa per voi, visto che la spesa da affrontare è irrisoria.

Regolabile: Grazie alla cinghia e agli elastici, questo impermeabile si può regolare e far aderire meglio al corpo del cane.

 

Contro

Misure: Questo modello veste stretto, per cui è consigliabile optare per una taglia in più di quella che il vostro amico è solito indossare.

Acquista su Amazon.it (€16.93)

 

 

 

Guida per comprare un impermeabile per cani

 

Quante volte vi sarà capitato di passeggiare all’aperto con Fido e di ritrovarvi improvvisamente sotto la pioggia, senza neanche avere un ombrello per proteggervi? Quando ci si trova in situazioni del genere, è importante preoccuparsi di riparare anche il vostro amico a quattro zampe e non soltanto la vostra testa.

I cani come le persone, hanno la necessità di proteggersi dagli sbalzi di temperatura come dall’acqua, onde evitare di ammalarsi. In commercio esistono degli appositi impermeabili per quadrupedi, che possono ovviare a tale problema. 

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche di questi indumenti speciali, al fine di orientare la vostra scelta sul giusto acquisto.

Taglia dell’impermeabile

In genere i cani che hanno il pelo corto, non sono abituati a sopportare le temperature troppo basse, a meno che questi non vivano all’interno di una casa, dove il clima può essere controllato tramite un sistema di riscaldamento artificiale.

Se Fido ha il manto corto e viene esposto incautamente a un tipo di temperatura rigida o a alla pioggia, il rischio che l’animale possa ammalarsi è molto alto. A tal proposito, il mercato offre diversi tipi di cappotti impermeabili per cani, studiati appositamente per proteggere i quadrupedi dal freddo, dal vento e dagli acquazzoni.

In commercio ne esistono diversi modelli e prima di acquistarne uno, è indispensabile tenere in considerazione alcuni fattori, onde evitare di investire i propri soldi in un oggetto che potrebbe risultare completamente inutile e inutilizzabile dal vostro amico a quattro zampe.

Innanzitutto occorre considerare la taglia del cane, al fine di non sbagliare. 

Nonostante sul mercato esistano degli impermeabili regolabili e adattabili a diversi animali, è sempre consigliabile prendere le misure del proprio quadrupede e optare per un modello idoneo.

 

Imbottitura interna

Quando si acquista un impermeabile per cani, è molto importante prestare attenzione ai tipi di materiale che compongono l’indumento. Innanzitutto occorre verificare che questi siano resistenti e di buona fattura. 

Durante la stagione fredda è consigliabile optare per un cappottino che non sia soltanto impermeabile ma che sia munito anche di un’imbottitura interna, al fine di mantenere al caldo il corpo di Fido.

Nonostante molti cani riescano ad adattarsi abbastanza bene ai cambiamenti, ciò non significa che questi non patiscano gli sbalzi di temperatura o i climi troppo rigidi o troppo caldi. Gli esemplari a pelo corto per esempio rischiano di ammalarsi gravemente se non vengono adeguatamente protetti da pioggia, neve, freddo e caldo.

Sul mercato esiste una vasta scelta di modelli di indumenti protettivi per animali, per soddisfare ogni tipo di esigenza. L’ideale sarebbe acquistare un impermeabile munito di imbottitura rimovibile, che consente di sfoderare il cappottino durante la bella stagione e di coibentarlo per bene quando le temperature si abbassano in maniera significativa.

Diversamente dovreste acquistare un modello pesante e uno più leggero, da utilizzare in base al tipo di temperatura. I materiali più diffusi nelle imbottiture, sono la lana, l’acrilico e il cotone e vanno scelti a seconda della stagione in corso.

Vestibilità e accessori

Oltre che per qualità, taglia e materiali, gli impermeabili per cani possono differire tra loro anche per vestibilità e per la presenza di eventuali accessori. Innanzitutto affinché un indumento del genere possa compiere correttamente il suo lavoro, è necessario scegliere un modello che sia in grado di adattarsi perfettamente alla taglia del quadrupede.

Un buon impermeabile deve coprire Fido in modo adeguato, al fine di proteggerlo efficacemente dall’acqua. Alcuni modelli sono dotati anche di cappuccio, per coprire l’animale in maniera integrale.   

Vi suggeriamo di optare per un impermeabile che risulti facile da applicare e da rimuovere, così non perderete troppo tempo nel fare indossare l’accessorio al vostro amico a quattro zampe.

È importante che il modello sia dotato di cinturini di sicurezza o di fasce con chiusura in velcro, in modo da assicurare bene l’indumento al corpo dell’animale. Alcuni impermeabili sono muniti di tasche, per stipare piccoli oggetti che possono tornare utili quando uscite a fare una passeggiata in compagnia del vostro cane.

Quando acquistate un accessorio del genere, dovete considerare che si tratta di un impermeabile che deve essere indossato da Fido e non da voi. A tal proposito occorre mettere al primo posto la funzionalità, la praticità e la comodità dell’indumento e solo successivamente il fattore estetico del prodotto.

Se optate per un modello troppo sfarzoso, pieno di cerniere e di parti staccabili, Fido potrebbe non accettare di buon grado il fatto di indossare l’impermeabile e addirittura potrebbe percepire l’oggetto come fastidioso.

 

 

 

Come proteggere il cane dalla pioggia

 

Quando c’è maltempo, la pioggia non deve trasformarsi in un deterrente per non portare il cane a fare un giro fuori casa. La passeggiata, oltre che una necessità fisiologica, per Fido rappresenta anche un’importante valvola di sfogo (antistress) e una buona occasione per sgranchire le zampe.

Detto questo non sarà di certo un po’ d’acqua a impedire ai nostri amici quadrupedi di fare quattro passi. I cani solitamente tollerano abbastanza bene la pioggia, tuttavia è molto importante proteggerli dalle intemperie, perché potrebbero ammalarsi, proprio come succede per noi essere umani. In questi casi, procurarsi un apposito impermeabile per Fido, risulta la soluzione migliore.

Passeggiare sotto la pioggia

Generalmente, i cani amano molto il contatto con la natura selvaggia e l’ebbrezza dell’avventura, infatti non disdegnano di uscire di casa neanche se fuori c’è maltempo. Tuttavia esistono alcune razze che per indole preferiscono la sicura e tranquilla routine domestica a una bagnata passeggiata sotto la pioggia.

Detto questo, quando c’è maltempo, l’uscita quotidiana che consente a Fido di espletare i suoi bisogni, non dovrebbe trasformarsi in un’impresa da sbrigare in fretta e furia, ma al contrario dovrebbe essere comunque un momento piacevole, nonostante le condizioni meteo.

I nostri amici a quattro zampe hanno bisogno di prendere aria e di muoversi liberamente all’aperto, anche quando piove.

 

Portare il cane a spasso quando piove

Se a noi basta semplicemente aprire un ombrello per proteggerci la testa quando piove, com’è possibile portare fuori casa Fido senza rischiare che il suo pelo s’inzuppi d’acqua? Le soluzioni sono molteplici, pertanto basta optare per quella più adatta a soddisfare le proprie esigenze.

Se fuori piove, potete decidere di uscire a fare la passeggiata con Fido quando la pioggia diminuisce d’intensità o quando cessa del tutto. Diversamente potete camminare sotto portici, balconi, tettoie e altri ripari (qualora ve ne fossero), al fine di far bagnare il quadrupede il meno possibile.

Se invece volete andare sul sicuro, dotate il vostro amico a quattro zampe di un buon impermeabile per cani, così sarete certi di proteggere il suo pelo dall’acqua.

Quando rientrate a casa dopo una passeggiata, assicuratevi che il manto di Fido non sia troppo zuppo o rischierete di bagnare il pavimento, i tappeti, il divano, ecc. Se il pelo è molto umido, asciugatelo per bene con un asciugamano e se necessario aiutatevi con un phon per capelli.

Proteggere il manto del cane dalla pioggia è molto importante per tutelare la salute fisica dell’animale e per prevenire il manifestarsi di malattie più o meno gravi. Tale discorso vale specialmente per gli esemplari che sono abituati a vivere in ambienti ben riscaldati e che soffrono gli sbalzi di temperatura, l’umidità e il freddo.

È vero anche che il cane è dotato di un manto peloso che lo difende naturalmente dalle intemperie, tuttavia un aiuto in più non può che aumentare le sue protezioni.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto costa un impermeabile per cani?

Il prezzo di un impermeabile per cani parte da 15 euro circa per quanto riguarda un modello semplice e può arrivare a superare anche 50 euro, se l’indumento è di manifattura più pregiata. Il costo di un oggetto del genere può variare in seguito a diversi fattori quali: materiali, taglia, accessori, qualità, marchio, ecc.

Tenete in considerazione che in media, un modello ben realizzato, viene a costare circa 20/25 euro; pertanto non occorre svenarsi per acquistarne uno di buona qualità.

Un impermeabile per cani protegge anche dal freddo?

In genere una semplice mantellina impermeabile per cani, protegge l’animale dall’acqua ma non dal freddo. Se intendete prendere un accessorio impermeabile che sia anche in grado di tenere al caldo il corpo di Fido, dovete optare per un modello imbottito.

Quest’ultimo infatti è dotato di uno speciale rivestimento interno, che riesce a proteggere il quadrupede dalle basse temperature. A tal proposito, quando decidete di comprare un indumento per cani, tenete sempre in considerazione il clima del posto nel quale vivete e scegliete il modello più adatto a soddisfare le vostre esigenze, soprattutto quelle del vostro amico peloso.

 

È possibile lavare un impermeabile per cani?

Solitamente si tratta di indumenti lavabili, anche perché i tessuti sono resistenti all’acqua. Tuttavia è consigliabile leggere sempre l’etichetta presente sull’impermeabile, al fine di capire quale tipo di lavaggio effettuare (se a mano o in lavatrice) e a quanti gradi impostarlo.

Lavare periodicamente questi prodotti è molto importante, sia per un fattore igienico e sia per evitare infestazioni di parassiti che possono annidarsi nella parte sottostante dell’impermeabile.

 

Gli impermeabili per cani sono tutti dotati di cappuccio?

Non tutti gli impermeabili per cani sono dotati di cappuccio per coprire la testa di Fido. La presenza o meno di questo accessorio dipende dal tipo di modello dell’indumento. Sul mercato esistono anche degli impermeabili con cappuccio rimovibile, che può essere montato o smontato alla copertura, in base alle proprie necessità. 

Questa funzione non soddisfa soltanto un fattore estetico ma si rivela molto utile, anche perché non tutti i nostri amici a quattro zampe sopportano il fatto di indossare un copricapo.

 

Sono sicuri gli impermeabili per cani? 

Quando si acquista un impermeabile per cani, bisogna fare attenzione a scegliere un modello realizzato con materiali di buona qualità, in quanto si tratta di un indumento che deve stare a stretto contatto con il corpo dell’animale.

A tal proposito il tessuto deve essere anallergico e traspirante, di modo che questo, oltre a proteggere Fido dalla pioggia, possa risultare anche gradevole e confortevole una volta che viene indossato.

Le cinghie di sicurezza devono essere regolabili e resistenti, per garantire una buona aderenza al corpo del cane. Inoltre è bene che siano presenti degli elementi catarifrangenti sull’indumento, di modo che il quadrupede possa essere avvistato per strada, anche in condizioni di scarsa visibilità.

A ogni modo, prima di acquistare un impermeabile per cani, leggete sempre con attenzione le caratteristiche tecniche del prodotto, così investirete il vostro denaro nel modello giusto.

Certi prodotti devono essere scelti con cura e attenzione, come quando una persona sceglie i vestiti per sé stesso.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

All’improvviso il cane inizia a vomitare? Niente panico, vediamo di capire insieme cosa succede e come affrontare questo problema 

 

Il vomito nel cane, come in qualsiasi animale, è un fattore che può essere normale se accade in maniera isolata. Quando è il momento di preoccuparsi? Sicuramente quando questo evento si manifesta con molta frequenza: in questo caso è bene rivolgersi al veterinario, che farà gli opportuni esami.

Prima però è bene capire da cosa derivi il vomito: si tratta infatti di un meccanismo di difesa del nostro corpo, che cerca di eliminare qualcosa di tossico o pericoloso e quindi di salvaguardarsi. Quello che ci fa preoccupare è in realtà un antifurto che scatta quando c’è un problema: vediamo insieme da cosa potrebbe derivare.

 

Come avviene

Ci sono alcune fasi che precedono il vomito e che possono farvi capire che il cane sta per rimettere: ecco come si manifestano.

 

1. La nausea

Appena il cane inizia a deglutire più volte e in maniera forsennata, si lecca le labbra di continuo, sbava e si agita, potete capire che il vomito è in arrivo. Quando infatti la salivazione aumenta, le pareti dell’esofago vengono protette da questo rivestimento, per cui il corpo è pronto a ricevere l’afflusso di succo gastrico che andrà a toccare questi organi.

Capirete che il cane ha la nausea anche quando, a questi comportamenti, si associa il mangiare dell’erba.

 

2. I conati di vomito

A questo punto il diaframma e i muscoli dell’addome iniziano a contrarsi per favorire l’espulsione del materiale, mentre la schiena del cane si inarca e l’animale si mette in posizione, pronto per vomitare.

 

3. Il vomito

La laringe viene chiusa dall’epiglottide, in modo che il contenuto dello stomaco non vada a finire nelle vie respiratorie, causando il soffocamento dell’animale. Potrete trovare non solo cibo ma anche succhi gastrici misti a bile, quindi non spaventatevi se vedete anche o solo liquido.

Quali sono le possibili cause?

Ma per quali ragioni il cane inizia a vomitare? L’organo causa del suo nascere è il cervello, infatti la parte che viene sollecitata è l’area postrema, che può essere stimolata da tutti gli organi che compongono il corpo dell’animale.

Che cosa provoca questa sollecitazione? Le cause possono essere tante, a partire da un tumore, un’infiammazione del cervello, ma anche il solo stress o degli odori troppo forti e poco graditi: anche un cibo per cani molto “profumato” può essere fonte di malessere.

Non sono da sottovalutare anche delle otiti o un’intossicazione dovuta a sostanze ingerite dall’animale o a dei medicinali. Se vogliamo riassumere tutto in uno schema, diremo che le probabili cause possono essere:

– ingestione di alimenti scaduti 

– intolleranza alimentare

– ingestione di un oggetto

– infiammazione dell’apparato digerente

– avvelenamento

– gastrite

– pancreatite

– patologie renali o epatiche

– malattie dovute a parassiti, virus e batteri

– tumore

– diabete mellito

– malattia di Addison

Tipologie di vomito

La prima differenziazione che possiamo fare è quella di distinguere il vomito in acuto e cronico. Il vomito acuto si manifesta in un periodo relativamente breve, che non deve superare le due settimane. Nel caso in cui ciò avvenga, si trasforma in cronico. 

Molto importante anche distinguere il tipo di materiale emesso dal cane, per risalire a una possibile causa: se ci troviamo di fronte al cosiddetto vomito caffeano, ovvero di colore scuro e con la presenza di materiale simile al caffè nero macinato, abbiamo la prova di un sanguinamento dell’intestino o di un blocco intestinale.

Se il cane inizia a vomitare sangue è molto probabile che sia necessario effettuare un’endoscopia, per verificare se ci siano lesioni interne o la presenza di corpi estranei che possono averle provocate.

Un’altra tipologia che potreste incontrare è il vomito giallo, detto anche vomito biliare, proprio perché ciò che viene emesso dall’animale è la bile, cioè il liquido che permette al corpo di digerire. Solitamente questo può verificarsi al mattino, quando il cane è a digiuno e non si tratta di un fenomeno molto preoccupante, ma si richiedono alcune accortezze.

Dovrete quindi somministrargli la sera un pasto leggero o provvedere a dargli degli antiacidi e gastroprotettori, sempre dopo aver consultato il veterinario. Attenzione, però, perché esiste anche la sindrome del vomito biliare, molto più pericolosa, che può essere spia anche di patologie a carico dell’apparato epatobiliare.

Se il cane vomita schiuma bianca potrebbe farvi sapere che ha problemi all’apparato digerente, per cui, anche in questo caso, è bene consultare il veterinario, che saprà come approfondire con gli appositi esami.

Il caso più grave che potete incontrare è invece il vomito fecaloide, ovvero un liquido di colore scuro che ha proprio il cattivo odore delle feci: sintomo di un’occlusione intestinale, se non di una perforazione, richiede l’immediato intervento del medico.

La terapia contro il vomito

Quando il vomito è un episodio isolato, basta semplicemente tenere a digiuno l’animale per 12 o 24 ore, senza però fargli mai mancare la ciotola dell’acqua: l’idratazione deve rimanere alta per non causare problemi ancora più gravi.

Se invece il vomito persiste, sempre dopo aver consultato il veterinario, sarà sufficiente somministrare all’animale dei farmaci antivomito e fargli seguire un’alimentazione abbastanza leggera, che non affatichi l’apparato digerente.

Molto importante valutare anche la presenza di febbre e quindi di manifestazioni come il cane che trema, che ha mal di pancia, guaisce e si lamenta, per verificare che la situazione non sia più grave di quanto si immagini.

Non trascurate anche di esaminare il colore delle feci del cane, spia di una patologia che il vomito può indicare con la sua presenza: se le feci sono marrone chiaro probabilmente c’è qualche problema nell’alimentazione, perché vuol dire che c’è una grande quantità di bile che non è stata ben assorbita.

Quando invece le feci sono marrone scuro, quasi nere, vuol dire che al loro interno c’è del sangue: potrebbe significare che il cane ha un’ulcera allo stomaco un’infiammazione del colon o dei corpi estranei nell’intestino.Questo, associato al vomito dello stesso colore, non è un buon presagio e richiede l’immediato consulto medico.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Preferito da molti personaggi famosi, che lo tengono anche in borsa, il Chihuahua è un cane da conoscere meglio prima di prenderlo con sé

 

Il cane più piccolo del mondo è conosciuto non solo perché tante star del cinema o della musica lo hanno scelto come compagno di vita, ma anche grazie a film che ne hanno spesso esaltato il carattere abbastanza capriccioso. Ma è davvero così? Esaminiamo insieme un po’ di più su questo animale tanto piccolo quanto curioso!

 

Le caratteristiche distintive

No, purtroppo non vi sbagliate: il Chihuahua è un animale molto pieno di sé, tanto che può abbaiare solo per far concentrare l’attenzione su di lui o addirittura fingere di essersi fatto male: che grande attore!
Amano quindi essere viziati ma non per questo vuol dire che siano delicati: non hanno certo paura di affrontare anche i cani più grandi del mondo, visto che non peccano anche come cani da guardia, nonostante le dimensioni ridotte.
Sono molto intelligenti e sportivi, amano camminare a lungo e soprattutto sono molto empatici, tanto che in America vengono utilizzati anche per la pet therapy. Per questo motivo non è necessario tenerli in braccio o nella borsa, come siamo abituati a vedere, se non per proteggerli quando si è in strade trafficate.
Devono essere allevati con cura, se si vuole che arrivino anche a 16 anni di vita, in quanto possono diventare molto resistenti a ogni tipo di malattia. Sono coraggiosi tanto da proteggere il padrone anche a costo della loro vita e amano giocare con lui, soprattutto in casa.
Sono socievoli ed estroversi con tutti, ma di meno con i bambini molto piccoli, mentre con quelli di età superiore ai sei anni vanno molto d’accordo: questo perché hanno meno bisogno di attenzioni.
Come mai così spesso, allora, ci vengono presentati collerici e arrabbiati? Perché è così che diventeranno se non saranno addestrati sin da subito in maniera adeguata.

Il suo aspetto

Se avete idea di come è fatto un chihuahua, sapete che ha delle orecchie a pipistrello, gli occhi tondi e grandi, il tartufo corto e che guarda verso l’alto e la testa a forma di mela. Per quanto concerne i colori, la FCI li ammette tutti, e li inserisce al numero 218, per la precisione nel gruppo 9, come “Cani da compagnia senza prova di lavoro”.
Ciò che distingue un esemplare da un altro è invece il pelo, infatti possiamo suddividerli in:

Chihuahua a pelo lungo: ovvero con il pelo lungo, morbido e liscio oppure ondulato, molto folto sulla coda e sul collo. 

– Chihuahua a pelo corto: tra i cani a pelo corto lucido e folto, che cade sul corpo e sulla testa.

Che si tratti di cani di piccola taglia a pelo corto o lungo, non esiste una determinazione del garrese per questa tipologia di animale, in quanto tutto viene basato sul peso. Quello ideale per questa razza è compreso tra 1,5 kg e 3 kg, anche se quello tra i 500 g e 1,5 kg è ancora accettato.
Tuttavia spesso gli allevamenti preferiscono creare animali piccoli, che però andranno a sviluppare molti problemi di salute.

 

Un po’ di storia

Anche se ci sono diverse teorie sulla nascita di questa razza, è certo che il Chihuahua provenga dal Messico: esiste proprio una provincia chiamata così, situata a nord del paese, dove si trovano tanti animali molto simili a quello che siamo soliti vedere.
La teoria più accreditata vede i Chihuahua come vittime sacrificali presso i Techichi, una popolazione che li riteneva traghettatori dell’anima, motivo per il quale li uccideva durante i riti funebri. Secondo altri, invece, il loro destino nel passato sarebbe stato lo stesso, ma a opera degli Aztechi, altri ancora pensano che abbiano più di 1000 anni di storia e che esistano a partire dai Toltechi.
In ogni caso, la loro diffusione avvenne a partire dal XIX secolo, quando cioè i contadini, abitanti della provincia di Chihuahua, iniziarono a vendere questi cani ai turisti provenienti dall’America. Da qui nacque l’amore per questi animali, che divennero ben presto i preferiti anche in Europa, nell’elenco delle razze dei cani di piccola taglia.

Salute e allevamento

Come accade anche per altri animali, l’allevamento è il principale artefice della salute di questi piccoli esseri, che sin da cuccioli hanno bisogno di attenzioni e cure particolari.
Questa razza ha infatti occhi molto delicati e soggetti ad ammalarsi, soprattutto quando il cane pesa molto poco: il Chihuahua nano è, per esempio, un esemplare molto delicato, che deve essere scelto seguendo criteri rigorosi.

Se siete interessati all’acquisto di un animale simile, non dovete pensare al risparmio: il prezzo infatti deve aggirarsi attorno ai 1000 euro. Se vi propongono un esemplare di Chihuahua per 400 euro o molto meno, state certi che il vostro animale avrà tanti problemi di salute e che, molto probabilmente, non condurrà una vita serena.
Scegliere invece un allevamento certificato, anche se comporterà una spesa iniziale più importante, vi permetterà di risparmiare sulle spese mediche e certamente garantirà una salute salda e una vita felice al vostro compagno.

 

L’alimentazione giusta

Anche per il Chihuahua è di fondamentale importanza scegliere la giusta alimentazione, che lo nutra adeguatamente sin dai primi tempi. La fonte principale di proteine è sempre costituita dalla carne, quindi il cibo per cani migliore per il vostro amico è quello che ha questo come componente più ricco.
Se invece preferite optare per il metodo BARF, il Chihuahua è in grado anche di mangiare e digerire la carne cruda, per cui non avrà problemi se questa è la vostra intenzione. Meglio invece evitare i cereali e gli zuccheri, che possono causare allergie e malattie, mentre sono da integrare anche le verdure, che apportano molte vitamine.

Cosa preferire, cibo secco o umido? La risposta giusta è optare per un mix delle due, in quanto il primo è più ricco di conservanti, mentre un secondo apporta una maggiore quantità di liquidi. Potrete quindi somministrarli entrambi, in momenti diversi, per favorire anche una buona digestione.
Se avete molto tempo da dedicare al cane, come dicevamo prima, la soluzione migliore è il metodo BARF, ovvero preparare da soli i pasti, che così saranno molto più ricchi di nutrienti e apporteranno solo benefici al Chihuahua, che potrà assimilare un maggior numero di proteine e vitamine.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Conosciamo meglio un esemplare tanto amato anche dal cinema, ripercorrendo la sua storia e analizzando le caratteristiche che lo contraddistinguono

 

Tra il 1870 e il 1900 vennero a crearsi molti incroci tra pastori tedeschi e lupi, tanto che alla fine dell’800 questa razza venne ufficialmente riconosciuta nella tranquilla Svizzera. Si tratta di esemplari che vennero impiegati dalle forze armate della Germania e che sopravvissero alle due guerre mondiali, fino ad affascinare Hollywood con serie come Rin Tin Tin.

 

Le sue caratteristiche

Se vi chiedete perché dovreste essere affascinati da un animale del genere, la risposta è semplice: il Pastore Tedesco è un esemplare versatile, che viene impiegato per diverse attività. Nasce come semplice cane pastore, per sorvegliare greggi di pecore, vista la sua stazza non certo gigante, ma che incute timore a quella che intende lasciare il gruppo.

In seguito diventa un elemento cardine per la Polizia, nella quale viene usato come cane da guardia, ma anche nell’Esercito e nella Dogana, oppure come animale da terapia, come guida per i ciechi e come cane da salvataggio, per le valanghe ma anche in acqua.

In sostanza questo cane da pastore tedesco è un factotum sul quale è possibile contare in varie circostanze: averlo significa poter stare tranquilli di essere sorvegliati e protetti da ogni circostanza avversa, un vero amico dal quale non potersi separare.

Forte, sicuro ma anche docile

Un cane a pelo lungo che è una garanzia: nessuno più di lui è affidabile, sicuro di sé, forte e coraggioso, delle caratteristiche che ne fanno un compagno di vita indispensabile per tutti. Dotato di una grande intelligenza, è in grado di apprendere con grande facilità e quindi può essere addestrato senza problemi, per affrontare ogni tipo di situazione.

Paragonarlo a un’assicurazione sulla vita non è un’esagerazione: tutto il cibo per cani che acquisterete per mantenerlo in forma sarà certamente ben speso. Si tratta inoltre di un animale molto fedele, che si affeziona al padrone e rimane al suo fianco per tutta la vita, come un compagno inseparabile, che non vi lascerà mai, neppure nelle difficoltà.

Ecco perché questo esemplare è così tanto amato e preferito da chi è alla ricerca di un cane sul quale fare affidamento.

 

Meglio per la famiglia o per altri scopi?

Le caratteristiche che distinguono questo esemplare ne fanno un animale indicato, come dicevamo, per diversi scopi, anche sociali e militari. Ma certamente, quando viene preso un Pastore Tedesco da cucciolo, educarlo al meglio è la prima regola per avere in casa un cane  fedele e ben educato, che possa stare a contatto con i bambini e gli altri animali.

La premessa necessaria è però quella di tenere sempre occupato questo come altri esemplari: quando il cane non viene considerato e viene lasciato a sé può sviluppare infatti comportamenti poco piacevoli, anche aggressivi, che lo rendono quindi un ospite indesiderato.

Per questa ragione, quando prendete un animale è di fondamentale importanza ricordare di prendersene cura, proprio come faremmo con una persona.

Il suo aspetto

Che dire poi della bellezza del passo del Pastore Tedesco? Lungo e forte, dà l’esempio della sua grande resistenza. Non si tratta di un esemplare molto grande, ma di taglia media, in quanto ha un garrese tra i 60 e i 65 cm (nei maschi) o tra i 55 e i 60 cm (nelle femmine).

Muscoloso e agile, ha una testa allungata che è però proporzionata al resto del corpo. Il naso è diritto e in bocca ha ben 42 denti; gli occhi sono leggermente obliqui e le orecchie sono tese in avanti, caratteristiche che ne fanno un esemplare molto attento e sempre in guardia.

 

Pelo e colore nel Pastore Tedesco

Ci sono diverse razze di cani da pastore: la FCI ha inserito il Pastore Tedesco al numero 166 e, nello specifico, solo quelli con pelo Stockhaar, cioè compatto e duro. Ma è nel 2008 che la Federazione ha introdotto anche il pelo Langstockhaar, cioè lungo e morbido, che dà vita a delle frange sugli arti, sulla coda e sulle orecchie.

Questi esemplari sono di colore nero, con parti marroni, grigie o gialle, tutti neri o tutti grigi e infine grigi con parti di colore marrone. Un esempio è il pastore tedesco grigione, ma ci sono davvero molti esemplari tra i quali scegliere il proprio compagno di vita!

L’allevamento

Con il passare del tempo allevare il Pastore Tedesco ha implicato seguirne anche cambiamenti di tipo fisico e strutturale: questo animale è infatti passato dall’essere magro, agile e poco muscoloso a diventare più massiccio.

Questo ha creato parecchie dispute, tra chi predilige l’esemplare originario e chi quello, per così dire, “evoluto”: per questo motivo oggi si fa distinzione tra gli allevamenti “di bellezza”, che vedono Pastori Tedeschi più corpulenti e dotati di un dorso inclinato, e quelli “da lavoro”, che invece creano cani molto più longilinei.

 

Un po’ di storia

I Pastori Tedeschi che conosciamo oggi hanno antenati risalenti già al VII secolo, che vivevano in Germania, paese dal quale questi esemplari derivano. Da semplici guardiani dei greggi passarono a compiti più importanti a partire dal XIX secolo, quando cioè Max Von Stephanitz, capitano della cavalleria prussiana, iniziò ad allevarli in maniera differente.

Il primo maschio da lui “realizzato” fu “Hektor von Linksrhein“, ribattezzato “Horand von Grafrath“ nel 1898. Questo cane, insieme al fratello denominato “Luchs von Sparwasser“ e all’esemplare femmina “Mari von Grafrath“ sono quelli che potremmo definire i progenitori dell’attuale Pastore Tedesco.

Le sue qualità divennero ben presto simbolo anche della Germania nazista, motivo per il quale il Kennel Club, situato in Gran Bretagna, preferì rinominare la razza in “Pastore Alsaziano”. Dobbiamo aspettare il 1977 per poter nuovamente chiamare il cane con il suo nome originario.

Quanto costa un esemplare?

Tra le malattie di cui soffre il Pastore Tedesco c’è la displasia dell’anca: per questo motivo, quando vi accingete ad acquistarne un esemplare, è importante informarsi in precedenza sui test genetici, che possono escludere la presenza di questa patologie.

Per questa ragione, se volete risparmiare sull’animale da prendere con voi, dovete ricordare che un prezzo troppo basso, che può anche andare al di sotto degli 800 euro, non è mai una spia di salute né di qualità.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Siete sempre stati affascinati da questo cane e volete saperne di più, per un eventuale acquisto? Leggete un po’ della sua storia e di come si alleva 

 

Chi ha già potuto apprezzare il Mastino Napoletano, sa bene che si tratti di un animale dalla stazza imponente, per cui sarà necessario avere a disposizione tutto lo spazio possibile per allevarlo. Ma quali sono le sue caratteristiche?

 

1. Imponente e poderoso

Come l’Alano, anche il Mastino Napoletano appartiene alla famiglia dei Molossoidi: forse non sembra quando è un cucciolo, ma il cane mastino può raggiungere ben 75 cm di garrese e avere un peso anche di 70 kg quando è adulto.

La sua testa è di grandi dimensioni, la mascella è imponente e le orecchie sono triangolari, molto aderenti alle guance. Una caratteristica che lo distingue è la pelle rilassata su tutto il corpo, in alcuni punti anche pendente.
Il pelo è solitamente folto, di colore nero, grigio, marrone, fulvo e falbo, ma può essere anche tigrato. 

2. Un po’ di storia

Se vi interessa saperne di più di questa razza, il Mastino Napoletano ha origini molto antiche, tanto che pare derivi dal molosso romano, cioè il cane che accompagnava i legionari in battaglia. Successivamente il suo impiego si è esteso anche come cane da guardia nell’Italia Meridionale, quindi come cane pastore napoletano.

A partire dal 1947 sono iniziati gli allevamenti mirati, che però non tenevano conto della salute dell’animale: si tratta di una razza molto giovane, motivo per il quale l’aspetto non è ancora del tutto omogeneo.

Nel XX secolo il Mastino Napoletano fu oggetto di interesse in vari paesi europei, con conseguenze disastrose per il povero animale: gli allevatori, infatti, facevano di tutto per far avere al cane un aspetto imponente, anche a scapito della sua salute. Ecco perché le pieghe iniziarono ad aumentare, conferendogli un’aura abbastanza grottesca.

Fortunatamente oggi la razza è appannaggio di veri intenditori, tanto che non in pochi ricordano il Mastino Napoletano anche nei film di Harry Potter: si tratta infatti del cane di Hagrid, il gigante amico del maghetto.

 

3. Il carattere del mastino

Certamente il molosso napoletano non ha bisogno di molto per spaventare chi si avvicina: come dice il suo nome stesso, gli basta l’imponenza e l’aspetto per allontanare chi non gradisce o non è gradito al padrone.

Per questa ragione è importante che il suo proprietario conosca bene il suo carattere, che è territoriale e molto indipendente, tanto che agisce subito quando si trova davanti a una minaccia per sé o i suoi amati.

Ma questo animale non è solo questo: è infatti un cane tranquillo e docile, che ama giocare e che dona confidenza solo alle persone che ben conosce e che fanno parte della cerchia famigliare. Con gli estranei è diffidente e riservato, per cui è molto importante aiutarlo a socializzare da piccolo, se non volete che sia distaccato con tutti quelli che non conosce.

4. Affidarsi a un allevatore

Quando si decide di prendere in casa un Mastino Napoletano sin da cucciolo, è importante rivolgersi a un allevatore specializzato, che saprà educarlo sin da subito: le prime settimane di vita sono infatti di fondamentale importanza per improntare il suo comportamento con gli altri.

Se desiderate che viva bene con i gatti, perché volete prenderne qualcuno o ne avete già in casa, l’allevatore dovrà farlo subito socializzare con i felini. Allo stesso modo, se crescerà con altri cani in casa, avrà un buon rapporto con loro anche da adulto.

Successivamente sarà possibile fargli frequentare una scuola per cuccioli e poi una per cani, così da fargli conoscere altre razze e fare in modo che non si comporti in maniera ostile quando, per esempio, lo porterete a fare una passeggiata.

 

5. Prenderlo da un allevamento serio

La prima regola da seguire, se non si vuole dover affrontare tutte le problematiche legate alla salute di questo bel molosso, è quella di scegliere il cane in un allevamento selezionato. Tra le malattie di cui soffre il mastino napoletano gigante, ci sono la displasia dell’anca, del gomito e l’artrite.

Chi non alleva in maniera corretta e sin da subito il cane lo porterà a queste sofferenze, per cui è bene operare la scelta giusta a monte. Inoltre è bene ricordare che la pelle pendente non fa altro che causare irritazione proprio tra le pieghe, per cui dovrete prendervi cura della sua pulizia.
Se vi state domandando quale sia il prezzo di un animale del genere, sappiate che il suo costo si aggira tra i 600 e i 1000 euro, una spesa che, in media, è quella da affrontare per un cane di razza.

 

 

6. L’alimentazione del mastino

Quale cibo per cani scegliere per alimentare correttamente un Mastino Napoletano? Questo è un altro aspetto da considerare prima di acquistarne uno, visto che la spesa da affrontare per nutrirlo sarà molto alta. Questi animali possono infatti raggiungere i dieci anni di età se trattati in maniera corretta, quindi è fondamentale che il cibo sia di prima qualità.

Meglio quindi optare per quello per cani di taglia grande, da somministrare in più pasti durante il giorno, visto che anche il Mastino corre il rischio di torcere lo stomaco, una patologia che caratterizza tutti i molossi. Facendo in questo modo diminuirete le probabilità che ciò accada.
Verificate inoltre che, tra gli ingredienti, sia sempre presente la carne in quantità sufficienti a nutrire il suo apparato locomotore.

7. Come tenere impegnato il mastino

Considerando che il Mastino Napoletano è un cane territoriale, dovrete assicurargli la possibilità di occuparsi proprio di questo: non esponetelo però al sole, perché non sopporta bene il caldo, e tenetelo all’interno di una zona recintata e ben delimitata, visto che non capisce di doversi fermare se non c’è un limite.

Potrà inoltre accompagnarvi a fare footing o mentre fate una passeggiata in bicicletta, anche se non è sportivo, a patto che seguiate voi i suoi ritmi: abituatelo sin dai primi tempi, di modo che diventi una routine e che non gli pesi.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Nero, giallo o cioccolato che sia, questo cane è da sempre una delle razze più amate da grandi e piccini, non solo per la straordinaria bellezza ma anche per la sua determinazione, dolcezza e fedeltà.

 

Da molti considerato leader mondiale dei cani, il Labrador Retriever appartiene all’ottavo gruppo delle razze canine riconosciute dalla FCI (Federazione Cinofila Internazionale), in cui rientrano tutte le specie da riporto. Il suo comportamento denota intelligenza, gentilezza e affabilità, prediligendo l’acqua tanto per “lavoro” quanto per gioco.

In virtù delle sue numerose abilità e della corporatura possente, viene spesso utilizzato nei salvataggi, dalle forze dell’ordine, come cane guida per i ciechi e perfino nella pet therapy. In questo articolo, analizzeremo nel dettaglio le caratteristiche e il temperamento di questa splendida razza, con particolare enfasi sui tratti che la contraddistinguono dalle altre specie canine.

 

Origine

A differenza del suo corrispondente americano (il Golden Retriever), il Labrador presenta una taglia e un peso leggermente inferiori, con un mantello più spesso e soffice al tatto. Anche se non ci sono prove sicure in merito alla sua nascita e sviluppo, la maggior parte degli esperti è concorde sul fatto che i primi esemplari abbiano fatto la loro comparsa nella provincia del nord-est del Québec.

Allora perché viene oggi considerato un cane di nazionalità inglese? In effetti, quando i coloni britannici si insediarono sull’isola di Terranova nel lontano 1825, rimasero molto colpiti dalle abilità dimostrate da alcuni cani neri utilizzati dagli indigeni locali nelle battute di caccia e per governare il bestiame.

Resisi conto dei numerosi vantaggi che avrebbero potuto trarre da questa particolare razza, selezionarono dei cuccioli di Labrador presso una tribù di indiani per portarli a casa con loro. Questi esemplari, soprannominati “Terranova di Saint John”, divennero quindi gli antenati dei futuri Labrador Retriever.

Nel Regno Unito, venivano impiegati soprattutto nella caccia e nel recupero delle reti in mare, e vista la loro notevole ubbidienza e la particolare abilità nello svolgere i compiti assegnati, di lì a poco iniziarono a diffondersi a macchia d’olio in tutto il Paese. Non a caso, furono proprio gli inglesi che, a seguito di una selezione rigorosa, fissarono le caratteristiche della razza che il Kennel Club registrò sotto l’appellativo di “Labrador Retriever” nel 1903.

Gli accessori indispensabili per prendersi cura di un Labrador

Visto che gli esemplari appartenenti a questa nobile razza canina hanno esigenze nutrizionali ed educative leggermente diverse da quelle richieste da altre tipologie di cani, prima di prendere la decisione di adottare un Labrador cucciolo è importante sapere cosa fare e quali accessori compare per prendersene cura.

Partiamo dunque dalla cuccia, che dovrebbe risultare abbastanza grande da consentire all’animale di muoversi e sdraiarsi comodamente anche quando raggiunge la sua taglia da adulto. Dal momento che un Labrador Retriever può arrivare anche a 60 cm di altezza al garrese, sarà necessario scegliere un modello alto almeno 80 cm per accogliere la sua testa, senza limitarne la libertà di movimento.

Un altro accessorio indispensabile è sicuramente il collare, meglio se munito di targhetta identificativa per rintracciare facilmente il proprietario in caso di smarrimento. In vendita ci sono diversi articoli che potreste prendere in considerazione, con la sola accortezza, però, di abbinare il colore del collare a quello del vostro esemplare: per un labrador bianco o un labrador marrone si consiglia una tonalità scura, mentre per un labrador nero o un labrador chocolate meglio preferire le nuance chiare, in modo che risultino sempre ben visibili.

Anche la scelta del guinzaglio non va presa alla leggera e, visto che quando si porta il cane a spasso la distanza consentita dalla legge è di 1,50 metri dal padrone, sarà necessario preferire un modello lungo almeno un metro e ottanta.

Ricordate, inoltre, che anche se i Labrador hanno in genere un temperamento molto mansueto, la museruola viene comunque richiesta nei posti affollati e sui mezzi di trasporto pubblici, quindi meglio acquistarne una adatta per non farsi cogliere impreparati.

Un’alimentazione adatta alla razza

Quanto all’alimentazione, se il cane ha meno di sei mesi la somministrazione del cibo dovrà avvenire almeno quattro volte al giorno, che si riducono a due in età adulta. Ovviamente, spetta al padrone decidere se nutrire il proprio amico a quattro zampe con cibo umido, secco o preparato in casa, ma se si gli si vuole garantire un equilibrato apporto nutrizionale – tenendo conto anche dell’età, del sesso e del quadro clinico generale – il modo migliore per scegliere un regime dietetico appropriato è parlarne con il veterinario.

Qualora si renda necessario cambiare piano alimentare, è importante farlo sempre in maniera lenta e graduale per permettere all’intestino del cane di abituarsi al nuovo alimento. Non solo, dal momento che alcuni Labrador Retriever sono molto schizzinosi quando si tratta di cibo, assicuratevi che qualunque cosa gli stiate dando non contenga molto sale o zucchero, mentre gli “extra” – come biscotti e dolcetti premio – andranno sempre elargiti con parsimonia, senza mai sostituire i pasti.

Infine, assicuratevi che il cane abbia acqua fresca disponibile in ogni momento, oltre a pulire e lavare le sue ciotole regolarmente per impedire la proliferazione di germi e odori poco gradevoli.

 

Temperamento e carattere

Come già anticipato, il Labrador Retriever è un cane particolarmente adatto alla vita familiare, soprattutto in virtù del suo temperamento vivace ed equilibrato che lo rende molto affabile verso i bambini.

Estremamente agile e dal fiuto eccellente, si distingue anche per il carattere fedele e mansueto che gli ha permesso di eccellere in molti “mestieri”, quindi non solo come cane da compagnia, ma anche come guida per i ciechi, cane poliziotto o da salvataggio e animale per la pet therapy.

Caratteristiche fisiche del cane Labrador

I principali Kennel Club concordano sugli elementi essenziali dello standard del Labrador, riassumibili in linea di massima in un cane dall’aspetto fortemente costruito, ad accoppiamento corto e particolarmente attivo.

Il cranio è in genere molto largo e ben disegnato, mentre il torace presenta una linea verticale profonda e marcata, con costole perfettamente cinturate. Altro tratto distintivo della razza è la coda: molto spessa all’origine, tende ad assottigliarsi progressivamente verso l’estremità ed è di lunghezza media, senza frange ma ricoperta totalmente di pelo.

Tutte queste caratteristiche descrivono quindi un cane forte, ben bilanciato e adatto al lavoro per il quale è stato allevato in origine. E se vi state chiedendo quale sia il prezzo del Labrador, il costo di un cucciolo può andare indicativamente dai 1.000 ai 2.000 euro, anche se molto dipende dall’allevamento, dalle caratteristiche morfologiche e dal pedigree.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

Utilizzato in origine come cane da guardia nelle aziende agricole del cantone di Berna, è uno “svizzero” al di sopra di ogni sospetto. Vediamo quali sono le sue caratteristiche principali e come prendersene cura.

 

Pur non essendo l’atleta più notevole della popolazione canina, il Bovaro del Bernese gode di un successo meritato da molti decenni in tutto il mondo. Noto anche come Bernese Mountain Dog o Pastore Bovaro, rientra tra le razze canine più amate e apprezzate per la sua indole molto dolce con gli esseri umani e la spiccata “polivalenza”, risultano ideale, non solo come cane da guardia, ma anche come fedele compagno di vita.

 

Carattere del Bovaro del Bernese

Sotto il suo aspetto fiero e imperturbabile, si nasconde un cane dal cuore tenero che ama il contatto con l’uomo e soprattutto con i bambini. Una delle principali qualità del cane Bovaro, all’origine della sua fama mondiale, è sicuramente l’affabilità, una caratteristica determinante nello sviluppo della razza che gli allevatori “seri” si sforzano da decenni di preservare con grande attenzione.

Altre due peculiarità tipiche di questa specie sono l’intelligenza e la fedeltà, che gli sono valse il titolo, non solo di eccellente cane da guardia e da pastore, ma anche da famiglia. Sicuro di sé e pacifico nei confronti degli estranei (a meno che non sia chiamato a difendere un dato territorio o il bestiame), è certamente un esemplare dall’utilità polivalente e anche estremamente facile da addestrare grazie alla sua proverbiale ubbidienza.

Caratteristiche fisiche

Benché le focature del mantello tricolore siano aspetti indiscutibili della bellezza e della celebrità del Bovaro del Bernese, oggi è molto conosciuto e apprezzato anche per il fisico possente e ben proporzionato.

Le orecchie sono in genere pendenti e ben adese alla testa, mentre il dorso dritto e solido gli donano un volume in perfetta armonia con l’insieme. Di questo simpatico cagnone piace molto anche la coda “ciuffosa” e il pelo leggermente ondulato, che però non lo fanno sembrare né pesante né goffo.

Pur essendo un cane di grossa taglia, la sua andatura è regolare ed energica, spesso dominata da un poderoso treno anteriore che gli conferisce forza e possanza sia nella corsa veloce sia sulle brevi distanze.

 

Storia del Pastore Bernese

L’evoluzione senza sosta della società moderna, associata a una crescente carenza dello spazio abitabile nelle grandi metropoli, ha contribuito al marcato sviluppo delle razze canine di piccola taglia nelle città, ma se c’è un cane che ha resistito con grande tenacia alle trasformazioni del tessuto urbano, quello è sicuramente il Pastore del Bernese.

Si tratta di una specie che vanta origini molto antiche e apprezzata all’unanimità per il carattere molto equilibrato, attento e vigile. Non a caso, dalle Prealpi Bernesi fino alle campagne del centro del cantone di Berna, veniva impiegato prevalentemente come cane da guardia nelle aziende agricole e da tiro per trainare le slitte sui percorsi innevati o ghiacciati.

 

In origine veniva chiamato “Dürrbächler” in riferimento al nome della frazione di Dürrbach (vicino a Riggisberg nel Cantone di Berna), dove questo simpatico cane bernese tricolore a pelo lungo era molto diffuso. Verso il 1907 alcuni allevatori della regione di Burgdorf fondarono il “Club Svizzero del Dürrbächler”, destinato all’allevamento e alla determinazione dei tratti caratteristici di questa particolare specie autoctona.

Il nome definitivo “Bovaro del Bernese” si deve al geologo e cinologo svizzero Albert Heim, che contribuì alla catalogazione degli standard di razza, creando ulteriori legami con altre varianti di Bovaro Svizzero. Di lì a poco, questi cani cominciarono a diffondersi in altri Paesi Europei in virtù del loro carattere socievole e la corporatura massiccia che gli conferisce una notevole resistenza alle condizioni climatiche più estreme.

Cura e alimentazione

Quando si è alle prese con un Bovaro del Bernese cucciolo non bisogna solo dotarsi degli accessori di base, come pettorina, guinzaglio, ciotole e museruola, ma occorre anche prestare attenzione alla sua corretta alimentazione. Il vostro veterinario di fiducia saprà sicuramente consigliarvi il regime dietetico più adatto a garantirgli una vita sana e in perfetta salute, senza ovviamente trascurare altri aspetti fondamentali della profilassi sanitaria, come le vaccinazioni obbligatorie e l’identificazione mediante microchip.

Durante i primi mesi di vita, l’approccio nutrizionale dovrà essere strutturato in modo da assicurare all’animale un equilibrato apporto di tutti i nutrienti indispensabili per la sua crescita, quindi vitamine, sali minerali, oligoelementi e alcuni dei lipidi coinvolti nella composizione delle membrane cellulari.

La prima fase della nutrizione del proprio cane sarà, quindi, legata alla determinazione del suo fabbisogno energetico di mantenimento (FEM), così da fornirgli il “carburante” necessario per il corretto svolgimento delle sue attività quotidiane.

In età adulta, invece, la composizione degli alimenti somministrati, che si tratti di cibo industriale, preparazioni casalinghe o dieta BARF, dovrà rispettare l’equilibrio nutrizionale richiesto da un cane adulto di taglia medio/grossa, ossia: 25% di proteine, 12% di grassi, 7% di fibre, 1% di calcio e 0,8% di fosforo.

Per evitare problemi di sovrappeso e prevenire diverse patologie cardiovascolari, è importante anche associare la corretta alimentazione a un’adeguata attività fisica, soprattutto se il cane è abituato a vivere in casa. Pertanto, qualunque sia la sua età, è fondamentale portarlo a spasso almeno due volte al giorno per farlo sgambare e dargli la possibilità di interagire con il mondo esterno e i suoi simili.

Quanto alla cura del pelo, dal momento che i Bovari hanno un mantello molto lungo e leggermente ondulato, si consiglia di spazzolarlo con una striglia o un cardatore almeno tre volte la settimana per rimuovere lo sporco ed evitare che vengano disseminati fastidiosi peli in giro per casa durante il periodo di muta.

Allevamento e salute

Sebbene i Bovari del Bernese siano cani molto resistenti che non vanno incontro a particolari problemi di salute durante la crescita e l’invecchiamento, allevarli in modo corretto non solo richiede particolari cure e attenzioni, ma è anche molto dispendioso, cosa che – purtroppo – va a incidere sul costo di acquisto dei cuccioli. Non a caso, le regole da rispettare per l’allevamento e la selezione della razza sono molto rigide, anche perché le caratteristiche somatiche e psichiche degli esemplari dovranno necessariamente conformarsi agli standard ufficiali imposti dalla FCI (Federazione Cinofila Internazionale).

Da qui risulta evidente come il prezzo del Bovaro del Bernese non possa dirsi propriamente popolare, ma si tratta comunque di una spesa che verrà sicuramente ripagata con tanti anni di gioia e fedeltà incondizionata.