Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Cancelletti per cani – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Non sempre il cane può girovagare per tutte le stanze di casa: in alcune occasioni è bene trattenerlo e non farlo entrare dove potrebbe farsi male o arrecare un danno. In questo caso viene in aiuto il cancelletto, ovvero un elemento da collocare dove e quando serve, che può essere anche facilmente rimosso. Come trovare quello giusto? Ecco qui alcuni suggerimenti. Il top per noi è Safety 1st Easy Close Metal Cancelletto di Sicurezza, facile da montare e senza praticare dei fori sulle pareti di casa. Ci ha convinto anche Callowesse® Carusi Cancelletto di Sicurezza Porte e Scale, dotato di apertura e chiusure semplici da gestire, la prima con una sola mano e la seconda in automatico.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori cancelletti per cani – Classifica 2020

 

Qui potete trovare alcuni dei prodotti più validi, secondo il nostro parere, tra quelli venduti online. Date un’occhiata alle loro caratteristiche e fatene una comparazione per capire quale cancelletto per cani comprare.

 

 

1. Safety 1st Easy Close Metal Cancelletto di Sicurezza

 

Se il vostro scopo principale è quello di risparmiare, optare per un prodotto dal buon rapporto qualità/prezzo non potrà che essere una buona idea. Ecco perché mettiamo all’apice della nostra classifica uno dei migliori cancelletti per cani del 2020, quello di Safety 1st, pensato anche per i bambini.

Facile da montare, deve essere fissato con le quattro viti di regolazione incluse, senza dover praticare dei fori, grazie al sistema a pressione. Si adatta bene a vani ampi tra i 73 e gli 80 cm e appare abbastanza robusto da impedire anche ai cani più coriacei di sradicarlo.

Il doppio sistema di chiusura rende il prodotto valido anche per i più piccoli, per cui si dimostra anche un oggetto versatile. Se vorrete estendere le sue dimensioni, tuttavia, dovrete acquistare a parte gli accessori adatti.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Questo prodotto si distingue perché venduto a prezzi bassi in rapporto alla qualità dei materiali che lo compongono. 

Versatile: Può essere tanto usato per tenere lontano i cani da una zona non sicura, quanto per proteggere i più piccoli.

Facile da montare: Non sarà necessario forare il muro, perché basteranno le quattro viti e il sistema a pressione per collocarlo fermamente e senza correre il rischio che cada.

 

Contro

Estensioni: Adatto per vani tra i 73 e gli 80 cm, potrà essere allungato ma solo acquistando a parte le estensioni apposite. 

Acquista su Amazon.it (€35.24)

 

 

 

2. Callowesse® Carusi Cancelletto di Sicurezza Porte e Scale

 

Quello di Callowesse rientra tra i modelli più venduti e quindi può essere definito anche uno dei migliori cancelletti per cani in commercio. Si tratta di un prodotto molto semplice da installare, visto che sfrutta un sistema a pressione che non costringe neppure a forare le pareti. Per questa ragione va bene anche se non lo si deve utilizzare ogni giorno.

Adatto a vani di ampiezza compresa tra i 63 e i 70 cm, è provvisto di un meccanismo di apertura a una mano e anche di una chiusura automatica, che rende molto facile la sua gestione. Non sarà quindi necessario eseguire grandi manovre per accedere alla stanza delimitata dal cancelletto.

Può essere esteso grazie ai moduli prodotti, ma da acquistare separatamente: l’unico problema sembra essere la porticina di passaggio, troppo stretta per chi non è sottile, quindi difficile da attraversare in casi del genere.

 

Pro

A pressione: Grazie a questo sistema, non sarà necessario forare il muro, per cui potrete usare il cancelletto anche solo quando necessario e senza rovinare le pareti.

Apertura e chiusura: La prima si effettua con una sola mano e la seconda è automatica, quindi gestire il prodotto è molto semplice.

 

Contro

Porticina: Le sue dimensioni non sono tali da assicurare a tutti lo spazio necessario per passare con facilità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. BabyDan Premier Cancello di Sicurezza Protezione della Porta

 

Se non sapete come scegliere un buon cancelletto per cani, BabyDan potrebbe avere la soluzione giusta per voi. Pensato per vani più ampi del normale, consta in una griglia di protezione composta da una parte base e da tre prolunghe, che le consentono di arrivare fino a 99,8 cm.

Si apre facilmente con una sola mano, anche se c’è chi ha avuto qualche difficoltà visto che la maniglia risulta essere un po’ troppo dura. Grazie alle viti incluse, si fissa tramite un sistema a pressione alle pareti e non si muove dalla sua posizione.

Robusto, regge bene il peso del cane quindi non rischia di essere messo a terra anche dall’esemplare più vivace. Non mancano inoltre la certificazione TÜV GS e la conformità alla norma europea EN1930: 2011.

Il costo non è il più economico in circolazione ma rientra comunque tra i modelli preferiti dagli utenti.

 

Pro

Più ampio: Questo modello copre un’ampiezza maggiore rispetto a modelli dello stesso genere, per cui è da preferire se cercate di chiudere aree che superino i 90 cm.

Fissaggio: Il sistema a pressione fa in modo che il prodotto rimanga fermo alla parete e che resista anche alle sollecitazioni dei cani più vivaci.

 

Contro

Apertura: Anche se è molto semplice e alla portata di tutti, visto che si può contare su una maniglia, questa risulta essere un po’ troppo dura da gestire per chi non è forzuto.

Acquista su Amazon.it (€64.37)

 

 

 

4. Leogreen Cancelletto Sicurezza Bambini in Metallo Senza Fori

 

Tra le offerte più convenienti facciamo rientrare anche quella di Leogreen, che prevede un cancelletto molto versatile e disponibile in diverse dimensioni, per accontentare le esigenze di tutti. Il prodotto può infatti delimitare un’area di dimensioni a partire dai 74 cm e fino ad arrivare ai 115 cm, senza per questo diventare una spesa importante.

Si fissa al muro tramite un sistema a pressione, che quindi non costringe a creare fori, rovinando le pareti se, in un momento successivo, si vuole rimuovere il cancelletto. La porticina si apre con un meccanismo a pressione che, se intendete anche usare il prodotto per i più piccoli, non è facile da aggirare per i bambini.

Non a tutti piace però l’idea di dover estendere le dimensioni del cancello tramite dei pezzi aggiuntivi e la struttura non appare tanto solida da resistere alle sollecitazioni dei cani più vivaci.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Questo modello ha incontrato i pareri positivi di molti utenti che hanno apprezzato il costo accessibile a fronte di dimensioni variegate per tutte le esigenze.

Senza fori: Non sarà necessario praticare dei fori sul muro per fissare il cancelletto, visto che può contare su un sistema a pressione.

 

Contro

Solidità: La struttura non appare così tanto robusta da poter resistere alle sollecitazioni di cani più corpulenti e particolarmente vivaci.

Acquista su Amazon.it (€46.29)

 

 

 

5. Safety 1st Modular Cancelletto Sicurezza Composto da 3 Moduli

 

Quello di Safety 1st è un cancelletto dedicato a chi ha bisogno di delimitare aree molto ampie, come camini, corridoi, scale molto estese oppure porte dalla forma irregolare. Si tratta infatti di un oggetto composto da tre moduli, che può coprire dai 40 ai 214 cm.

Come tutti i prodotti del marchio, però, sarà possibile espandere ancora di più la copertura acquistando altre estensioni a parte. Facile da installare, deve essere fissato al muro con delle viti, per poi essere richiuso e messo via quando non serve, senza perciò rovinare le pareti di casa.

Il telaio è in acciaio, non un materiale nuovo a questo tipo di prodotti ma anche il più solido, che assicura una buona durata nel tempo e una maggiore resistenza alle sollecitazioni. L’apertura della porticina è semplice, visto che è provvista di una maniglia ergonomica, ma le dimensioni di questo varco sono troppo piccole, secondo qualche utente. 

 

Pro

Per aree grandi: Le dimensioni di questo cancelletto sono tali da assicurare la copertura di zone ampie, come un corridoio o delle scale particolarmente estese.

Acciaio: Questo modello è costruito in acciaio, un materiale solido che assicura una buona durata nel tempo del prodotto.

Maniglia: Grazie a questo elemento è facile accedere alla porticina, che quindi può essere aperta senza problemi dagli adulti.

 

Contro

Porta: Questo elemento è troppo stretto per chi non ha una corporatura esile, quindi può creare difficoltà a chi ha bisogno di entrare velocemente.

Acquista su Amazon.it (€94.11)

 

 

 

6. Momcozy Cancelletto per Bambini e Animali Estensibile

 

Quella di Momcozy è una proposta molto interessante per chi sta cercando un cancelletto non composto da sbarre ma da un unico elemento. Il prodotto è infatti caratterizzato da una parete estensibile, che arriva a coprire fino a 140 cm.

Si fissa al muro, per cui sarà necessario praticare dei fori per collocarlo in pianta stabile e non è provvisto di una porta, ma ci si dovrà servire del sistema di apertura e chiusura tramite rotazione, che comporta l’utilizzo di una sola mano.

Il materiale utilizzato è tale da resistere a cani di peso compreso tra i 4,5 kg e i 18 kg, in quanto quelli più imponenti potrebbero facilmente romperlo. Utile anche per delimitare aree da non far sorpassare ai bambini, arriva in una scatola che contiene tutto il necessario per il montaggio, incluse le istruzioni.

 

Pro

Estensibile: Questo cancelletto è composto da un telo che si apre e chiude, e che può raggiungere anche i 140 cm.

Resistente: Il prodotto è in un materiale resistente ai bambini e anche ai cani di peso compreso tra i 4,5 kg e i 18 kg.

 

Contro

Fori: Per fissare il cancello è necessario praticare dei fori sul muro, per cui sarà necessario sacrificare una zona della casa.

Acquista su Amazon.it (€68.99)

 

 

 

7. Costway Cancelletto di Sicurezza Barriera Protettiva per Cani

 

Non desiderate solo un semplice cancelletto per cani, ma anche un elemento che aggiunga stile alla vostra casa? Date un’occhiata al prodotto di Costway, realizzato in legno di pino, l’ideale per confonderlo con un pezzo di arredamento.

Potrete optare per la versione che include tre o quattro pezzi: quest’ultima misura 203 x 76 x 1,8 cm, per cui è in grado di delimitare un’area molto ampia. Deve essere fissato al muro tramite le viti e i fermi presenti nella scatola, per cui dovrete essere disposti a praticare dei fori nelle pareti.

Grazie al fatto che si tratta di un elemento pieghevole, può essere facilmente messo via senza occupare spazio ed essere montato in modo da creare recinti o aree delimitate in casa. Presente una porticina, che consente l’ingresso e l’uscita senza doverlo rimuovere.

Non è però indicato per cani troppo grandi, che potrebbero romperlo. Se non sapete dove acquistare questo modello, date uno sguardo al link in basso.

 

Pro

Elegante: Questo cancelletto per cani ha il vantaggio di aggiungere stile alla vostra casa, visto che è in legno di pino ben trattato.

Per ampi spazi: Potrete scegliere una delle due versioni, da tre o quattro pezzi, per coprire zone fino a un massimo di 200 cm.

 

Contro

Per cani di piccola taglia: Visti i materiali usati, è preferibile utilizzare questo prodotto per cani di dimensioni ridotte, che non rischiano di romperlo se cercano di superarlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Dibea Cancelletto Cani Barriera Protettiva

 

Un prodotto molto facile da installare a da utilizzare è anche quello di Dibea, che può essere scelto in due diverse altezza, da 50 e 70 cm, ed è estensibile in base alle esigenze. Si parte dai 98 cm per raggiungere anche i 180 cm se necessario.

Il vantaggio di questo cancelletto è quello di non dover essere fissato al muro, né con sistemi a pressione, né forando il muro, ma basta posizionarlo dove necessario. Per questa ragione, però, bisogna prestare attenzione ai cani più vivaci e di dimensioni maggiori, anche se la struttura è resistente, in quanto è in metallo e legno.

Sono presenti delle staffe che fermano il prodotto alla parete, per cui potrete avere maggiore sicurezza se temete che anche il vostro barboncino possa attentare alla sua solidità. I piedini antiscivolo aiutano a impedire che cada o si sposti troppo facilmente ma non è presente una porticina che consenta a voi di andare al di là del cancello.

 

Pro

Installazione: Si tratta di un cancelletto che basterà posizionare dove necessario, senza dover forare il muro o bloccarlo a pressione, ma potendo contare sulle staffe laterali.

Materiali: Quelli di fabbricazione sono il metallo e il legno, per cui il prodotto è molto solido e resistente e destinato a una lunga durata.

 

Contro

Porta: Manca la porticina che permetta di accedere nell’area delimitata, quindi dovrete rimuovere interamente il cancello se volete passare dall’altra parte.

Acquista su Amazon.it (€54.95)

 

 

 

Guida per comprare un cancelletto per cani

 

Se volete evitare che Fido gironzoli liberamente per casa e che combini qualche guaio durante la vostra assenza, installare un buon cancelletto per cani, potrebbe essere la soluzione migliore.

Grazie a questa speciale barriera di protezione, non solo salvaguarderete la mobilia dell’abitazione ma impedirete che il quadrupede possa cacciarsi in qualche situazione pericolosa per la sua salute. 

Prima di acquistare tale accessorio però è necessario tenere in considerazione alcuni parametri, che vi permetteranno di comprare il modello più adatto a soddisfare le vostre esigenze.

Materiali

In commercio è possibile trovare diversi modelli di cancelletti per cani, che variano per marca, dimensioni, sistema di installazione, sistema di apertura e di chiusura, materiali, ecc.

Sicuramente tra le prime cose da tenere in considerazione prima di acquistarne uno, dovete assicurarvi che il prodotto sia realizzato con materiali resistenti e di alta qualità. 

Questo perché un cane molto vivace potrebbe forzare la barriera e buttarla giù in un attimo oppure potrebbe mordere le sbarre e forzarle facilmente. Di solito i cancelli più solidi sono quelli prodotti in metallo, in quanto risultano quasi impossibili da rompere e offrono  il massimo della sicurezza. 

Purtroppo in questo caso la nota dolente è il prezzo, infatti si tratta di modelli che si presentano sul mercato con un costo più elevato rispetto a quello dei cancelletti realizzati in plastica.

Tuttavia è consigliabile spendere un po’ di più e investire nella sicurezza, specialmente per tenere Fido lontano dagli ambienti casalinghi più esposti ai rischi di danni o dai luoghi più pericolosi..

Se invece optate per un modello in plastica, accertatevi che questa sia qualitativamente buona e solida. Fate attenzione a scegliere il modello giusto, in quanto esistono cancelletti sia per uso interno e sia per uso esterno. In alternativa potete trovare anche strutture adatte a entrambi i casi.

 

Dimensioni e sistema di chiusura

Un cancelletto di sicurezza per cani non sarebbe degno di tale nome se non disponesse di un sistema di chiusura a prova di Fido. Non illudetevi che una volta installata la barriera, il vostro amico a quattro zampe abbandoni l’idea di evadere dal suo spazio delimitato. Probabilmente l’animale cercherà di aprire la porticina in tutti i modi oppure tenterà di scavalcarla, qualora questa non fosse sufficientemente alta. Per questo motivo, il cancelletto deve essere munito di una particolare chiusura a prova di cane. 

Assicuratevi di acquistare un modello che abbia un buon sistema di bloccaggio della porticina, così potrete stare tranquilli e non avere brutte sorprese. Inoltre optate per una struttura che sia di dimensioni adeguate alla taglia del vostro animale, onde evitare che il quadrupede scavalchi la barricata.

Qualora siate alla ricerca di un cancelletto da utilizzare come blocco d’accesso alle scale, vi suggeriamo di scegliere un modello allungabile, che vi permetta di adattare la barriera all’ampiezza del varco. 

Solitamente questo tipo di cancelletto è dotato di appositi accessori che consentono di variare le dimensioni della struttura; diversamente sarete costretti ad acquistare tali supporti separatamente.

Sistema di montaggio

Generalmente, per l’installazione di un cancelletto per cani non è necessario l’impiego di trapani o di altri utensili da lavoro. La maggior parte dei modelli presenti sul mercato è dotata di tutti gli accessori per il montaggio e non richiede alcuna foratura di porte o di pareti.

Il più delle volte si tratta di installazioni molto pratiche e veloci da effettuare e ovviamente è possibile rimuovere i cancelletti ogni volta che la loro presenza non è più necessaria. In poche parole, per montare un accessorio del genere non occorre essere dei maghi del fai da te.

Sia ben chiaro che prima di acquistare il modello desiderato, è opportuno controllare quali sono le misure da questo supportate, a meno che non vogliate comprare un cancello a lunghezza regolabile. 

Quest’ultima tipologia risulta molto utile qualora abbiate bisogno di spostare la barriera da una porta all’altra della casa. Si tratta di strutture versatili che potete portare ovunque con voi e adattare a qualsiasi tipo di abitazione. 

In questo modo avrete più controllo sul vostro amico a quattro zampe, anche quando andrete in villeggiatura. Assicuratevi inoltre che il kit contenga delle istruzioni di montaggio chiare ed esaustive, onde evitare di improvvisare installazioni che potrebbero non essere corrette e di conseguenza incidere negativamente sul buon funzionamento del cancelletto.

 

 

 

Come utilizzare il cancelletto per cani

 

Un cancelletto per cani è il metodo migliore per delimitare alcune aree della casa, al fine di impedire a Fido di raggiungere zone “off-limits” come: camere da letto, salotto, cucina, scale, giardino, ecc.

In questo modo il vostro amico a quattro zampe eviterà di fare danni tra le mura domestiche, come per esempio mordicchiare mobili o riempire di pelo divani e tappeti. Tale divisorio si rivela utile anche per salvaguardare la salute dell’animale, evitando che questo si faccia del male, magari accedendo ad aree della casa potenzialmente pericolose.

Se avete un giardino e vivete in città, un cancelletto per cani per uso esterno si rivelerà indispensabile per impedire al quadrupede di sgattaiolare fuori per strada e andare incontro a pericolo certo.

Tipi di cancelletto

Il mercato offre una vasta gamma di cancelletti per cani, infatti è possibile trovare divisori di varie tipologie e con porticine di dimensioni più o meno grandi. In realtà questi accessori si dividono in tre categorie principali: cancelletti per esterni, per interni e “multi-pet”.

Quelli per esterni sono ideali per cortili e giardini e costituiscono una robusta barriera che impedisce a Fido di entrare in casa se non gli è permesso, oppure di accedere ad aree del giardino più delicate. Gli impieghi di questo tipo di divisorio sono molteplici e i materiali che lo compongono sono solidi e resistenti alle intemperie.

I cancelletti per interni sono la soluzione perfetta per impedire al cane di addentrarsi nelle camere, di raggiungere il divano nuovo, di salire o scendere le scale o di ficcare il naso in cucina. Solitamente su queste barriere, è presente un sistema integrato di apertura a due vie, che vi permette di controllare gli accessi in entrambi i sensi.

Inoltre è possibile acquistare dei modelli universali dotati di estensione, per adattare i divisori a porte e pareti. I cancelletti sono forati, pertanto Fido può vedere che cosa succede dall’altra parte della barricata, senza sentirsi recluso. 

In genere questo tipo di accessorio si rivela molto utile in caso di cuccioli da tenere a bada e che ancora non sono stati addestrati/educati. Infine abbiamo i cancelletti “multi-pet”, che servono a chi possiede diversi animali domestici in casa. 

Tali barriere possono rendere più pacifica la convivenza, delimitando alcune aree della casa e consentendo a tutti gli animali presenti (cani, gatti, conigli, ecc,) di accedere o meno a queste.

Alcuni modelli sono dotati di sportellini di diverse dimensioni, per consentire il passaggio a esemplari di taglie differenti.

Fido e il cancelletto

Quando acquistate un cancelletto per cani da installare dentro casa, è molto importante far capire a Fido che si tratta di una barriera di demarcazione territoriale, oltre la quale lui non può andare (a meno che non gli sia concesso).

Il quadrupede deve capire che non si tratta di uno strumento di punizione ma di un limite che deve accettare se gli viene imposto. In pratica dovete effettuare un mini addestramento per insegnare al vostro amico a quattro zampe che a certe aree della casa lui non può accedere.

Col tempo Il cane assimilerà il concetto e probabilmente, dopo un po’ potreste non avere più bisogno di nessuna barriera all’interno delle mura domestiche.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come realizzare un cancelletto per cani?

Se avete un po’ di manualità e vi piace il fai da te, potreste prendere in considerazione l’idea di creare un cancelletto in legno voi stessi. Di seguito vi suggeriamo un metodo per costruirne uno senza molte difficoltà. Prima di tutto prendete le misure del varco da proteggere e calcolate il legno utile che serve alla realizzazione della barriera.

Tenete a mente che la misurazione deve essere leggermente più stretta, in quanto la porticina deve essere fissata alla parete con un montante. A questo punto procuratevi il materiale necessario inclusi chiodi, viti, cerniere, colla vinilica e tutti gli strumenti che servono per la lavorazione.

Tagliate su misura le varie traverse e ricavate il telaio del cancelletto. I bordi dovranno essere di misura più grossa rispetto alle assi interne, che potrete applicare sia verticalmente e sia orizzontalmente.

Inchiodate e incollate per bene tutta la struttura e infine carteggiate tutte le superfici, onde evitare che rimangano schegge e parti taglienti che potrebbero essere pericolose sia per Fido e sia per voi.

Verniciate il divisorio con un prodotto ad acqua (non tossico) del colore che preferite. Infine applicate le cerniere su porta e montante e aggiungete un chiavistello, in modo da creare un sistema di chiusura sicuro. Applicate i montanti alle pareti e il gioco è fatto.

Quanto costa un cancelletto per cani?

Il prezzo di un cancelletto per cani può variare in base a diversi fattori. Diciamo che in media il costo può oscillare tra 15 e 100 euro, a seconda del modello, delle dimensioni, dei materiali e della marca.

Sicuramente i più economici sono quelli realizzati in plastica o in rete, mentre quelli più costosi sono costruiti in metallo o in legno. Ovviamente dipende molto anche dalla qualità dei materiali che viene utilizzata nella produzione di tali accessori. In commercio esistono anche dei modelli estensibili che possono essere adattati a ogni situazione.

Il prezzo può variare anche se il cancelletto è per uso interno o per uso esterno. Ricordate che quelli per uso esterno sono composti da materiali più robusti ed elaborati, in quanto devono resistere alle intemperie; pertanto il costo lievita leggermente.

 

Come montare un cancelletto per cani?

L’installazione di un cancelletto per cani può variare a seconda del modello. In commercio esistono strutture che possono essere montate su porte e pareti senza bisogno di ricorrere a forature, ovviamente dipende dal sistema di montaggio del kit scelto.

Alcune barriere possono essere installate tramite degli appositi sistemi di aggancio che consentono di montare e di smontare la struttura a proprio piacimento, senza danneggiare muri o porte.

Altri cancelletti sono a struttura fissa e richiedono un fissaggio permanente tramite viti e tasselli. Alcuni divisori invece vanno semplicemente appoggiati a terra o incastrati a pressione. In genere questi ultimi sono pieghevoli e risultano molto utili, specialmente da portare in viaggio con voi. 

Se decidete di andare in villeggiatura o in una casa vacanza, i divisori pieghevoli sono quelli più indicati, sia per praticità e sia per leggerezza.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Collari antiabbaio – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Se avete intenzione di educare il vostro cane a non abbaiare quando non necessario, avrete bisogno di qualche aiuto in più, che vada dal professionista all’impiego di un collare specifico. Ma quale è quello che non farà male al vostro amico, pur insegnandogli a essere più educato? Trovare quello giusto può non essere così semplice, ecco perché vogliamo darvi qualche utile indicazione. Al top della nostra classifica trovate Petic Collare Anti Abbaio per Cani Piccola Media Grande Taglia, un modello resistente ad acqua e sporco e dalla cinghia adattabile a diverse razze. Subito dopo PetKing Premium Collare Antiabbaio Cane Collare Addestramento, un collare che si attiva automaticamente quando il cane abbaia, facile da fargli indossare e adatto a cani tra i 2,7 e i 55 kg.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori collari antiabbaio – Classifica 2020

 

Ecco qui un esempio di alcuni dei migliori collari antiabbaio del 2020 venduti online. Fate una comparazione delle loro caratteristiche per determinare quale sia l’offerta da cogliere al volo.

 

 

1. Petic Collare Anti Abbaio per Cani Piccola Media Grande Taglia

 

Se non sapete quale collare antiabbaio comprare, perché questo metodo non vi sembra quello più naturale per educare il cane, potete optare per il modello di Petic, che attiva in automatico suoni e vibrazioni quando necessario, senza essere aggressivo.

Indicato per tutte le razze, può essere regolato su colli da 17 a 55 cm e va bene per stazze dai 3,5 ai 50 kg di peso. Inoltre è molto leggero, per cui, anche se il vostro è un cagnolino, non avrà difficoltà a tenerlo addosso.

La plastica con cui è realizzato è resistente ad acqua e fango, quindi non rischierete di doverne acquistare uno nuovo se il vostro cane ama giocare ovunque. Nella confezione sono incluse due cover, per personalizzarlo, le pile e un manuale di istruzioni.

Buono anche il prezzo, molto contenuto, ma non tutti sono soddisfatti della funzione automatica, che non entra in azione quando l’abbaiare è molto flebile. 

 

Pro

Automatico: Non è necessario alcun telecomando, in quanto il collare si attiva in automatico, senza essere invasivo nei confronti del vostro cane.

Per tutte le razze: Questo prodotto è indicato per qualsiasi razza, visto che si adatta a colli tra i 17 e i 55 cm e può essere utilizzato su stazze tra i 3,5 e i 50 kg di peso.

Resistente: Il vostro cane potrà anche giocare sotto la pioggia o nel fango, perché il collare resiste anche alle intemperie.

 

Contro

Reattività: Il collare non sempre si attiva quando l’abbaio è molto debole, quindi potrebbe non funzionare bene su animali che non hanno una voce possente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. PetKing Premium Collare Antiabbaio Cane Collare Addestramento 

 

Chi cerca un collare antiabbaio facile da posizionare, potrà essere soddisfatto da quello di PetKing Premium, che ha una cinghia regolabile, indicata per tutte le razze e per stazze tra i 2,7 e i 55 kg.

La qualità dei materiali è molto valida, tanto che il cane potrà indossarlo anche in presenza di pioggia, visto che è impermeabile e quindi non rischia di rompersi o smettere di funzionare. Un grande vantaggio è dato dalla sua funzionalità, che reagisce solo all’abbaio e non anche a stimoli esterni, confondendo così l’animale.

In virtù di queste caratteristiche, il prodotto è tra i più venduti, visti i pareri positivi suscitati negli utenti, anche grazie a un prezzo concorrenziale. Tuttavia, non pare sortire effetto positivo proprio su tutti i cani, alcuni dei quali riprendono ad abbaiare oppure non smettono in seguito alle sollecitazioni del collare. 

 

Pro

Facile da indossare: Con questo modello non dovrete perdere tempo né avere pazienza con il cane, in quanto la cinghia regolabile si mette in un attimo e si aggiusta altrettanto velocemente.

Funzioni: Il prodotto ha il vantaggio di mettersi in funzione solo quando il cane abbaia, quindi non reagisce a stimoli esterni, come accade con altri modelli.

Per tutte le razze: Trattandosi di un articolo adattabile, va bene per tutti i cani e per quelli con stazza compresa tra i 2,7 e i 55 kg.

 

Contro

Effetti: Non sortisce buoni risultati propri su tutti gli esemplari, tanto che alcuni non smettono di abbaiare oppure riprendono come se nulla fosse.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Toozey Collare Antiabbaio per Cane Vibrante Ricaricabile 3 in 1 

 

Facciamo rientrare tra i migliori collari antiabbaio anche quello di Toozey, un modello ricaricabile tramite cavo USB, che può essere adattato al collo di qualsiasi esemplare, purché di dimensioni comprese tra i 12 e i 56 cm.

Si tratta di un collare dotato di sette livelli, che comprendono la vibrazione, il suono o entrambi in combinazione: basta selezionare la modalità che si desidera per fermare l’eccessivo abbaiare del cane senza creargli dei traumi.

Nella confezione sono incluse due mascherine, per adattare il prodotto anche alle proprie esigenze estetiche, un manuale di istruzioni, il cavo USB per la ricarica e una luce LED lampeggiante, il tutto a uno dei prezzi più economici in circolazione. 

Tuttavia non si tratta di un articolo efficace per ogni esemplare, visto che c’è chi sostiene di non aver avuto l’effetto desiderato.

 

Pro

Ricaricabile: Usare questo collare è molto semplice, in quanto basta ricaricarlo e farlo indossare a Fido, usando un semplice cavo USB.

Sette livelli: Potrete selezionare una delle impostazioni, tra vibrazione e suono, oppure combinarle entrambe. 

Rapporto quantità/prezzo: All’interno della confezione troverete non solo il collare, ma anche due mascherine per personalizzarlo, un libro di istruzioni e una luce LED per migliorare la visibilità notturna.

 

Contro

Efficacia: Il prodotto non appare funzionale allo stesso modo con tutti gli esemplari, in quanto non è utile con alcuni che non smettono di abbaiare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Nakosite PET2433 Miglior Collare per Cani Anti Abbaio

 

Il collare di Nakosite è un modello facile da usare e da sistemare sul collo del cane, grande o piccolo che sia: si tratta infatti di un oggetto dotato di cinghia regolabile, che quindi può essere adatta tanto alle razze minute quanto a quelle più consistenti.

Questo elemento è inoltre in nylon flessibile, che non stringerà il collo in una morsa ma sarà comodo da portare. Il prodotto si serve della vibrazione, del suono e di questi due elementi combinati per impedire a Fido di abbaiare, per cui non è invasivo né gli fa male.

Il colore nero lo rende ideale in ogni caso, anche perché il costo è molto conveniente: si tratta infatti di uno dei modelli a prezzi bassi più appetibili per gli utenti. Inclusa nella confezione c’è anche una luce LED con gancio, che potrete appendere al collare di notte, per tenere sempre d’occhio il cane.

Alcune volte, però, il prodotto presenta dei malfunzionamenti che hanno portato gli acquirenti a restituirlo.

 

Pro

Cinghia: Quella in dotazione è in nylon ed è flessibile, per cui va bene sui colli degli animali di ogni razza e stazza.

Funzioni: Includono le vibrazioni e i suoni oppure questi due elementi in combinazione, metodi che non fanno male al cane quando devono intimargli di non abbaiare.

Costo: Piace il prezzo più basso rispetto ad altri modelli molto simili in commercio, per cui è la scelta azzeccata per chi vuole risparmiare.

 

Contro

Difetti: Alcuni modelli presentano dei malfunzionamenti che costringono gli acquirenti a restituirli, rendendo vana la spesa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. GoPetee Collare Antiabbaio Cane Luce LED Suono & Vibrazione

 

Se non sapete come scegliere un buon collare antiabbaio, che soddisfi non solo le esigenze funzionali ma anche estetiche, date un’occhiata a quello di GoPetee, che ha una bella mascherina dorata opaca, in grado di donare anche un po’ di charme in più a un oggetto al quale solitamente si fa poco caso.

A differenza di altri, non ha una taglia unica, ma è possibile scegliere il modello in base alla razza e alle dimensioni del collo del proprio cane. Si aggancia facilmente e ha un fattore di protezione IP3, che lo rende resistente agli schizzi e all’acqua.

Il display integrato permette di scegliere uno tra i sette livelli, che partono dalla vibrazione, arrivano ai suoni e poi li combinano entrambi. Inclusa nella confezione anche una luce LED che rende il cane visibile di notte fino a una distanza di 800 m.

Il costo è ragguardevole, ma ci sono dubbi riguardo l’effettiva efficacia di questo prodotto, che in alcuni casi non sortisce alcun effetto su Fido.

 

Pro

Estetica: Questo modello è vincente sotto il punto di vista estetico, visto che ha una bella mascherina dorata opaca, che aggiunge un po’ di bellezza al collare.

Taglie: Il vantaggio nello sceglierlo sta anche nel poter optare per una delle taglie a disposizione, che si adattano meglio alle diverse stazze.

Fattore di protezione: Qui abbiamo l’IP3, che ben resiste agli schizzi e all’acqua, quindi il cane potrà correre e giocare senza rischi.

 

Contro

Efficacia: Non sempre il prodotto è utile per far smettere il cane di abbaiare, nonostante disponga dei soliti metodi, quali la vibrazione e il suono, anche in combinazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. PetTec Collare Automatico Antiabbaio per Cani Spray per Addestramento

 

Chi è alla ricerca di un collare antiabbaio diverso dal solito, può dare una chance a quello di PetTec, che sfrutta un sistema diverso dai soliti suoni con vibrazione. Si serve infatti di uno spray, che si attiva quando il cane inizia ad abbaiare, del tutto innocuo per la sua salute.

Molti utenti testimoniano che la sua azione è davvero efficace, in quanto l’animale associa subito lo spruzzo all’abbaio, evitando di esagerare. La taglia è unica e il prodotto può andare bene per una circonferenza massima di 60 cm, quindi è indicato anche per le taglie grandi.

Il costo è più alto rispetto ad altri modelli, quindi dovrete essere disposti a spendere di più. Inoltre c’è chi fa notare che le dimensioni del sistema sono molto grandi, per cui il cane più vispo potrebbe mordere la cassetta che contiene gli spray e rovinarla, rendendola inutilizzabile. 

Se questo sistema vi sembra innovativo e volete sapere dove acquistare, cliccate sul link in basso.

 

Pro

Innocuo: Anche se utilizza lo spray al posto della stimolazione, la composizione alla citronella non risulta lesiva per la salute del vostro cane.

Efficace: L’animale associa subito lo spruzzo all’abbaio, quindi il prodotto si rivela molto utile nel ridurre l’incidenza del rumore.

Taglia unica: La cinghia può andare bene per un collo di massimo 60 cm di diametro, quindi è adatta anche a cani di taglia grande.

 

Contro

Dimensioni: La cassettina che contiene gli spray è grande, quindi i cani più vispi potrebbero morderla e romperla facilmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. PetTec Collare Automatico Antiabbaio per Cani per Addestramento

 

Non pecca per estetica questo collare di PetTec, che permette di impostare fino a sette livelli, tra vibrazione e suono, per impedire al cane di abbaiare in maniera eccessiva. Potrete impostarli e verificare di aver scelto quello desiderato tramite l’utile display.

Molto valido il fattore di protezione, l’IP65, che non solo protegge dalla pioggia, ma anche dallo sporco, per cui il vostro amico potrà giocare all’aperto e in condizioni meteo poco favorevoli avendolo indosso.

Buona la durata della batteria, che raggiunge le 20 ore, e la ricarica rapida, in soli 60 minuti. Tuttavia, visto il costo non basso, l’efficacia di questo collare non è delle migliori, visto che non solo non ha sempre un esito positivo, ma anche a causa dell’eccessiva sensibilità, che lo porta ad attivarsi anche se il cane scuote la testa o se un altro animale abbaia nelle vicinanze.

 

Pro

Sette livelli: Si tratta del classico collare dotato di sette livelli di vibrazione e suono, che utilizza questo tipo di stimolazione per non farlo abbaiare.

Livello di protezione: Il prodotto vanta un IP65, che non solo lo protegge dall’acqua ma anche dalla polvere, per cui il cane può giocare all’aperto senza rischiare di romperlo.

 

Contro

Sensibile: Questo modello ha una sensibilità molto elevata, quindi può attivarsi anche se il cane scuote la testa oppure se c’è un altro animale che abbaia nella vicinanze. Ciò crea confusione e non lo rende il prodotto più indicato per l’addestramento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Vinsic per Cani Dispositivo Ultrasuoni Anti Abbaio

 

Se il collare non vi sembra la soluzione più adatta, anche perché volete evitare non solo che il vostro cane non abbai, ma che non lo facciano anche altri, il dispositivo di Vinsic può offrire una buona soluzione al problema.

Questo prodotto infatti emette ultrasuoni che possono essere uditi solo dagli animali: basta premere un pulsante per attivarlo e per far sì che produca il rumore per circa dieci secondi. Potrete trasportarlo con voi molto facilmente, anche grazie al cordino per polso incluso nella confezione, che vi permetterà di averlo sempre addosso.

Il costo è in linea con le sue caratteristiche, ma il funzionamento non appare pari a ciò che sostiene l’azienda: a differenza di quanto infatti descritto, ovvero che il raggio d’azione è di circa 5 m, molti utenti hanno potuto notare che invece non sia così, ma che la distanza debba essere molto inferiore.

 

Pro

Ultrasuoni: Non si tratta di un collare, ma di un dispositivo che emette ultrasuoni, quindi può essere efficace non solo con il vostro cane ma anche con i randagi.

Trasporto: Il prodotto è facile da trasportare, per le dimensioni ridotte e la dotazione del cordino, che permette di tenerlo al polso.

 

Contro

Raggio di azione: Anche se l’azienda sostiene che il dispositivo è efficace fino a 5 m di distanza, gli ultrasuoni possono raggiungere a malapena il metro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un collare antiabbaio

 

Può capitare che il proprio cane tenda ad abbaiare in maniera eccessiva oppure che si voglia addestrarlo proprio per evitare comportamenti simili. In aiuto arrivano strumenti come il collare antiabbaio, elementi non invasivi e sicuri, che danno un input all’animale quando vogliamo che modifichi il suo atteggiamento.

Come scegliere quello giusto? Leggete la nostra guida per capire come spendere bene il vostro denaro.

Che stimolo scegliere?

I collari antiabbaio hanno a disposizione diversi tipi di stimoli, che vanno da quelli luminosi a quelli sonori, inclusi quelli visivi. Se avete paura che il vostro cane sia traumatizzato da questo metodo, potete stare tranquilli: non si tratta di scosse o di altri tipi di sistemi coercitivi che possono fare male all’animale.

Non è facile stabilire quale sia il migliore, perché ogni cane ha la propria sensibilità, per cui, a meno che non sappiate già a cosa sia più sensibile, il nostro consiglio è quello di optare per un modello che metta insieme tutte le stimolazioni, in modo da farvi scegliere quella più indicata.

Potrete quindi selezionare la modalità, se solo la vibrazione, solo il suono o la luce, oppure in maniera alternata e crescente, così da avere un aiuto in più anche nell’addestramento dell’animale.

 

Telecomando o display?

Una delle opzioni con le quali i collari sono venduti è quella del telecomando: in questo modo diventa più semplice controllare il cane anche a distanza. Tenendo conto che il plus in questione implica un costo un po’ più alto, è bene valutare quanto possa servire.

Se addestrate il cane all’aperto oppure se è sempre nelle vicinanze, si tratta di una spesa che potrete evitare facilmente, in quanto potrete accedere alle funzioni del collare senza problemi e senza dover ricorrere a mezzi simili.

In questo caso, è preferibile optare per un modello dotato di display, che aiuti a capire ogni volta il livello selezionato, in modo da dare le giuste sollecitazioni al cane. In caso contrario, infatti, il telecomando diverrà indispensabile per evitare errori e quindi influenzare in maniera sbagliata Fido.

 

All’aperto o al chiuso?

Il collare dovrà essere messo addosso al cane e restargli accanto quando necessario: per questa ragione è importante capire se l’animale starà all’aperto o al chiuso, per determinare la scelta giusta.

Se, infatti, addestrate Fido in qualsiasi condizione climatica, sarà necessario che il collare abbia una protezione contro il fango o l’acqua: controllate quindi che il modello scelto abbia un IP, grado di protezione, adeguato alla situazione.

Uno dei migliori è l’IP65, che va bene tanto per la pioggia, quanto per lo sporco: se il vostro cane ama correre all’aperto, libero e senza costrizioni, meglio optare per questo, che metterà al sicuro il collare ed eviterà che si rompa, costringendovi così ad acquistare uno nuovo.

 

Il peso e la misura

Un altro fattore da considerare sono le dimensioni del collare, che non deve essere tanto grande da pesare sul collo dell’animale. Questo, indipendentemente dalla razza e dalla stazza: verificate quindi che si tratti di un modello leggero e che il cane non soffra quando lo indossa.

Il cinturino o la cinghia devono essere della giusta misura, per non stringere il collo: la scelta può essere quella di una regolabile, che quindi non costringa a optare per una taglia che potrebbe non essere quella indicata dall’azienda.

Il segreto è anche quello di verificare il diametro in cm, così da essere sicuri di optare per la giusta soluzione e quindi non dover rendere il prodotto.

 

L’alimentazione e l’autonomia

Altri fattori importanti, che determinano la scelta, sono il tipo di alimentazione e anche l’autonomia del collare. Meglio optare per un modello con batteria al litio ricaricabile, in modo da non dover spendere molto denaro nell’acquisto di tante pile.

Verificate anche che l’autonomia del collare sia tale da garantire di poterlo usare per il tempo necessario e quindi di non dover interrompere, per esempio, l’allenamento. Il cavo potrà essere tanto USB quanto dover essere collegato alla presa di corrente: la ricarica dovrebbe non superare i 60 minuti, se volete poterlo riutilizzare immediatamente. 

L’estetica

Ultimo ma non meno importante, il fattore estetico, ovvero la scelta del collare in base al gusto personale. Molti modelli prevedono la possibilità di cambiare la mascherina, quindi di rendere più gradevole l’aspetto del prodotto, in base alle proprie esigenze.

Se ciò non è possibile, verificate le varie opzioni messe a disposizione dall’azienda di vostro interesse, così da scegliere quella che meglio si addice al vostro gusto. 

 

 

 

Come utilizzare un collare antiabbaio

 

Quando il cane abbaia in maniera eccessiva o se avete intenzione di educarlo a non farlo, vi viene in aiuto questo mezzo molto usato e, in parecchi casi, alquanto efficace. Ma come funziona il collare antiabbaio e come lo si può sfruttare al meglio, per evitare comportamenti simili?

Analizziamo insieme come usarlo per far sì che il nostro cane sia il più educato possibile!

Una dovuta premessa

Quando si vuole educare il proprio cane, la parola d’ordine non può essere che: pazienza. Se, infatti, pensate di usare il collare antiabbaio come metodo coercitivo, state percorrendo la via sbagliata.

La soluzione non è infatti quella di spaventare il cane e neppure quella di costringerlo con la forza o con stimoli frequenti a non abbaiare in eccesso. Detto questo, il collare può essere un buon aiuto ma non potrete usarlo quando l’animale vi infastidisce, quindi come deterrente solo per un capriccio personale.

Iniziate a poco a poco e, se vi rendete conto che il problema è più grande di quanto pensaste, rivolgetevi a un educatore professionale, che è l’unico in grado di utilizzare le giuste risorse per calmare e rendere Fido il cane più bravo del mondo.

 

Un metodo sicuro e non doloroso

Un’altra accortezza da avere è quella di assicurarvi che il collare non disponga di stimoli dolorosi o che possano infastidire l’animale, pena il creare una vera e propria tortura e di spaventarlo.

Quando il cane abbaia, infatti, lo fa per reazione a qualcosa: il primo passo da fare è quindi capire se c’è qualcosa che non va, quindi magari spostarlo in un ambiente diverso, per vedere se si tranquillizza. 

Se questo non avviene, quindi se l’abbaiare è una prassi per il vostro animale, indipendentemente dalle situazioni, allora è il caso di usare il collare antiabbaio, ma sempre nella maniera giusta. Questo vuol dire che dovrete impostare le sue funzioni in modo che non diventi un problema per l’animale, ovvero che non sortisca l’effetto contrario.

Se ripreso troppo spesso, infatti, potrebbe diventare ancora più aggressivo.

Andare per gradi

Un’idea giusta è quella di scegliere un modello con vari stimoli, che potrete alternare oppure selezionare in base alle caratteristiche di Fido. Partite magari con la vibrazione o con lo stimolo sonoro e, quando il cane smette di abbaiare, ricompensatelo con un premio, così che associ il suo comportamento a un elemento positivo.

Anche se questo comporterà grande pazienza e quindi un po’ più di tempo, alla lunga l’animale comprenderà quale sia il comportamento sbagliato. Se vi chiedete quale scegliere tra il modello automatico e quello con telecomando, la risposta è: dipende.

Il primo si attiva a ogni stimolazione sonora, per cui potrebbe diventare coercitivo per il cane. Il secondo, invece, viene attivato da voi. Se il vostro amico è restio alle imposizioni, meglio utilizzare il metodo dolce, quindi il telecomando, che permette a voi di decidere quando è il caso di calmare Fido.

 

 

 

Domande frequenti

 

In cosa consiste un collare antiabbaio?

Lo scopo del collare antiabbaio è quello di impedire all’animale di abbaiare in maniera eccessiva e anche inutilmente. Tramite degli impulsi, che possono essere sonori, luminosi o sotto forma di vibrazione, il cane viene avvisato quando ha un comportamento scorretto, così da associare l’impulso a questo e da evitare di proseguire a farlo.

Il collare antiabbaio è pericoloso?

Assolutamente no. Non si tratta infatti di dispositivi che provocano delle reazioni indesiderate o che fanno del male agli animali, come accadeva con i collari antiabbaio elettrici, oggi fortunatamente fuori legge.

 

Quale alternativa c’è ai collari antiabbaio?

Una buona soluzione, che non costringa il cane a tenere addosso tutto il giorno un dispositivo, è il telecomando a ultrasuoni, ovvero che produce frequenze udibili solo dall’animale.

In questo modo il cane viene infastidito ogni volta che abbaia quando non deve, quindi questo vige da memento, così da impedirgli di causare disturbo ai vicini o a chi si trova nei pressi della vostra abitazione.

C’è da dire che questo, come anche alcuni tipi di collare, non è per forza un metodo efficace, per cui potrebbe risultare uno sforzo inutile e anche una spesa poco produttiva. Non è possibile però sapere in precedenza che effetto sortirà, perché ogni animale reagisce in modo diverso.

 

Esiste una marca migliore di un’altra nella scelta del collare antiabbaio?

In linea generale sì, ovvero è opportuno prediligere quelle che hanno le certificazioni che ne assicurano la conformità alle norme europee o internazionali e che assicurano formule come la “Soddisfatti o rimborsati”.

In questo modo, infatti, avrete la garanzia che, se il prodotto non va bene per il vostro cane, non avrete speso inutilmente del denaro.

 

Quando si può iniziare a usare il collare antiabbaio?

Se volete educare il vostro cane fin da cucciolo, sarà necessario attendere almeno i sei mesi, visto che è da quel momento che inizieranno a sviluppare il carattere e quindi potrebbero diventare dei grandi produttori di rumore!

Tuttavia, se il vostro animale non crea problemi di sorta, il prodotto risulta essere del tutto inutile: solo nel caso in cui abbia comportamenti particolarmente fastidiosi sarà il caso di ricorrere a questo metodo e per il periodo di tempo necessario a far sì che il cane impari a comportarsi bene.

Per quanto tempo il cane deve tenere il collare antiabbaio al collo?

Solitamente è necessario poco tempo affinché il cane impari a controllare il suo abbaiare, quindi non sarà obbligato a portare il collare a lungo. Certo, molto dipende anche dall’animale, che potrebbe essere maggiormente caparbio e quindi rifiutare la correzione.

In questo caso però, il nostro consiglio è quello di ricorrere a un addestratore professionista, in quanto non sarà sufficiente solo questo metodo, che sortisce risultati a breve termine.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Cibi per cani – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

I nostri amici a quattro zampe meritano molte cure e attenzioni da parte nostra, soprattutto quando si tratta di alimentazione. È importante nutrirli nel modo giusto, a seconda del loro fabbisogno energetico. Sul mercato è possibile trovare una vasta gamma di prodotti alimentari per Fido, dalle crocchette al cibo umido, tutti specifici per età, taglia ed eventuali problemi di salute del quadrupede. In cima alla nostra classifica troviamo Monge Natural Superpremium Adult Medium 12 Kg, un pasto sano e completo a base di croccantini di pollo, che aiuta l’animale a mantenersi in forma. Se invece state cercando delle crocchette per cani che soffrono di intolleranze alimentari, Oasy One Protein Secco Cane al Salmone 12 Kg, potrebbe fare al caso vostro.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori cibi per cani – Classifica 2020

 

Facendo una comparazione tra i migliori cibi per cani del 2020, abbiamo stilato una classifica di quelli più apprezzati e più venduti del momento. Valutatela attentamente e scoprite dove acquistare il prodotto che più soddisfa le esigenze del vostro amico a quattro zampe.

 

 

Cibo per cani Monge

 

1. Monge Natural Superpremium Adult Medium 12 Kg

 

Se siete alla ricerca di un ottimo alimento secco per Fido, date un’occhiata al cibo per cani Monge Natural Superpremium Adult Medium. Si tratta di crocchette ricche di proteine, che costituiscono un pasto completo per esemplari adulti di taglia media.

La ricetta a base di pollo è arricchita di vitamine, minerali, prebiotici naturali e acidi grassi essenziali. Gli ingredienti sono di buona qualità, altamente digeribili e sono in grado di regolarizzare l’attività intestinale dell’animale.

Tra i cibi per cani venduti online, questo è uno dei più richiesti, infatti è consigliato anche da molti veterinari, perché oltre a essere sano e appetitoso, aiuta Fido a mantenere il pelo lucido. L’aggiunta di glucosammina, condroitina e antiossidanti, agevola il corretto funzionamento delle articolazioni e dell’apparato muscolo scheletrico.

L’alimento si presenta sul mercato in pratiche confezioni da 12 kg; purtroppo non è disponibile il formato da 15 kg riservato agli allevatori. Il rapporto qualità/prezzo e molto buono e il costo di un sacco risulta accessibile e conveniente.

 

Pro

Pasto completo: I croccantini sono ricchi di proteine e di vitamine e costituiscono un pasto completo per cani adulti di taglia media.

Gustoso e sano: Le crocchette sono a base di pollo e risultano molto gustose, inoltre aiutano Fido a mantenere il pelo lucido, l’intestino pulito e le articolazioni sane.

Rapporto qualità/prezzo: Il prodotto si presenta sul mercato con un ottimo rapporto qualità/prezzo e con un costo accessibile e vantaggioso.

 

Contro

Formato del prodotto: Purtroppo l’alimento è disponibile soltanto in sacchi da 12 kg. Diversi utenti, specialmente allevatori, avrebbero preferito anche un formato da 15 kg.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cibo per cani Oasy

 

2. Oasy One Protein Secco Cane al Salmone 12 Kg

 

Se siete alla ricerca del miglior cibo per cani da dare al vostro amico a quattro zampe, provate One Protein di Oasy. Si tratta di gustose crocchette al salmone, indicate per cani adulti di taglia grande.

Il prodotto è realizzato con ingredienti selezionati, sani e di alta qualità, privi di OGM e di soia. Proprio per tale motivo, questi croccantini si rivelano particolarmente adatti ai cani che soffrono di intolleranze alimentari o di allergie.

Si tratta di una ricetta monoproteica, composta dal 30% di salmone fresco e da tanti altri ingredienti naturali. Inoltre le crocchette hanno un formato che riempie e che soddisfa appieno il palato dell’animale.

Il prodotto si presenta in confezioni da 12 kg e con un prezzo abbastanza contenuto rispetto a quello di altre marche blasonate; tuttavia potrebbe non essere accessibile a tutte le tasche. A ogni modo si tratta di uno dei cibi per cani più apprezzati tra quelli presenti in commercio, soprattutto per l’alta percentuale di materie prime contenute nella ricetta.

 

Pro

Ingredienti: Gli ingredienti utilizzati per realizzare la ricetta delle crocchette sono di alta qualità e ben selezionati.

Crocchette gustose: Le crocchette risultano gustose grazie al 30% di salmone contenuto nella loro preparazione. I cani le mangiano volentieri e si sentono soddisfatti dopo ogni pasto.

OGM free: I croccantini sono privi di OGM e di soia, pertanto risultano particolarmente adatti a tutti quei cani che soffrono di allergie o di intolleranze alimentari.

 

Contro

Prezzo: Nonostante il prezzo di una confezione risulti abbastanza contenuto, il prodotto potrebbe non essere accessibile a tutte le tasche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cibo per cani diabetici

 

3. Royal Canin Diabetic Secco Cane Kg 1,5

 

Se il vostro amico a quattro zampe soffre di diabete e non sapete quale cibo per cani comprare, date uno sguardo al nuovo alimento secco Royal Canin Diabetic. Si tratta di croccantini realizzati appositamente per quadrupedi diabetici che necessitano di tenere sotto controllo i valori della glicemia.

Le crocchette sono ad alto contenuto proteico e a basso contenuto di carboidrati, inoltre il livello calorico è abbastanza ridotto. Il cibo risulta appetitoso e i cani lo apprezzano molto, anche se mancando di varietà di gusti potrebbe essere necessario mixarlo con altri alimenti, per aggiungere un po’ di varietà al sapore.

Il prodotto è confezionato in un sacchetto salva freschezza, così una volta aperto potrete richiuderlo e riaprirlo più volte, senza alterare la fragranza e la compattezza delle crocchette.

Solitamente i cibi specifici per animali che soffrono di diabete sono più cari rispetto a quelli normali ma questo prodotto è abbastanza conveniente e il costo risulta accessibile.

 

Pro

Appetitoso: Nonostante si tratti di un cibo specifico per cani diabetici, il gusto delle crocchette risulta appetitoso e gradevole al palato dei quadrupedi.

Equilibrato: Si tratta di un alimento equilibrato, a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto proteico. Inoltre l’apporto calorico non è eccessivo.

Sacco: La confezione è pratica da utilizzare, infatti il sacchetto salva freschezza consente di preservare tutte le proprietà dell’alimento, senza alterare il contenuto una volta che il contenitore viene aperto.

 

Contro

Varietà: Purtroppo trattandosi di un alimento specifico per cani diabetici, manca di varietà di gusti, pertanto potrebbe essere necessario mixare le crocchette con altri cibi più saporiti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cibo per cani cuccioli

 

4. Eukanuba Cibo Secco per Cuccioli in Crescita 3 Kg

 

Tra le numerose offerte di confezioni di cibo per cani cuccioli presenti in rete, abbiamo deciso di proporvi queste gustose crocchette prodotte da Eukanuba. Si tratta di un alimento ricco di proteine, che contribuisce allo sviluppo e al mantenimento della massa muscolare del cucciolo. I croccantini contengono un buon livello di calcio, per rafforzare le ossa dell’animale.

Negli ingredienti è presente il DHA (Acido Docosaesaenoico), un acido grasso che stimola l’intelligenza e la risposta di Fido in fase di addestramento. Il prodotto contiene anche molti antiossidanti, che rafforzano le difese immunitarie naturali del quadrupede.

Le crocchette sono altamente digeribili, grazie alla presenza di prebiotici e polpa di barbabietola. L’alimento è appositamente formulato per soddisfare il metabolismo accelerato dei cani di piccola taglia che, bruciando molte calorie, necessitano di tanta energia.

In definitiva si tratta di un cibo secco di ottima qualità venduto a un prezzo contenuto, tuttavia alcune razze canine potrebbero non tollerarlo regolarmente.

 

Pro

Ben bilanciato: Si tratta di un alimento completo e ben bilanciato, che è in grado di aiutare il cucciolo a crescere forte e sano.

Nutriente: La presenza di proteine, calcio e DHA, contribuisce a sviluppare i muscoli, le ossa e le difese immunitarie del quadrupede. Inoltre, grazie ai nutrienti presenti nei croccantini, il pelo si mantiene lucido e forte.

Vari formati: Il prodotto si presenta sul mercato confezionato in sacchi di diversi formati, così potrete scegliere quello più adatto alle vostre esigenze.

 

Contro

Non per tutti: Nonostante le crocchette siano altamente digeribili, potrebbero non essere adatte a tutte le razze canine.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cibo per cani Prolife

 

5. Prolife Smart Manzo Fresco e Riso Adult Medium/Large 12 Kg

 

Se non sapete come scegliere del buon cibo per cani da dare al vostro amico a quattro zampe, Prolife Smart Manzo Fresco e Riso potrebbe essere la giusta soluzione. Si tratta di un alimento ricco e completo, realizzato con ingredienti di alta qualità e formulato per le specifiche esigenze nutrizionali di un quadrupede adulto che svolge una regolare attività fisica.

Il mangime è composto da una mistura di carne fresca di manzo e di riso, che risulta molto gustosa e invitante. La carne fornisce un ottimo apporto di proteine ad elevato valore biologico, indispensabile per rafforzare e mantenere la massa muscolare dell’animale. 

Il riso invece è una ricca fonte di carboidrati, altamente digeribile e anch’essa essenziale per Fido. La combinazione di questi elementi costituisce anche una corretta integrazione di minerali e vitamine, utili per mantenere il cane in salute.

L’alimento si presenta imbustato in grossi sacchi da 12 kg, che offrono una buona scorta di cibo. Non è un mangime da annoverare tra quelli venduti a prezzi bassi ma la qualità ripaga la spesa.

 

Pro

Appetitoso: L’alimento è composto da una mistura di carne fresca di manzo e di riso, che risulta molto gustosa e appetitosa.

Nutriente: La carne fornisce un alto livello di proteine, mentre il riso è una ricca fonte di carboidrati. Entrambi gli elementi costituiscono un valore nutritivo molto importante per il benessere di Fido.

Ingredienti: Gli ingredienti utilizzati per la realizzazione della ricetta sono tutti selezionati e di alta qualità.

 

Contro

 Prezzo: Il prezzo non è eccessivo ma allo stesso tempo non è neanche basso e questo fattore potrebbe far desistere dall’acquisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cibo per cani Trainer

 

6. Trainer Natural Medium Adult Prosciutto Crudo 12 Kg

 

Un altro alimento per cani che secondo il parere di molti utenti risulta valido, è Natural Trainer Medium Adult. Si tratta di una pastura appetitosa composta da riso e prosciutto crudo disidratato, che favorisce il regolare mantenimento della muscolatura dell’animale.

Il mangime è un ottimo supporto energetico, infatti grazie all’azione naturale rivitalizzante e rigenerante degli elementi nutritivi dell’alga spirulina, mantiene l’organismo sano e vitale. Inoltre la miscela prebiotica a base di estratto di cicoria, fos e mos, favorisce il nutrimento e il corretto sviluppo del microbiota intestinale che regolarizza l’intero apparato digerente del quadrupede.

Tra gli elementi benefici del prodotto, sono presenti anche i peptidi bioattivi del collagene, che  mantengono le ossa sane, favorendo una corretta funzionalità articolare. Alcuni cani potrebbero non tollerare tutti gli ingredienti, pertanto occorre testare l’alimento prima di utilizzarlo regolarmente. 

Il rapporto qualità/prezzo è abbastanza buono e il sacco da 12 kg offre una buona scorta di cibo per Fido.

 

Pro

Supporto energetico: Grazie all’azione naturale rigenerante delle proprietà nutritive dell’alga spirulina, l’organismo del cane si mantiene sano e vitale.

Digeribile: Il mangime contiene una miscela prebiotica a base di estratto di cicoria, fos e mos, che regolarizza l’apparato digerente dell’animale.

Ossa sane: Nell’alimento sono presenti i peptidi bioattivi del collagene, che mantengono le ossa forti e favoriscono una corretta funzionalità articolare.

 

Contro

Possibili intolleranze: Alcuni cani potrebbero non tollerare qualche ingrediente presente nel mangime. In tal caso sarà necessario variare l’alimentazione dell’animale integrandola con un alimento più adatto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cibo per cani Cesar

 

7. Cesar Le Delizie del Giorno Selezione in Salsa 4 x 100gr

 

Se desiderate integrare l’alimentazione di Fido con del cibo umido, Le Delizie del Giorno in Salsa di Cesar non vi deluderanno. Si tratta di una gamma gourmet composta da squisite ricette, realizzate appositamente per soddisfare il palato dei vostri amici a quattro zampe.

Ogni confezione comprende un pasto sano e completo al 100%, che soddisferà il gusto e l’appetito del cane. Gli ingredienti vengono selezionati accuratamente e ogni bustina non contiene né coloranti né aromi artificiali. Le varie ricette della linea si presentano in salsa o in gelatina, al fine di soddisfare tutti i gusti.

Ogni busta contiene una porzione da 100 g, che può essere servita da sola o mischiata con un alimento secco. Avrete la possibilità di scegliere tra vari sapori, così sarete in grado di offrire a Fido un alimento sano e digeribile. 

Il prezzo del mangime non è molto alto, anche se a volte le offerte applicate su questo prodotto nei centri commerciali, consentono di risparmiare qualcosa in più.

 

Pro

Cibo in umido: Si tratta di bustine monodose di cibo in umido, da servire a Fido con o senza l’aggiunta di mangime secco.

Varietà: Cesar offre una buona linea gourmet di ricette, che potrete scegliere tenendo in considerazione i gusti del vostro cane.

Ingredienti di qualità: Gli ingredienti utilizzati per la realizzazione delle varie ricette vengono selezionati accuratamente e non contengono né coloranti né aromi artificiali.

 

Contro

Costo: Il prezzo delle confezioni vendute in rete non è molto alto, tuttavia alcune offerte applicate sul prodotto nei centri commerciali o nei negozi specializzati potrebbero risultare più vantaggiose.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cibo per cani Lily’s Kitchen

 

8. Lily’s Kitchen Adult 8+ Senior Salmon and Trout 

 

Se siete alla ricerca di un alimento secco completo per cani adulti, Lily’s Kitchen Adult 8+ Senior potrebbe fare al caso vostro. La ricetta del mangime è creata appositamente per soddisfare le esigenze dei quadrupedi anziani dagli 8 anni in su.

Le crocchette contengono trota, salmone e tacchino di alta qualità, inoltre sono prive di glutine e non sono presenti né derivati né conservanti. I croccantini sono naturali, gustosi, sani e altamente digeribili, studiati apposta per non dare disturbi all’apparato digerente dell’animale.

Tra i valori nutrizionali del mangime sono presenti anche degli ottimi integratori, per mantenere il buon funzionamento delle articolazioni. Questo pasto secco è il frutto di una grande ricerca, effettuata insieme a veterinari e nutrizionisti, che hanno contribuito alla realizzazione della ricetta di croccantini sani e nutrienti.

Di certo non si tratta del cibo per cani più economico presente in commercio ma l’alta qualità del prodotto giustifica il costo un po’ elevato.

 

Pro

Fonte energetica: Queste crocchette sono un’ottima fonte di vitamine e di minerali essenziali, elementi indispensabili nella vita di un cane adulto.

Ricetta sana: La ricetta è priva di glutine, pertanto risulta altamente digeribile, inoltre non sono presenti né derivati né conservanti.

Ottimo integratore: Tra i vari valori nutrizionali del mangime sono presenti anche degli ottimi integratori, che risultano indispensabili per mantenere un buon funzionamento delle articolazioni.

 

Contro

Prezzo: Gli ingredienti presenti nei croccantini sono di alta qualità e questo incide non poco sul prezzo del prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare cibo per cani

 

Fido è il migliore amico dell’uomo ed è risaputo che avere un cane non solo fa compagnia ma ha dei grandi effetti benefici sul cuore e sulla mente delle persone. I nostri amici a quattro zampe non vedono l’ora di rivederci e di farci le feste ogni volta che torniamo a casa da lavoro.

A questo punto come possiamo ripagare tanto affetto e amore incondizionato se non trattando il nostro amico peloso nel migliore dei modi? 

Purtroppo però non tutti i padroni riflettono la loro gratitudine sull’alimentazione di Fido e spesso, pur di risparmiare o di fare in fretta, comprano qualsiasi tipo di cibo per cani, senza tenere conto della qualità del prodotto e degli ingredienti.

Cibo secco o umido?

Scegliere che cosa mettere nella ciotola di Fido non è facile, soprattutto perché centri commerciali, negozi specializzati e siti online, offrono un’infinita gamma di prodotti. Sicuramente una delle prime domande che ci poniamo prima di acquistare un alimento per il nostro amico a quattro zampe è: “cibo secco o umido?”.

Va detto che tale scelta spesso è determinata dal gusto e dall’olfatto del nostro animale, che predilige un cibo piuttosto che un altro, valutandolo prevalentemente dall’odore che questo emana.

È bene però sapere che un alimento ideale, in primis deve soddisfare il fabbisogno nutrizionale del quadrupede, per fornirgli tutti gli elementi nutritivi di cui necessita per vivere bene.

Il cibo secco, rispetto a quello umido, soddisfa ampiamente tali requisiti, perché è ricco di tutti gli elementi proteici e vitaminici che riescono a mantenere Fido in salute. Ciò non significa che gli alimenti umidi siano da scartare, anzi possono essere periodicamente serviti da soli oppure mischiati con le crocchette, per insaporire maggiormente il pasto. 

In pratica i bocconcini in salsa o in gelatina possono essere dei gustosi integratori di proteine e di liquidi.

 

Gli ingredienti

Alcuni cani mangiano di tutto, a prescindere che davanti al muso presentiate loro una ciotola di crocchette o una scodella di carne fresca. Altri esemplari hanno un po’ di difficoltà a digerire alcuni ingredienti e spesso, in seguito a delle intolleranze, rischiano di diventare inappetenti.

Ricordate che i cibi industriali secchi, solitamente contengono una dose massiccia di carboidrati, senza la quale le crocchette non potrebbero restare compatte. I carboidrati (come riso, mais, ecc.) donano un grande senso di sazietà ma se non sono accompagnati da degli ingredienti proteici e vitaminici, rischiano di non nutrire correttamente il cane. 

Il pericolo maggiore di un cibo secco privo di valori nutritivi è quello di portare l’animale a gonfiarsi e a essere in sovrappeso. Ecco perché è importante saper scegliere il giusto mangime per Fido e ciò può essere fatto soltanto leggendo accuratamente l’etichetta, che indica gli ingredienti contenuti nel prodotto.

Assicuratevi sempre che questi siano quanto più naturali possibile e che il livello di derivati, conservanti e appetizzanti chimici sia minimo o meglio inesistente. Chiaramente più un alimento per cani è realizzato con ingredienti naturali di qualità e maggiore sarà il suo prezzo di mercato.

Una dieta equilibrata

Fido per stare bene, ha bisogno di una dieta nutriente ed equilibrata a base di proteine, grassi, carboidrati, fibre, vitamine e minerali. Per offrire al cane un’alimentazione sana, è importante somministrargli le calorie necessarie a soddisfare il suo fabbisogno giornaliero. 

Queste sono indispensabili per la buona crescita del quadrupede, per il mantenimento della massa muscolare e per svolgere attività fisica. Il conteggio delle calorie è un valore che dovrebbe essere rilevato attraverso l’analisi di Fido, del suo stile di vita, delle condizioni ambientali, del sesso, della razza, dell’età, ecc.

Le tabelle nutrizionali presenti sulle confezioni dei vari prodotti, sono mediamente precise ma non sono adatte a ogni cane, pertanto vi suggeriamo di osservare bene il vostro amico a quattro zampe, al fine di valutare le sue condizioni fisiche, per poter scegliere l’alimento più idoneo.

Ovviamente, nello stabilire la dieta più equilibrata per il vostro amico peloso, dovete tenere conto anche della sua età, della sua taglia e della presenza di eventuali patologie. Alcuni animali potrebbero essere intolleranti ad alcuni alimenti o addirittura essere allergici ad alcune sostanze. 

In questo caso non esitate a consultarvi con il vostro veterinario di fiducia, che saprà suggerirvi la giusta dieta.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come fare il cibo per cani in casa?

Se volete offrire a Fido del cibo sano al 100%, senza dover ricorrere agli alimenti di tipo industriale, potreste pensare di mettervi ai fornelli e cucinare per lui. Preparare un pasto nutriente per il vostro cane è molto facile e può rivelarsi anche divertente.

In molti pensano che i cani debbano mangiare soltanto proteine, niente di più falso. Come succede per noi umani, anche Fido ha bisogno di amidi, verdure e molti altri alimenti per soddisfare il suo fabbisogno nutrizionale.

Quindi è di vitale importanza che la dieta del vostro amico a quattro zampe sia ben equilibrata. Molti veterinari raccomandano di somministrare ai cani dei pasti che contengono le seguenti percentuali: 40% proteine, 50% verdure e 10% amido.

Seguendo questi parametri potrete preparare in casa degli ottimi manicaretti per l’animale, l’importante è che il piatto sia composto da ingredienti freschi, privi di conservanti e additivi.

Online è possibile trovare numerose ricette canine, basta capire quali sono i gusti del vostro quadrupede.

 

Cosa contiene il cibo per cani?

Molti mangimi industriali per cani presenti in commercio, spesso contengono residui di lavorazioni alimentari, conservanti e altre sostanze chimiche. In pratica la gran parte del cibo per cani che si trova sul mercato è prodotta con gli scarti della grande industria alimentare.

Chiaramente in questo settore vi sono anche aziende che si distinguono per l’utilizzo di ingredienti selezionati e più naturali e ciò è riscontrabile dal prezzo più elevato dei loro prodotti.

Oggi infatti, sempre più consumatori scelgono il biologico, facendo attenzione agli ingredienti indicati sulle etichette dei mangimi. Selezionare con cura ciò che si versa nella ciotola di Fido è il modo migliore per salvaguardare la sua salute.

Un cane che mangia un cibo pieno di conservanti, additivi, appetizzanti, e ingredienti di dubbia provenienza è più esposto a rischi di sviluppo di patologie, proprio come accade per le persone.

Del resto, le aziende che producono i mangimi per cani e gatti, generalmente fanno parte delle stesse multinazionali che detengono il monopolio di mercato dell’alimentazione umana.

 

Come riconoscere un buon cibo per cani?

I cani non sono molto diversi da noi per ciò che concerne l’alimentazione. Se Fido mangia eccessivamente e non fa attività fisica, rischia di diventare obeso. Se invece un cane si nutre con un alimento non adatto alle sue necessità, può sentirsi assonnato e privo di energie. Ciò che un animale mangia può influire sulla salute del suo pelo e della sua pelle.

Anche i cani possono sviluppare molte delle patologie che affliggono l’uomo, come per esempio: malattie cardiache, tumori, diabete, ecc. Ecco perché è estremamente importante nutrire bene Fido, scegliendo degli alimenti sani e contenenti il minor numero possibile di additivi e di conservanti. 

Fate sempre attenzione alle etichette dei mangimi che comprate e se queste non vi convincono, lasciate perdere e cercate altrove, rischiereste soltanto di nuocere al benessere del quadrupede.

La salute di un uomo si rispecchia in ciò che mangia e lo stesso discorso vale per i nostri amici a quattro zampe.

 

 

 

Come alimentare correttamente il cane

 

Alimentare correttamente Fido è molto importante e non richiede particolari sacrifici. Come noi, il cane necessita di un’alimentazione sana ed equilibrata per vivere in salute e a lungo. Se volete veramente bene al vostro amico peloso, è indispensabile capire quanto sia fondamentale una corretta dieta. 

Ciò influisce sia sull’aspetto fisico del quadrupede e sia sulla sua emotività; infatti un cane in salute è anche un cane felice.

Gli elementi nutritivi

Stabilire la giusta dieta per Fido, non è una cosa facile da fare. Questo perché oggi il settore del “pet food” è in continua espansione e le varietà di cibo aumentano a vista d’occhio; pertanto optare per un mangime adatto al proprio cane non sempre va di pari passo con le nostre esigenze in termini di tempo e di denaro.

Se desiderate alimentare il vostro amico a quattro zampe in maniera corretta, dovete stabilire una dieta adatta al suo stile di vita, tenendo presente che nella lista non dovranno mai mancare le proteine animali, fonte principale di nutrimento del cane.

Un’alimentazione sana ed equilibrata per Fido, prevede circa il 50% di proteine animali (carne, pesce, formaggi freschi e tuorlo d’uovo) e il 50% diviso tra verdure e carboidrati. Chiaramente la dieta del quadrupede varia molto in base alla razza, all’età e ad altre condizioni particolari, quali per esempio la gravidanza o la presenza di eventuali intolleranze o patologie. 

Inoltre, come avviene per l’uomo, anche il cane ha bisogno di alimentarsi in maniera differente a seconda delle varie fasi di crescita che l’animale vive.

 

Il cibo secco

Oggi la maggior parte dei cani viene alimentata con il cibo secco preconfezionato, vale a dire le crocchette. Molti di questi mangimi contengono: materie prime, additivi, coloranti e a volte scarti di macellazione e di cereali.

Questa realtà però non deve spaventare, in quanto non tutte le marche sono uguali, infatti è possibile trovare anche prodotti di buona qualità. È doveroso dire che oggi il mercato del pet food, si sta muovendo verso una direzione che prevede una maggiore qualità di prodotti destinati all’alimentazione canina e non solo. 

Ciò si riflette sulla genuinità dei mangimi, che contengono sempre più sostanze nutritive, utili a Fido per vivere in salute e più a lungo. Al fine di optare per delle crocchette di qualità, è opportuno controllare bene tutti i valori nutrizionali riportati sulle etichette delle confezioni, possibilmente prediligendo le marche biologiche, che non contengono mais, carboidrati e OGM. 

Ricordate inoltre che la quantità di cereali presenti nei croccantini, dovrà essere moderata.

Consigli utili

Se decidete di alimentare Fido con il cibo secco, è necessario che lo abituate fin da cucciolo. Questo perché cambiare le sue abitudini alimentari non fa bene all’animale, infatti l’organismo ne soffrirebbe e a ogni cambio dovrebbe riabituarsi al nuovo regime alimentare. 

I cambiamenti devono essere sempre fatti in maniera graduale, al fine di stressare il meno possibile l’apparato digerente del cane. Inoltre ricordate che il cibo secco, solitamente è meno gradito rispetto a quello umido, per cui se abituate Fido a mangiare alimenti umidi, poi sarà molto difficile convincerlo a mangiare nuovamente le crocchette.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

I nostri amici a quattro zampe possono ammalarsi di Coronavirus? E qualora risultassero positivi, possono trasmetterlo all’uomo?  

 

Studi scientifici hanno dimostrato che, dato l’attuale contesto sanitario, è più sicuro abbracciare Fido o Micio piuttosto che stringere la mano a uno sconosciuto. Questo perché la trasmissione del Coronavirus avviene da persona a persona e non ci sono prove conclamate che gli animali domestici possano contrarlo e contagiare l’uomo.

Ciò è stato dichiarato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), che ha smentito categoricamente le voci inerenti alla storia del cagnolino di Hong Kong, che sarebbe risultato positivo al virus. La divulgazione di questa notizia infatti, non ha fatto altro che creare pericolosi allarmismi e rallentare il numero di adozioni di animali da compagnia, in particolar modo dei cani.

 

Precauzioni da prendere con Fido

Anche se i cani non trasmettono questa terribile malattia all’uomo, è sempre bene prendere delle piccole precauzioni al fine di evitare eventuali contagi. Quando rientriamo da una passeggiata all’aperto con Fido, le zampe (come le scarpe) potrebbero veicolare il virus e molti altri batteri all’interno dell’abitazione.

A tal proposito è stato dimostrato che il Coronavirus può sopravvivere diverse ore su oggetti e superfici, pertanto può essere trasportato inconsapevolmente addosso ed essere trasmesso tramite contatto con gli stessi elementi contaminati.

È buona regola quindi togliersi le scarpe prima di entrare in casa e disinfettare le zampe di Fido con dell’amuchina diluita. Grazie a questa accortezza in più, tutelerete meglio la vostra salute, quella del cane e quella di coloro che abitano con voi.

 

Gli animali domestici possono contrarre il Coronavirus?

L’ISS (Istituto Superiore di Sanità) consiglia di isolare gli animali domestici dai loro padroni qualora questi ultimi avessero contratto il Coronavirus; tutto ciò al fine di tutelare la salute dei quadrupedi.

Uno studio scientifico cinese ha dimostrato che i gatti in particolare sono più suscettibili al virus rispetto ai cani e spesso non manifestano sintomi. Finora sono stati registrati soltanto quattro casi significativi di “pets” infetti: due cani e un gatto a Hong Kong e un gatto in Belgio. 

È importante dire però che in tutti gli episodi segnalati, l’origine dell’infezione è stata attribuita agli stessi proprietari che erano stati contagiati dal virus. In seguito a questi dati, l’ISS ci informa che i nostri animali da compagnia sono suscettibili a SARS-CoV-2  e pertanto è estremamente importante proteggerli dai pazienti malati di Coronavirus.

In definitiva, anche se stiamo vivendo tempi difficili, non abbandonate i vostri amici a quattro zampe, che sì potrebbero (raramente) ammalarsi, ma a causa dell’uomo e non viceversa.

Shot of a dog on the bed with a mask on. Owner is behind with the flu

Gli studi cinesi sugli animali domestici

Un team di scienziati dell’Istituto di ricerca veterinaria di Harbin in Cina, ha condotto uno studio per testare l’efficacia e la resistenza del sistema immunitario di alcuni animali al Coronavirus. In pratica i ricercatori hanno inoculato il virus in alcuni esemplari con lo scopo di verificare anche i potenziali rischi di contagio tra soggetti infetti e soggetti sani. 

Il risultato dello studio ha fornito dei dati molto importanti. In sostanza si è scoperto che i furetti e i gatti hanno più probabilità di essere contagiati dal virus, mentre i cani, avendo un sistema immunitario molto reattivo, risultano più resistenti all’infezione.

Purtroppo non è ancora matematicamente certo se gli animali possano trasmettere o meno il virus all’uomo, in quanto i dati finora raccolti non sono sufficienti.

 

I test condotti sui gatti

Per ciò che concerne gli studi condotti sui gatti, i ricercatori di Harbin hanno voluto inoculare delle dosi massicce di virus in cinque felini. Qualche giorno dopo dal contagio indotto, gli scienziati hanno rilevato la presenza di RNA virale nelle vie respiratorie dei soggetti trattati, senza tuttavia riscontrare dei sintomi negli animali.

Successivamente, alcuni di questi felini sono stati messi in gabbie accanto ad altri gatti sani e soltanto uno di questi ultimi è poi risultato positivo al Coronavirus. In pratica tutti gli altri soggetti non infetti hanno sviluppato gli anticorpi necessari a combattere il virus.

Linda Saif, virologa della Ohio State University ha commentato i risultati della ricerca dichiarando: “Gli animali in questione hanno ricevuto dosi massicce di materiale infettante, che non riflettono le condizioni della vita domestica. Inoltre non abbiamo prove che questi gatti possano trasmettere il virus agli umani”. 

Inoltre la dottoressa ha aggiunto: “Non è neppure chiara la modalità di trasmissione perché lo studio non descrive come sono state installate le gabbie e i gatti non infetti avrebbero potuto contrarre il virus da feci e urine contaminate”.

In poche parole questi primi risultati dimostrano che i gatti non sembrano avere un ruolo determinante nella diffusione del virus, tuttavia sarebbero necessari ulteriori test per approfondire meglio la ricerca.

 

Fido e gli altri animali

Come abbiamo anticipato, la sperimentazione sugli animali ha messo in evidenza come i furetti siano altamente suscettibili all’infezione. Ciò li renderebbe dei soggetti perfetti per il test di vaccini e farmaci.

Al contrario, molto più resistente si dimostra Fido, che sembra essere più difficile da contagiare. I ricercatori hanno inoculato il Cornavirus in cinque cani sani e soltanto in due di questi è stato rilevato dell’RNA virale nelle feci;  tuttavia questo non risultava infettivo.

Pare che le proteine alle quali si lega il virus per accedere alle cellule umane, siano differenti da quelle dei cani, pertanto risulta difficile che questi ultimi si ammalino di Coronavirus e abbastanza inattendibile che contagino i loro padroni.

Per quanto riguarda i cani che si sono ammalati a Hong Kong, è molto probabile che questi abbiano leccato delle superfici contaminate, conservando nella saliva tracce di RNA virale.

Ulteriori test sono stati condotti dai ricercatori, che hanno inoculato il virus in maiali, polli e anatre, soggetti che si sono dimostrati non suscettibili, in quanto non è stata riscontrata nessuna traccia di Coronavirus nei loro corpi.

Visite veterinarie in sicurezza

Se avete qualche sospetto che Fido o Micio siano malati, non esitate a contattare il vostro veterinario di fiducia e ricordate sempre di muovervi in totale sicurezza, qualora doveste recarvi in ambulatorio. 

A tal proposito cercate online qual è la migliore gabbia per cani o il miglior trasportino per gatti; questi accessori sono dei validi aiuti per trasportare senza pericoli i vostri amici a quattro zampe.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Decidere di accogliere un cane in casa è sempre una gioia ma anche un atto di grande responsabilità. Quali sono i passaggi da fare per adottare Fido?  

 

Quando decidete di adottare un cane e di accoglierlo nella vostra famiglia, è sempre un evento gioioso e un immenso atto d’amore. Tuttavia è bene ricordare che si tratta anche di una grande responsabilità, perché da quel momento in poi la vita del quadrupede dipenderà esclusivamente da voi.

Se volete compiere un ulteriore gesto di ammirevole generosità, sarebbe buona cosa adottare Fido da uno dei tanti canili presenti in Italia. Ma cosa bisogna fare in questo caso? Innanzitutto è necessario compilare una richiesta d’adozione, che vi verrà fornita dagli stessi operatori della struttura alla quale vi rivolgerete. 

Durante questa fase vi verranno fatte alcune domande in merito alle vostre abitudini di vita, allo scopo di verificare se siete idonei o meno a soddisfare tutte le esigenze del cane.

 

Il test d’adozione

Di solito dopo la compilazione della domanda d’adozione, segue anche un colloquio con il personale del canile, che potrà chiedervi alcune informazioni (apparentemente non connesse al contesto) sulla vostra vita privata. Pertanto, se siete veramente interessati ad accogliere Fido a casa vostra, non spazientitevi e attenetevi a tutti i passaggi del protocollo.

Il fine ultimo del questionario è quello di capire che tipo di persone siete, se siete veramente motivati e se avete abbastanza tempo da dedicare alle esigenze e alle cure dell’animale. In poche parole, siete veramente intenzionati a fare di Fido il vostro nuovo compagno di vita?

Purtroppo spesso accade che molte persone che decidono di adottare un cane, dopo pochi giorni riportano l’animale al canile per svariati motivi. Il più delle volte la causa è da attribuire a una decisione troppo affrettata, presa senza aver considerato il grande impegno che un’adozione comporta.

Non è giusto “rispedire l’animale al mittente” come se nulla fosse; per questo bisogna pensarci non due ma ben tre volte prima di fare un passo così importante. Fido non è un oggetto ma una creatura vivente dotata di grande sensibilità. Non è bello far affezionare un cane a una nuova famiglia e a una nuova casa e poi farlo ripiombare per l’ennesima volta al canile.

Tutti questi cambiamenti potrebbero minare gravemente il suo equilibrio emotivo e mentale e renderlo di conseguenza più difficile da adottare. La delusione nei confronti dell’uomo sarebbe troppo grande da sopportare e il quadrupede potrebbe deprimersi e diventare diffidente.

Una nuova casa

Tenete bene in considerazione che una volta adottato, un cane ha bisogno di un po’ di tempo per adattarsi alla sua nuova casa, a voi e ai vostri ritmi di vita. D’altronde ciò è comprensibile se pensate che l’animale si trova catapultato all’improvviso in un ambiente a lui sconosciuto e a dover frequentare persone viste poco tempo prima dell’adozione. 

Fido necessita di qualche giorno per metabolizzare i ritmi di una nuova vita, sebbene questi siano migliori e più allettanti rispetto a quelli piatti e monotoni della routine di un canile. Sicuramente voi siete spinti da nobili intenzioni e desiderate regalare al cane una vita migliore e piena d’amore, ma Fido ancora questo non lo sa e dovrete dargli il tempo necessario per capirlo.

 

Consigli per l’adozione di Fido

Dopo aver inoltrato la domanda d’adozione al canile, se non avete già adocchiato il vostro futuro amico a quattro zampe, gli operatori della struttura vi faranno vedere alcuni esemplari che potrebbero corrispondere alle vostre richieste.

Tutto ciò avverrà in base alle informazioni che avrete fornito preventivamente al personale stesso. Per esempio di che taglia dovrà essere il quadrupede, se piccola, media o grande, a seconda delle vostre esigenze e delle dimensioni della vostra casa.  

Lo step successivo alla scelta del cane, consiste in una conoscenza preliminare dell’animale. In questa fase vi verrà richiesto di fare alcune visite al canile, per passare un po’ di tempo con Fido al fine di conoscervi meglio.

Un suggerimento che vi diamo è quello di giocare assieme al quadrupede e di portarlo in giro a fare delle passeggiate (previa autorizzazione del canile). In questo modo guadagnerete la sua fiducia e lo preparerete al cambiamento.

Ricordate di fare quante più domande possibile al personale della struttura, inerenti al carattere dell’animale, alle sue abitudini, al suo passato e a eventuali traumi che può aver subìto.

Così facendo sarete preparati a tutto e capirete se siete compatibili o meno col cane, onde evitare di avere ripensamenti dopo l’adozione.

 

Sopralluoghi

Prima di portare il cane a casa, è probabile che un addetto del canile effettui un sopralluogo presso la vostra abitazione, per constatare se effettivamente ci sono le condizioni ambientali adeguate per rendere effettiva l’adozione.

L’incaricato dovrà semplicemente constatare che la casa sia idonea a ospitare l’animale e verificare se siete in grado di prendervi cura di Fido. Diversi canili (anche dopo l’adozione) usano inviare dei loro incaricati a fare delle visite a sorpresa alla nuova famiglia del quadrupede, per accertarsi che questo stia bene e che sia tenuto nel migliore dei modi.

Quando l’adozione sarà ufficializzata, potrete finalmente portare il cane a casa con voi. A questo punto vi verrà consegnato il suo libretto sanitario, indispensabile per le vaccinazioni e per conoscere la storia clinica del peloso. 

Canili e canili

In teoria ogni canile dovrebbe disporre di personale qualificato ed essere attrezzato per gestire la struttura e gli animali ospiti nel migliore dei modi; purtroppo però non è sempre così. 

La triste realtà ci dimostra che molti canili, specialmente nel centro e nel sud Italia, non hanno i mezzi idonei per affrontare un compito del genere, pertanto vengono gestiti alla buona e spesso in condizioni igienico-sanitarie critiche.

Se vi doveste trovare ad avere a che fare con una struttura del genere e vi doveste accorgere che il personale del canile non segue delle procedure d’adozione chiare, cercate di mantenere comunque un atteggiamento collaborativo, se ci tenete a portare via il cane che avete scelto.

Ovviamente qualora notaste eventuali maltrattamenti, non esitate a denunciare la situazione e a contattare chi di dovere per un pronto intervento. Infine, quando dovrete portare via Fido dalla struttura, se il viaggio è lungo, procuratevi un apposito trasportino. 

Date un’occhiata online e cercate qual è la gabbia per cani più venduta, così potrete scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Sempre più compagnie di assicurazioni offrono tra i loro prodotti delle polizze per i nostri amici a quattro zampe. Vediamo insieme di cosa si tratta.  

 

Fido ha morso la gamba di un passante? Oppure il vostro amico a quattro zampe ha danneggiato dei beni di proprietà del vostro vicino di casa? Niente paura, oggi una soluzione a tutti questi “incidenti” può essere trovata in modo semplice e intelligente.

In seguito ai numerosi episodi di aggressioni “canine” che sono balzati all’occhio della cronaca negli ultimi anni, i vari istituti assicurativi si sono attrezzati e hanno iniziato a proporre polizze specifiche per i cani. 

Tutto questo per far fronte alle spiacevoli beghe burocratiche, che da un punto di vista legale possono richiedere molto tempo per essere risolti in maniera adeguata.   

 

Cosa dice la legge

Ma come si esprime la legge in merito ai danni causati da Fido? Innanzitutto è bene sapere che l’articolo 2052 del Codice Civile dice che: “Il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito”.

Ciò è stato ribattuto anche dall’ordinanza del 3 marzo 2009, emanata dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Anche qui viene ribadito che il proprietario del cane è sempre responsabile (sia a livello civile e sia a livello penale) di eventuali danni o lesioni provocati dal quadrupede a persone, animali o cose.

In definitiva il padrone del cane deve rispondere direttamente delle azioni del proprio cane.

Polizza obbligatoria per Fido?

Tuttavia nella stessa ordinanza è anche specificato che non vi è l’obbligo di stipulare alcuna polizza assicurativa per Fido, salvo che l’animale non sia stato segnalato dai servizi veterinari. 

In questo caso gli addetti ai lavori, in seguito a un’attenta valutazione del quadrupede, dichiarano un elevato rischio di pericolosità del cane, sostenuto da ripetuti episodi di aggressione, con conseguenti danni e lesioni a persone, animali o cose. 

Se vi doveste trovare in una situazione del genere, per legge sarete obbligati a stipulare una polizza per il vostro amico a quattro zampe e a fargli indossare sempre la museruola e il guinzaglio (o la pettorina) in qualsiasi area pubblica, che sia all’aperto o al chiuso.

Inoltre se il vostro quadrupede è di indole aggressiva, quando dovete recarvi presso uno studio veterinario, non dimenticate di munirvi di un trasportino adeguato o di una gabbia per cani economica (purché efficiente), al fine di evitare degli spiacevoli incidenti con altri animali. 

 

Assicurare il cane conviene?

A prescindere che siate obbligati o meno, diversi proprietari sostengono che aprire una posizione assicurativa al cane è molto utile a titolo precauzionale e preventivo. Se vi state chiedendo quante sono e quali sono le polizze che potreste sottoscrivere per Fido, beh c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Di seguito vi suggeriamo un elenco dei tipi di assicurazione “canina” più noti:

 

 Polizza di assicurazione della responsabilità civile

Si tratta di una polizza che solitamente viene inclusa in un pacchetto assicurativo denominato “Capo famiglia” o “Casa e famiglia”, che copre danni e lesioni causati da Fido a terzi, ad animali o a cose.

Questa soluzione garantisce un’ottima copertura qualora il vostro amico a quattro zampe, sfuggito accidentalmente al controllo, andasse a mordere qualcuno o causasse danni ad altri animali o a degli oggetti di proprietà di altre persone.

 

Polizza sanitaria

Questo tipo di assicurazione include una copertura per le spese mediche veterinarie sostenute per curare il vostro amico a quattro zampe.

 

Polizza infortuni

Una polizza del genere può essere molto utile nel malaugurato caso di infortunio del cane. Solitamente il pacchetto comprende anche il trasporto dell’animale presso la clinica veterinaria più vicina, qualora l’incidente avvenisse di notte.

 

Polizza di assistenza veterinaria

Si tratta di un pacchetto che offre un servizio completo di consulenza e di assistenza veterinaria attivo 24 ore su 24 e accessibile tramite un apposito numero verde.

 

Polizza vitto e alloggio

Questa soluzione prevede la copertura delle spese per la pensione di Fido (vitto e alloggio), qualora il proprietario dovesse essere ricoverato o addirittura nel caso in cui quest’ultimo dovesse passare a miglior vita.

Costi delle assicurazioni per cani

Adesso che abbiamo visto diversi tipi di polizze, vediamo quali sono i costi da sostenere per assicurare il nostro amico a quattro zampe. Chiaramente i prezzi sono variabili e dipendono molto dalla tipologia di assicurazione che si stipula e dai massimali di copertura previsti nel contratto.

Se non volete spendere troppo, tenete in considerazione che esistono delle polizze che partono da un prezzo base che si aggira attorno ai 30 euro all’anno. Ovviamente dato l’importo irrisorio, il contratto includerà la sola RC (Responsabilità Civile), pertanto non si può pretendere chissà quale copertura. 

A tal proposito conviene che prima vi informiate per bene presso uno o più istituti assicurativi circa i vari pacchetti disponibili. In questo modo sarete in grado di valutare le diverse soluzioni e di scegliere quella migliore e più conveniente. 

A ogni modo ricordate che le polizze variano in base alla razza e all’età di Fido, infatti ci sono alcune di queste che molte compagnie si rifiutano di assicurare, perché considerate troppo aggressive e pericolose.

State attenti anche quando stipulate una polizza assicurativa che include le spese veterinarie dell’animale. Questo perché vi sono delle razze “clinicamente” note perché soggette ad ammalarsi di alcune patologie, perciò non sempre vengono assicurate, proprio a causa dell’alto rischio di sviluppo di una malattia.

Se desiderate offrire una copertura completa al vostro amico peloso, mettete in conto che la polizza potrebbe arrivare a costarvi anche 1000 euro all’anno.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Ogni giorno i cani da salvataggio lavorano fianco a fianco con l’uomo per soccorrere vite umane ovunque ce ne sia bisogno. Conosciamo insieme questi eroi.  

 

Al mare, in montagna, in campagna o in città, quotidianamente i cani da salvataggio affiancano l’uomo per soccorrere vite in pericolo o per cercare persone scomparse. Spesso in TV si sente parlare di quadrupedi che compiono salvataggi eroici in contesti abbastanza difficili, come per esempio durante degli incendi o in casi di disastri causati da calamità naturali.

Fido è un collaboratore affidabile e un soccorritore impareggiabile ma prima di tutto è un amico fedele. Infatti diverse volte accade che l’animale sacrifichi la propria vita nel tentativo di salvarne un’altra. 

Per quanto riguarda le unità cinofile addestrate, queste generalmente appartengono a razze adatte fisicamente e predisposte caratterialmente a questo tipo di operazioni di soccorso. Si tratta di quadrupedi che vengono addestrati a intervenire in situazioni particolarmente difficili.

Infatti viene insegnato loro a restare focalizzati sull’obiettivo, a non farsi distrarre dal caos e a non cedere alla paura. Chiaramente il rapporto tra l’addestratore e Fido è molto forte ed è caratterizzato da un legame simbiotico di reciproca fiducia.

 

Cani da salvataggio

 

Come abbiamo anticipato, alcune razze canine sono più predisposte di altre a diventare dei cani da salvataggio. Tuttavia il concetto di “razza” col tempo è stato parzialmente superato come fattore determinante per addestrare un quadrupede a effettuare un certo tipo di operazioni. 

Infatti oggi la razza non è altro che una delle tante variabili che può portare all’individuazione di un buon cane da soccorso. Innanzitutto è importante che l’animale dimostri un carattere molto equilibrato e che dia prova di grande resistenza nel sopportare le fatiche delle operazioni nelle quali questo viene impiegato.

Ovviamente non deve mancare un ottimo livello di socievolezza con l’uomo, elemento fondamentale per instaurare un rapporto empatico e simbiotico tra Fido e il suo operatore.

I cani da salvataggio appartengono ai gruppi volontari della Protezione Civile e vengono utilizzati su larga scala, in diversi contesti di soccorso. Ma non è tutto! 

Ci sono anche diversi corpi militari che hanno le loro unità cinofile e ognuna di queste viene impiegata in specifiche operazioni a servizio dello Stato: antidroga, soccorso alpino, antiterrorismo, anticontrabbando, ecc.  

 

Cani da soccorso in acqua

Le unità cinofile impiegate nei salvataggi in acqua sono nate ufficialmente nel 1988. L’addestratore Ferruccio Pilenga e il suo cane Mas sono stati la prima coppia che ha dato origine a questo gruppo di soccorso. 

Lo stesso Pilenga ha fondato la SICS (Scuola Italiana Cani Salvataggio), la più grande organizzazione sul territorio nazionale dedicata all’addestramento dei cani e dei loro conduttori alle operazioni di soccorso nautico.

I requisiti necessari che un cane deve possedere per accedere alla formazione sono: ottime abilità natatorie e peso corporeo non inferiore ai 30 kg. Gli esemplari addestrati al salvataggio acquatico, possono effettuare delle operazioni sorprendenti, come per esempio la rianimazione in acqua, che risulterebbe impossibile senza l’aiuto di Fido.

Questi animali danno notevole prova di potenza e di resistenza, infatti un quadrupede da salvataggio acquatico è addirittura capace di trainare una piccola imbarcazione con a bordo 20/30 persone. Inoltre, un quadrupede ben addestrato può coprire a nuoto distanze che vanno da 300 m a 4 km.

Tra le varie performance, questi eroi a quattro zampe possono lanciarsi in acqua da un elicottero oppure viaggiare tranquillamente su motoscafi e motovedette della Guardia Costiera.

Nonostante la scuola non faccia distinzioni di razze (purché i quadrupedi abbiano i requisiti giusti), i cani più idonei all’addestramento risultano: i Terranova, i Landseer e i vari tipi di Retriever.

 

Cani da soccorso in montagna

I cani impiegati per il soccorso in montagna, noti anche come “cani da valanga”, alle spalle hanno una storia abbastanza lunga. Questi quadrupedi venivano addestrati già agli inizi del XX secolo e il loro pioniere è stato Barry, un esemplare di San Bernardo delle Alpi svizzere vissuto nei primi del ‘900.

L’animale fu protagonista di centinaia di operazioni di soccorso che lo resero leggendario. Purtroppo morì sul campo, proprio durante una missione di salvataggio che non gli lasciò scampo. Il San Bernardo divenne talmente popolare che la popolazione decise di farlo imbalsamare e di esporlo nel Museo di Storia Naturale di Berna, dove ancora oggi è possibile ammirarlo.

Per addestrare un cane a questo tipo di missioni di salvataggio, è necessario cominciare la sua formazione fin dai primi sette mesi di età. Il training è molto lungo e complesso, infatti tra le tante cose l’animale dovrà imparare ad affinare le sue capacità olfattive, fino a riuscire a fiutare la presenza di corpi umani sotto la neve. 

Inoltre il rapporto d’intesa e di coordinazione tra conduttore e cane deve svilupparsi alla perfezione. Di solito le razze maggiormente impiegate nelle operazioni di soccorso in montagna sono: il San Bernardo, il Pastore Belga, il Pastore Tedesco, il Collie e il Retriever.

I corsi di addestramento in Italia si tengono presso la Scuola Unità Cinofile Ricerche in Valanga, che fa parte del CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico).

 

Le unità cinofile della Protezione Civile

I cani di salvataggio della Protezione Civile sono addestrati a intervenire in aiuto dell’uomo anche in caso di grandi catastrofi. Ogni anno questi quadrupedi vengono impiegati per svolgere ricerche di persone disperse, nella speranza di trovarle quanto prima e ancora in vita.

Un esempio abbastanza recente caratterizzato da un grande spiegamento di unità cinofile per il ritrovamento e il recupero di dispersi, lo abbiamo avuto in occasione dell’ultimo terribile terremoto in Abruzzo.

Anche in questo caso non esiste una razza più idonea di un’altra per le missioni di salvataggio; tuttavia il cane deve avere una stazza corporea media, che gli permetta di muoversi con facilità su ogni tipo di terreno, specialmente tra le macerie.

L’ACDC (Addestramento Cani da Catastrofe) è un’associazione ONLUS che si occupa della formazione delle unità cinofile e dei conduttori volontari. Questi ultimi devono imparare a leggere le carte topografiche, a usare le radio per comunicare e i vari sistemi GPS.

Tutto ciò per essere in grado di affrontare una ricerca in un’area ben delimitata e di prestare tempestivamente un primo soccorso alla persona in difficoltà. I nostri amici a quattro zampe possono diventare dei veri e propri angeli custodi e mettere a nostra disposizione le loro migliori abilità, allo scopo di salvare vite umane.

Prendersi cura di Fido

Come abbiamo visto i cani hanno molto da offrire all’uomo ed è nostro preciso dovere prenderci cura di loro e non fargli mancare nulla. Ricordate di monitorare periodicamente il loro stato di salute e quando andate dal veterinario, trasportate l’animale in totale sicurezza. 

A tal proposito date un’occhiata alle gabbie per cani vendute online, potrete trovare il modello che può fare al caso vostro.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Gabbie per cani – Opinioni, analisi e guida all’acquisto

 

Spesso si pensa in maniera errata che una gabbia per cani sia soltanto uno strumento di coercizione o di punizione per il proprio amico a quattro zampe. In realtà questo particolare accessorio può rivelarsi estremamente utile in diverse situazioni, come per esempio una visita dal veterinario o un viaggio in macchina. Tra i modelli più apprezzati del momento vi suggeriamo AmazonBasics Gabbia in Metallo Richiudibile Portiera Singola 61 cm, versatile e facile da trasportare, venduta a un prezzo imperdibile. Se invece state cercando un trasportino da viaggio ampio e confortevole, Feandrea Gabbia Pieghevole per Cuccioli Metallo 2 Porte XXXL, potrebbe fare al caso vostro.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori gabbie per cani – Classifica 2020

 

Facendo una comparazione tra le migliori gabbie per cani del 2020, abbiamo creato una lista di quelle più apprezzate e più vendute del momento. Valutate la classifica dei nostri prodotti e scoprite dove acquistare i modelli più adatti a soddisfare le vostre esigenze.

 

 

1. AmazonBasics Gabbia in Metallo Richiudibile Portiera Singola 61 cm

 

Se non sapete come scegliere una buona gabbia per cani senza spendere troppi soldi, date un’occhiata al modello richiudibile proposto da AmazonBasics. Si tratta di una gabbietta dotata di un ampio ingresso frontale a porta singola, facile da aprire e munita di due cerniere con chiavistello, per avere maggiore sicurezza durante il trasporto dell’animale.

La struttura è realizzata in solido metallo e può essere ripiegata su se stessa, così quando non serve, potrete conservarla senza ingombrare spazio in casa. Alla base è presente una vaschetta estraibile, che può essere rimossa al fine di agevolare le operazioni di pulizia.

Il design e le dimensioni della cella sono ideali sia per un cucciolo e sia per un cane adulto di taglia media. Il vano interno è comodo e accogliente, tuttavia l’altezza del box è un po’ limitata.

Il modello può essere annoverato tra le gabbie pieghevoli di buona qualità vendute a prezzi bassi.

 

Pro

Pannello divisorio: Nel kit è presente un pannello divisorio, utile per ridurre le dimensioni interne della gabbia in base alla taglia del cucciolo.

Vassoio estraibile: La base è dotata di un vassoio estraibile, che può essere rimosso all’occorrenza, al fine di agevolare le operazioni di pulizia della gabbia.

Pieghevole: La cassa è pieghevole e può essere richiusa con facilità, così potrete ottenere un corpo compatto di dimensioni ridotte. Il modello risulta facile da trasportare e da conservare in garage o in ripostiglio.

 

Contro

Altezza: Nonostante si tratti di una gabbia comoda e confortevole, l’altezza del vano interno è un po’ ridotta e il cane potrebbe avere qualche difficoltà a stare in piedi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Feandrea Gabbia Pieghevole per Cuccioli Metallo 2 Porte XXXL

 

Se vi piace viaggiare in auto con il vostro amico a quattro zampe ma non sapete ancora quale gabbia per cani comprare, il modello pieghevole marchiato Feandrea potrebbe fare al caso vostro.

La cassa è realizzata in metallo ed è verniciata con il trattamento di elettroforesi, che la rende resistente all’umidità e alla ruggine. L’interno è molto spazioso, ideale sia per cuccioli e sia per esemplari adulti. Le sbarre sono sicure e garantiscono un’ottima sicurezza, inoltre favoriscono una buona ventilazione e consentono di tenere l’animale sotto controllo.

Il modello è dotato di due ampi sportelli che facilitano l’ingresso a Fido e semplificano le operazioni di pulizia della gabbia. Inoltre alla base è presente una vaschetta estraibile in plastica ABS di alta qualità, che offre il massimo comfort. 

Il vassoio fa un po’ di rumore quando il cane vi cammina sopra, pertanto vi suggeriamo di rivestirlo con un tappetino o una copertina. Il prezzo del prodotto non è propriamente basso e potrebbe non essere accessibile a tutte le tasche.

 

Pro

Doppio ingresso: La struttura è dotata di due sportelli con chiusura di sicurezza, che offrono a Fido un doppio accesso alla gabbia e che semplificano le operazioni di pulizia.

Trasportabile: La gabbia è richiudibile e può essere trasformata in un pratica valigetta, così avrete modo di trasportarla ovunque senza difficoltà.

Resistente: La verniciatura delle sbarre di metallo è realizzata con trattamento di elettroforesi, che rende la gabbia resistente all’umidità e alla ruggine.

 

Contro

Vaschetta: La vaschetta in plastica tende a fare rumore quando l’animale vi cammina sopra, pertanto potrebbe risultare utile rivestirla con un tappetino o una coperta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Feandrea Recinto Box Pieghevole con Pannelli di Rete Metallica

 

Siete alla ricerca di un recinto pieghevole per il vostro cane? Date uno sguardo al nuovo box in metallo di Feandrea. La recinzione è composta da quattro pannelli smontabili, che consentono di organizzare un angolo personalizzato per Fido.

All’interno dell’area potete inserire un tappetino e dei giocattolini, al fine di creare uno spazio relax per il vostro amico peloso. In questo modo lo terrete impegnato quando farete le pulizie o quando sarete fuori casa, così non correrete il rischio che l’animale combini guai durante la vostra assenza.

La struttura è facile da assemblare e non servono attrezzi; i pannelli sono collegati tra loro tramite dei chiavistelli rimovibili. Alla base delle transenne sono presenti dei cuscinetti antiscivolo che proteggono il pavimento da eventuali rigature. 

Il recinto è ben realizzato ma essendo leggero, potrebbe essere spostato con facilità da un esemplare di taglia media; pertanto vi suggeriamo di stabilizzarlo, accostandolo a dei mobili o a delle sedie. Il rapporto qualità/prezzo è buono e il costo del prodotto non è proibitivo.

 

Pro

Spazioso: Il box è spazioso e al suo interno è possibile allestire un’area relax per Fido, aggiungendo copertine e giochini.

Ben rifinito: Gli angoli dei pannelli sono arrotondati, per prevenire eventuali infortuni. Alla base delle transenne sono presenti dei cuscinetti che preservano il pavimento dai graffi.

Facile da montare: Il recinto è facile da montare, grazie ai suoi pannelli assemblabili e ai chiavistelli di sicurezza. Non servono attrezzi supplementari in quanto i pezzi sono a incastro.

 

Contro

Peso: La struttura è un po’ troppo leggera e un cane irrequieto potrebbe trascinarla in giro per casa. A tal proposito è consigliabile stabilizzare il box incastrandolo con delle sedie o dei mobili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Zoomundo Recinto Box di Ferro Gabbia 8 Pezzi XXL

 

Secondo i pareri di molti cinofili, la migliore gabbia per cani è quella che può essere adattata a qualsiasi ambiente, sia interno e sia esterno. A tal proposito abbiamo deciso di proporvi il recinto modulabile XXL di Zoomundo. 

Si tratta di un box composto da otto pannelli di metallo, che possono essere assemblati in diverse modalità. La struttura della recinzione può essere montata in forma ottagonale o rettangolare, a seconda delle vostre necessità.

La gabbia è robusta e facile da installare, inoltre può essere collocata sia in casa e sia all’aperto. Grazie al suo pratico sistema di ancoraggio, potrete assicurare il box  al terreno del giardino, così Fido sarà custodito in modo sicuro e potrà essere monitorato costantemente.

Il recinto è spazioso e il cane si sentirà a proprio agio e protetto. 

Uno degli otto pannelli è dotato di sportello con chiusura di sicurezza, per fare entrare e uscire l’animale dalla gabbia. Unica nota dolente è il prezzo del prodotto, che risulta abbastanza alto.

 

Pro

Modellabile: Il recinto può essere assemblato sia in modalità ottagonale e sia in modalità rettangolare, a seconda delle vostre necessità.

Resistente: I pannelli sono realizzati in metallo robusto e sono verniciati in modo da resistere anche agli agenti atmosferici. Pertanto la struttura può essere installata sia in casa e sia all’aperto.

Sicuro: Il box è ben lavorato e i materiali sono di alta qualità. I pannelli non hanno spigoli pericolosi, perciò il rischio di lesioni è minimo.

 

Contro

Prezzo: Nonostante si tratti di un recinto di ottima qualità, il prezzo risulta abbastanza alto e quindi poco accessibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Ellie Bo Deluxe Extra Strong 2 Porta Pieghevole Gabbia Letto Grande

 

Tra le varie offerte di gabbie per cani presenti online, di certo il modello Deluxe Extra Strong di Ellie Bo non passa inosservato. Si tratta di un box pieghevole in metallo, ideale per il trasporto di due cuccioli o di un esemplare adulto di taglia media.

La struttura è robusta ed è dotata di due sportelli, per agevolare l’’ingresso e l’uscita dell’animale e per facilitare le pulizie. Alla base della gabbia è presente un comodo vassoio estraibile, munito di una copertina sintetica molto accogliente, che consente a Fido di rilassarsi tranquillamente.

Sulla parte alta del box è presente una maniglia per il trasporto della gabbietta quando viene richiusa. Purtroppo il manico non è abbastanza resistente da sopportare anche il peso dell’animale, quindi non è consigliabile utilizzarlo quando il contenitore è pieno.

Il prodotto si presenta sul mercato con un ottimo rapporto qualità/prezzo e il costo risulta vantaggioso e competitivo.

 

Pro

Doppia apertura: La struttura è dotata di due sportelli di sicurezza, che agevolano l’entrata e l’uscita di Fido. Inoltre le aperture facilitano le pulizie interne del box.

Confortevole: La gabbia può ospitare un paio di cuccioli o un cane di taglia media. Alla base è presente un comodo vassoio estraibile dotato di un morbido e confortevole tappetino.

Facile da richiudere: Il modello è richiudibile, infatti quando non serve più può essere appiattito velocemente e conservato in poco spazio.

 

Contro

Maniglia: La maniglia presente sulla gabbia serve soltanto per il trasporto della stessa quando è ripiegata. Purtroppo il manico non è abbastanza resistente da reggere anche il peso di un cane.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Dibea DC00495 Gabbia pieghevole 2 porte vaschetta rimovibile XXXL

 

Il marchio Dibea propone una gabbia pieghevole, ideale per cani di taglia grande e per cuccioli, così impedirete loro di combinare guai in casa durante la notte o in vostra assenza.

Il box è molto spazioso, è realizzato in metallo ed è trattato per resistere alla ruggine. La struttura è munita di vassoio inferiore estraibile, per agevolare le pulizie e la manutenzione della gabbia.

Il contenitore può essere utilizzato in casa, all’aperto o per il trasporto in macchina, anche se la mole risulta un po’ ingombrante. Il modello è facile da montare ed è dotato di due ingressi e di una griglia di separazione, per il contenimento di due animali. Gli sportelli dispongono di chiusure di sicurezza, al fine di evitare eventuali evasioni.

La maniglia presente sulla parte superiore del box serve soltanto a trasportare la gabbia vuota richiusa, perché non è in grado di reggere la struttura a pieno carico. Il prezzo del prodotto è in linea col formato del modello e con la qualità dei materiali.

 

Pro

Grande: Si tratta di una gabbia molto spaziosa, ideale per contenere sia un cane di grossa taglia e sia dei cuccioli.

Griglia divisoria: Il box è dotato di una griglia divisoria che vi consente di inserire due animali al suo interno.

Manutenzione semplice: Il vassoio estraibile presente alla base della gabbia e i due sportelli di sicurezza, vi permettono di pulire l’intera struttura in modo pratico e veloce.

 

Contro

Ingombrante: Trattandosi di una gabbia per cani di grossa taglia, le dimensioni sono abbastanza ingombranti e la maniglia presente sulla parte alta non è abbastanza resistente per il trasporto del contenitore a pieno carico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Maxx Gabbia 2 Porte Pieghevole con Maniglia e Vassoio

 

Se siete alla ricerca di una gabbia per il vostro cane ma non volete spendere troppo, vi suggeriamo il modello più economico della nostra classifica, il box a due porte proposto da Maxx.

Si tratta di una gabbia pieghevole ben realizzata, che si presenta in commercio con un ottimo rapporto qualità/prezzo e con un costo davvero vantaggioso. La struttura è semplice da assemblare e quando non serve usarla, basta richiuderla e conservarla in poco spazio.

I due sportelli offrono un facile accesso al box e grazie al comodo cassetto estraibile posizionato alla base, potrete pulire il vano interno in modo pratico e veloce. Le finiture sono di buona qualità e nel complesso il contenitore risulta abbastanza resistente.

Lo spazio è ampio e confortevole, anche se vi suggeriamo di non sollevare la gabbia dal manico quando è presente il cane al suo interno, in quanto il supporto potrebbe non reggerne il peso.

 

Pro

Economica: La gabbia è di buona qualità e si presenta sul mercato con un prezzo davvero basso e competitivo.

Pratica: Il vassoio interno è estraibile, al fine di agevolare le pulizie della gabbia, inoltre la struttura può essere richiusa e conservata in poco spazio quando non serve più.

Ampia: Lo spazio del box risulta ampio e confortevole, infatti può ospitare tranquillamente un cane di taglia media o due cuccioli.

 

Contro

Robustezza: Nonostante i materiali siano di buona qualità, le griglie danno l’impressione di essere un po’ fragili, pertanto vi suggeriamo di non sovraccaricare il box durante il trasporto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Zoomundo XXL Gabbia Metallo Pieghevole Trasportino Richiudibile 2 Porte

 

Tra le varie gabbie per cani vendute online, il modello extra large di Zoomundo è uno di quelli più apprezzati. Le due maniglie posizionate sulla parte alta della struttura, rendono il box ideale sia per uso domestico e sia per il traporto, come per esempio in caso di visita veterinaria o di viaggi in macchina.

La gabbia è molto ampia e dispone di due ingressi muniti di sportelli di sicurezza. All’interno è presente un vassoio estraibile che evita il contatto diretto del cane con i sedili dell’auto. In questo modo non riempirete il veicolo di peli e potrete pulire facilmente la vaschetta.

Il box è stato progettato per resistere a un carico massimo di 59 kg, anche se le sbarre sono un po’ troppo sottili e se il cane è irrequieto potrebbe deformarle senza troppe difficoltà.

La gabbia è pieghevole, pertanto le dimensioni possono essere ridotte notevolmente per ingombrare meno spazio possibile. Il prezzo del prodotto è abbastanza buono e la qualità dei materiali soddisfacente.

 

Pro

Maniglie per il trasporto: Il box è dotato di due pratiche maniglie che agevolano il trasporto della gabbia durante uno spostamento.

Comoda: Le dimensioni della gabbia sono molto grandi e l’interno è ampio è accogliente. Il box può essere utilizzato anche come cuccia.

Vaschetta rimovibile: La vaschetta estraibile evita il contatto diretto del cane con i sedili della macchina, così questa non sarà riempita di pelo.

 

Contro

Spessore delle sbarre: Lo spessore delle sbarre è un po’ troppo sottile e un cane vivace potrebbe deformarle senza riscontrare troppe difficoltà.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una gabbia per cani

 

Una gabbia per cani non deve essere vista come uno strumento di punizione per Fido e tantomeno deve essere utilizzata per tale scopo. In realtà si tratta di un accessorio che può rivelarsi molto utile in diverse situazioni. Per esempio un box può servire a tenere il cane isolato durante una visita veterinaria, al fine di evitare che questo venga morso da altri animali o viceversa.

Una gabbia può evitare spiacevoli incidenti ad altre persone e allo stesso tempo è in grado di proteggere il quadrupede dai pericoli esterni. Il contenitore può essere allestito anche come una semplice cuccia, nella quale il cane può riposare tranquillo e al sicuro.

Inoltre una gabbia può essere molto utile in fase di addestramento dei cuccioli, soprattutto per evitare che questi facciano danni in casa durante le ore notturne o quando siete assenti.

In questa guida vi aiuteremo a trovare il modello più adatto alle vostre esigenze e ad analizzare i vari criteri di scelta, al fine di effettuare il miglior acquisto.

Dimensioni e portata

Sicuramente le dimensioni di una gabbia sono i primi elementi da tenere presente, in quanto il box dovrà essere adatto alla taglia del vostro amico a quattro zampe. In commercio ci sono modelli di tutte le grandezze, che possono soddisfare qualsiasi tipo di esigenza.

Se avete più di un cane e non siete intenzionati ad acquistare due gabbie separate, potreste optare per dei box  extra large con doppio ingresso e pannello divisorio. Grazie alla presenza di questi accessori, ogni animale avrà il suo accesso indipendente alla gabbia e l’interno sarà diviso da un’apposita griglia, che contribuirà a tenere separati i due quadrupedi.

Ovviamente prima di optare per qualsiasi modello di gabbia, assicuratevi che la portata del contenitore sia adeguata al peso del vostro amico peloso, oppure rischierete di danneggiare il box e di fare del male a Fido.

 

Manutenzione

Una buona gabbia per cani, oltre a essere funzionale e accogliente, deve essere anche facile da pulire. La maggior parte dei modelli è dotata di un vassoio estraibile in plastica o in metallo, a seconda del prodotto. Questa parte del box è molto importante, in quanto serve a più scopi.

In primis è utile come base d’appoggio per far stare comodo il cane; solitamente è consigliabile rivestire il vassoio con una copertina o un tappetino per offrire all’animale maggiore comfort.

La vaschetta è utile anche durante un viaggio in macchina, perché evita che il quadrupede stia a contatto diretto con i sedili del veicolo. In questo modo l’abitacolo non si riempirà di pelo e in caso di deiezioni, gli interni saranno preservati.

Infine, la possibilità di estrarre il vassoio dalla gabbia, consente di pulire agevolmente tutta la struttura.

  

Design

Generalmente una gabbia per cani ha forma rettangolare o quadrata, tuttavia esistono dei modelli particolari senza copertura. In pratica si tratta di veri e propri recinti, che possono avere quattro o più pannelli modulari, che consentono di creare delle aree delimitate.

Di solito queste recinzioni sono adatte sia per uso interno e sia per uso esterno e svolgono lo stesso compito delle gabbie tradizionali, fatta eccezione della funzione di trasportino. Se intendete acquistare un modello di questo tipo, assicuratevi che i pannelli siano trattati per resistere anche agli agenti atmosferici esterni, onde evitare che le sbarre in metallo si arrugginiscano. 

Come per la gabbia classica, è fondamentale che il recinto sia dotato di uno o più sportelli d’ingresso, allo scopo di offrire a Fido un accesso agevole all’interno dell’area protetta. Le gabbie sono accessori abbastanza ingombranti e spesso, quando rimangono inutilizzate, occupano molto spazio in casa o nel garage. 

Optare per un modello pieghevole è la scelta migliore, perché vi darà modo di ridurre notevolmente le dimensioni del box quando questo non serve più.

Materiali

Un altro aspetto fondamentale nella scelta di una gabbia per cani, consiste nella qualità dei materiali. Trattandosi di box di contenimento, questi devono essere realizzati con metalli resistenti e le sbarre non devono essere troppo sottili, onde evitare che un cane molto vivace riesca a piegarle o a deformarle.

La gabbia deve essere solida e sicura sia per l’animale che si trova al suo interno e sia per le persone che si trovano nei pressi del box. Se optate per un modello che funge anche da trasportino, verificate che i supporti quali manici o maniglie di sicurezza, siano abbastanza resistenti da sopportare il peso dell’animale. 

Se le sbarre sono colorate, accertatevi che siano state utilizzate delle vernici atossiche o metterete a serio rischio la salute di Fido.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come costruire un gabbia per cani?

Prima di costruire un box per il vostro cane, è necessario calcolare uno spazio adatto alla sua taglia. Questo perché la gabbia non deve essere una prigione ma bensì un’area di contenimento temporaneo, all’interno della quale il quadrupede può stare comodo.

Fatta questa premessa i metodi di costruzione di un box o di un recinto sono diversi. Per esempio, se disponete di uno spazio all’aperto, come un giardino o un cortile, sarà molto più facile realizzare un’area privata per Fido.

Individuate il punto più adeguato per la costruzione della struttura, possibilmente non interamente esposto alla luce diretta del sole, ma con qualche zona d’ombra. Una volta rilevate le misure, decidete se lasciare la pavimentazione naturale o se procedere con una gettata parziale di cemento, per agevolare le operazioni di pulizia del box. 

Inoltre scegliete se coprire la gabbia con un tetto o se lasciarla scoperta. Perciò che concerne la recinzione potete utilizzare una rete metallica (reperibile in ferramenta) oppure usare dei pannelli misti in legno e metallo. Nel primo caso basterà piantare bene a terra dei paletti e fissare la rete ai supporti con chiodi o fascette in plastica.

Se invece preferite dei pannelli, dovete armarvi di pazienza e costruire di sana pianta dei moduli da assemblare per ottenere le pareti del recinto. Ovviamente in entrambi i casi deve essere creata una porta per accedere all’interno della gabbia.

 

Come costruire gabbia per cani per auto?

Per costruire una gabbia o un trasportino per cani da portare in auto, è fondamentale calcolare lo spazio utile dei sedili posteriori o del bagagliaio, a seconda di dove intendete alloggiare il contenitore. In tal modo potrete realizzare un box su misura per la vostra macchina. Ovviamente è necessario tenere conto anche della taglia dell’animale, in quanto dovrà stare comodo anche lui.

A questo punto, se avete un po’ di manualità e siete bravi con il bricolage, potete decidere quali materiali utilizzare per costruire la gabbia. Trattandosi di un trasportino, vi suggeriamo di utilizzare elementi leggeri ma resistenti, come per esempio l’alluminio. 

Create lo scheletro del box con dei profilati d’alluminio, realizzate una base in legno o in plastica e rivestite tutte le pareti della gabbia con della rete in metallo. Per quanto riguarda la porta d’accesso, potete scegliere se ricavarla sulla parte alta della gabbia o lateralmente.

 

Quanto deve essere grande una gabbia per cani?

Le dimensioni ideali di una gabbia per cani dovrebbero consentire a Fido di stare comodo e di girarsi facilmente all’interno del box; inoltre l’animale non dovrebbe avere nessuna difficoltà nello stare in piedi. Per questo motivo è fondamentale conoscere preventivamente la taglia del vostro amico peloso, in modo da acquistare il modello più adatto alle sue dimensioni.

Generalmente per rilevare l’altezza minima del box, occorre prendere le misure del cane dal pavimento fino alla spalla e aggiungere 8 cm. Se invece volete che l’animale stia perfettamente comodo anche in piedi, allora bisogna calcolare l’altezza intera del quadrupede, tenendo conto anche del collo e della testa.

 

 

 

Come utilizzare una gabbia per cani

 

Una gabbia per cani deve offrire la massima protezione al vostro amico a quattro zampe e deve risultare un’ottima misura di sicurezza anche per chi si trova all’esterno del box. Sul mercato è possibile trovare modelli di tutti i tipi e di grandezze differenti, che vi consentono di scegliere la struttura più adatta al vostro animale. 

Ricordate che l’utilizzo di una gabbia può offrire numerosi vantaggi, sia per Fido e sia per il suo proprietario.

L’utilità di una gabbia per cani

Un box per cani è un accessorio molto pratico, che può rivelarsi un valido alleato in diverse occasioni. Di certo non bisogna pensare di utilizzare la gabbia come uno strumento di coercizione o di prigionia per punire Fido se fa qualcosa di sbagliato. 

Al contrario è necessario che il cane familiarizzi con il suo box, fino a considerarlo una cuccia e un rifugio sicuro dove trovare riparo. In commercio esistono modelli di gabbia che consentono di inserire all’interno dei lettini o dei materassini, allo scopo di offrire al cane il massimo comfort.

Tale accessorio può tornare molto utile durante una visita veterinaria, in quanto di solito, le sale d’attesa di questi studi medici, sono gremite di animali in compagnia dei rispettivi padroni. Tanta confusione potrebbe rendere nervoso il vostro amico a quattro zampe, fino a farlo diventare aggressivo nei confronti di coloro che stanno al di là delle sbarre.

 In questo caso il box si rivela indispensabile sia per proteggere Fido e sia per preservare l’incolumità delle persone e degli altri animali presenti nell’ambulatorio.

Un ottimo impiego di una gabbia per cani è anche quello di utilizzarla in ambito di addestramento, specialmente per fare capire ai cuccioli che non possono girare liberamente in determinate aree della casa.

 

Vantaggi e svantaggi di un box per cani

Come abbiamo visto i vantaggi dei box per cani sono tantissimi, tuttavia è bene anche analizzare quali sono gli inconvenienti che questi accessori potrebbero presentare. In questo modo sarete in grado di valutare se il vostro amico peloso ha realmente bisogno di una gabbia o meno.

Per ciò che concerne i vantaggi ricordiamo che un box offre la massima protezione a Fido e può essere considerato come una confortevole casetta personalizzata. Se il cane è di indole aggressiva le sbarre impediscono all’animale di mordere altre persone. 

Infine si tratta di un accessorio molto utile per viaggiare in automobile e per portare il cane ovunque senza fargli correre alcun pericolo. Per quanto riguarda gli svantaggi, vi ricordiamo che alcuni quadrupedi potrebbero sentirsi intrappolati e associare la gabbia a una punizione. Se l’animale è iperattivo potrebbe farsi male nel tentativo di forzare le sbarre. 

Fido potrebbe sentirsi minacciato e subire un trauma. Se la gabbia è molto grande potrebbe occupare molto spazio in casa. Alla luce di questi dati, valutate bene se acquistare o meno una gabbia per il vostro cane e qualora decideste di comprarla, cercate di far abituare l’animale all’accessorio nel miglior modo possibile.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Quando il caldo afoso arriva, anche i nostri amici a quattro zampe devono essere correttamente idratati, sia internamente e sia esternamente.  

 

Con l’arrivo delle alte temperature estive tutti soffriamo il caldo, compresi i nostri amici quadrupedi, che più di noi patiscono l’afa. In effetti, a causa del manto peloso, il corpo di un cane fa molta più fatica ad autoregolare la propria temperatura rispetto al fisico di una persona.

Se l’animale rimane troppo tempo esposto al calore, rischia di superare la soglia critica di sopportazione e di subire seri danni fisici, che potrebbero portare anche alla morte.

Dato che non tutte le abitazioni nelle quali vivono degli animali domestici sono dotate di impianti di aria condizionata, abbiamo pensato di suggerirvi qualche consiglio utile a rinfrescare Fido sia in casa e sia all’aperto.

 

 

Come invogliare Fido a bere

Ricordate che è fondamentale far sì che Fido disponga sempre di acqua fresca per dissetarsi. In questo modo il quadrupede avrà la possibilità di mantenersi idratato correttamente e ciò lo aiuterà anche ad abbassare la temperatura corporea durante i periodi più caldi.

Se però il vostro cane non beve molto e ha bisogno di essere spronato a farlo, non preoccupatevi perché è possibile utilizzare un piccolo stratagemma. Solitamente gli animali gradiscono perlopiù l’acqua corrente, piuttosto che quella stagnante presente in una ciotola.

Per far fronte a ciò, sono state progettate e immesse sul mercato delle apposite fontanelle per cani, che grazie a un flusso continuo d’acqua, riescono ad attirare Fido alla fonte e a invogliarlo ad abbeverarsi.

Si tratta di dispositivi dotati di serbatoi di varie dimensioni (a seconda delle esigenze), capaci di contenere diversi litri d’acqua, così i nostri amici a quattro zampe non rischiano di rimanere a bocca asciutta

Un bagnetto rinfrescante

Con il caldo afoso, il primo pensiero che attraversa la testa di noi esseri umani, è quasi sempre quello di tuffarci in acqua al mare o in piscina per trovare un po’ di refrigerio. Lo stesso discorso vale per i nostri amici a quattro zampe, anche se non tutte le spiagge accettano animali domestici; pertanto il mare diventa una meta irraggiungibile per Fido. 

Di sicuro il trattamento risulterà uguale anche da parte dei gestori delle piscine private e comunali. Quindi, alla luce di tutti questi veti, come possiamo consentire al nostro cane di rinfrescarsi un po’ senza dover chiedere per forza il permesso a qualcuno? 

Una buona soluzione può essere quella di acquistare un’apposita piscinetta per cani, che sarà in grado di combattere l’afa estiva e di offrire un po’ di frescura anche ai nostri amici pelosi.

Ovviamente è necessario disporre di un po’ di spazio, come per esempio un terrazzo o un giardino, in quanto l’ingombro della vasca sarà notevole. A ogni modo in commercio esistono piscine di svariate dimensioni, adatte a ogni taglia, che consentono all’animale di giocare e di rilassarsi durante le ore più calde della giornata.

 

Una cuccia fresca

Quando la temperatura diventa troppo alta, una delle cose più istintive che viene voglia di fare è quella di sdraiarsi sopra una superficie fresca. Perché Fido non dovrebbe avere la stessa esigenza?

A tal proposito, avete mai pensato di regalare al vostro amico peloso un tappetino rinfrescante per aiutarlo ad affrontare la calura estiva senza difficoltà? Negli ultimi anni sono stati sviluppati dei materassini contenenti un gel refrigerante che mantiene la temperatura bassa e offre la possibilità di sopportare meglio le ore più calde.

Si tratta di tappetini molto pratici da utilizzare e possono essere sfruttati anche per affrontare dei lunghi viaggi in macchina, quando l’abitacolo e i sedili del veicolo risultano troppo caldi.

Ricordate che i cani a differenza degli esseri umani non sudano, pertanto per abbassare la loro temperatura corporea, sono costretti ad ansimare freneticamente con la lingua fuori dalla bocca. 

Proprio per questo motivo, un materassino refrigerante si rivelerebbe un ottimo alleato per l’animale.

 

Abbigliamento estivo per Fido

Se esistono indumenti per proteggere Fido dal freddo, perché non dovrebbero esserci anche dei vestiti e degli accessori che possono offrire refrigerio al cane? In commercio infatti è possibile trovare giacche, gilet e collari rinfrescanti, ideali per affrontare le giornate afose.

Grazie ai particolari tessuti con i quali sono realizzati questi capi d’abbigliamento, si genera un effetto evaporativo dell’umidità, che sottrae calore al corpo dell’animale rinfrescandolo. In pratica si tratta di accessori che aiutano i nostri amici a quattro zampe a mantenere bassa la temperatura corporea durante le calde giornate estive.

 

Giocare con l’acqua

Tra le varie soluzioni per dare un po’ di refrigerio ai nostri amici pelosi, un metodo efficace è quello di coinvolgerli in giochi con l’acqua. Potreste divertirvi a giocare con Fido in giardino, magari spruzzandolo con una pompa d’irrigazione oppure potreste creare delle palle con il ghiaccio.

Sul mercato è possibile trovare delle palline create appositamente per essere riempite d’acqua e congelate. Quando il quadrupede inizia a giocare con la sfera, questa gradualmente fa fuoriuscire dell’acqua fresca dall’involucro, a causa del ghiaccio che si scioglie.  

Ricordate che gli animali hanno bisogno di bere molto durante la stagione estiva e se vengono tenuti all’esterno delle abitazioni, è fondamentale che possano usufruire di aree ombreggiate e ben ventilate.

Altri accessori  utili

I nostri amici a quattro zampe meritano tutte le nostre attenzioni per vivere in modo sereno e dignitoso. In rete ci si imbatte in accessori di ogni tipo, che possono rendere più semplice la vita di Fido e del suo padrone. 

I prodotti dedicati agli animali sono davvero tanti, per esempio basta cercare online la migliore cuccia, la migliore toilette per cani o la migliore pettorina, per ottenere una marea di offerte, tutte da valutare con attenzione in base alle proprie esigenze. 

Che sia estate o inverno, bisogna essere preparati sempre a tutto, per affrontare qualsiasi evenienza. Come ringraziamento, il vostro cane non potrà fare altro che ricambiare le vostre attenzioni con il suo affetto e con la sua compagnia.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

 

Da quando il Covid-19 si è diffuso, molte delle nostre abitudini sono cambiate e ciò si è riflesso anche nelle vite dei nostri cani.  

 

Il Coronavirus ha cambiato molte delle nostre abitudini e i nostri amici a quattro zampe di certo ne hanno risentito e non poco. Ma come possiamo adattarci alla nuova situazione in maniera positiva? Come possiamo gestire Fido nel migliore dei modi durante questo periodo, attenendoci alle regole della quarantena?

 

Giusto per tranquillizzarci

È importante premettere che fino a oggi non esistono dati scientifici certi che cani e gatti possano essere facilmente infettati dal Covid-19 e che possano di conseguenza trasmettere il virus all’uomo. A tranquillizzarci è Luigi Bertolotti, professore specializzato in malattie infettive degli animali domestici presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Torino.

L’unico caso al momento conosciuto riguarda un piccolo pechinese di Hong Kong, trovato positivo al Coronavirus e poi deceduto. L’animale, nonostante il virus, non ha sviluppato nessun sintomo rilevante, pertanto non è emerso nessun dato significativo che potesse avallare una possibile ipotesi di contagio tra cane e uomo.

Oltre a non costituire alcun rischio per la nostra salute, il presidente dell’ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) dichiara che: “i cani sono una certezza in un periodo in cui non possiamo nemmeno stringerci la mano”.

Di fatto, abbracciare Fido può dare un grande conforto e fungere da ottimo sostegno psicologico, specialmente per coloro che vivono la quarantena in solitudine. Ovviamente gestire un gatto in casa rispetto a un cane è ancora più semplice, in quanto non si pone il problema delle passeggiate all’aperto e dei lavaggi.

Tuttavia per gestire al meglio Fido, basta organizzarsi per bene e seguire delle semplici regole che potranno esservi di grande aiuto per affrontare la situazione attuale.

1 – La passeggiata

La passeggiata è un aspetto fondamentale nella vita dei nostri amici a quattro zampe, quindi le attuali limitazioni alle uscite e alle frequentazioni dei parchi, incidono non poco sulle abitudini di Fido. 

Nonostante ciò non c’è motivo di allarmarsi, in quanto le normative vigenti consentono di passeggiare con il cane in prossimità della propria abitazione, così l’animale può svagarsi ed espletare tranquillamente i suoi bisogni.

Ovviamente, è bene organizzare con precisione le uscite del quadrupede, in modo da stabilire una routine pianificata, in attesa di nuove disposizioni governative. Qualora siate impossibilitati ad andare all’aria aperta a causa del maltempo, potreste sempre procurarvi una lettiera da tenere a disposizione in casa. 

Basta cercare su Internet “toilette per cani venduta online” per ottenere diversi risultati sui modelli più apprezzati del momento.

 

2 – Pulire le zampe

Se precedentemente alla pandemia pulire le zampe del proprio cane prima di entrare in casa era auspicabile, ora equivale ad avere buon senso nel farlo regolarmente. Dopo una passeggiata in compagnia di Fido, è doveroso igienizzare le sue zampette, magari utilizzando delle apposite salviette detergenti alla clorexidina oppure altri prodotti disinfettanti ad ampia azione antisettica. 

Cercate di rimuovere per bene lo sporco, soprattutto tra i cuscinetti e sotto gli artigli del cane. Per quanto riguarda le parti genitali, il pelo e il muso, utilizzate delle normali salviettine umidificate.

 

3 – La toelettatura

Anche se le attività di toelettatura per cani sono al momento chiuse a causa della quarantena, ciò non significa che Fido debba saltare il suo regolare “bagnetto”. Data la situazione dovrete pensarci  voi e potrete utilizzare una vasca, una doccia, una bacinella, o altro, purché effettuate l’operazione di lavaggio almeno una volta al mese. 

Procuratevi uno shampoo specifico per Fido ed evitate di utilizzare bagnoschiuma o altri detergenti destinati alle persone, in quanto potreste danneggiare il pH della cute del quadrupede. Dopo ogni lavaggio risciacquate per bene il pelo, asciugatelo e spazzolatelo accuratamente. In alternativa potete optare per uno shampoo secco, che non prevede l’impiego di acqua.

 

4 – Giocare con Fido

Con la riduzione delle passeggiate all’aperto e delle possibilità di socializzare con altri simili, i rischi di noia e di depressione per Fido sono dietro l’angolo, proprio come avviene per gli esseri umani. Per questo motivo è fondamentale tenere impegnati il corpo e la mente, magari intensificando i momenti ludici con il vostro cane all’interno delle mura domestiche.

Armatevi di palline, oggetti di gomma, corde e tutto ciò che può servirvi a inventare dei giochi ricreativi da fare con il vostro amico a quattro zampe. Passare più tempo insieme può rafforzare il vostro rapporto e magari potrete cogliere l’occasione per addestrare meglio l’animale.

 

5 – Scorte di cibo e visite mediche

Anche i negozi per animali sono considerati come attività di prima necessità, pertanto rimangono aperti al pubblico. Per questo motivo non è necessario prenderli d’assalto con lo scopo di caricarsi di scorte di cibo per Fido. Ovviamente se i punti vendita sono molto distanti dalla vostra abitazione, allora fare rifornimento di scatolame vario, crocchette ecc., ha un senso logico.

Per ciò che concerne gli studi veterinari, anche questi sono aperti ma rimangono a disposizione soltanto per le emergenze e per i vaccini. Ovviamente ogni visita dovrà essere concordata su appuntamento, onde evitare assembramenti negli ambulatori.

Ricordate che con l’arrivo della bella stagione, occorre iniziare l’annuale profilassi antipulci e zecche, tramite l’utilizzo di pipette o di appositi collari.

Considerazioni sulla quarantena

Il Coronavirus ci ha catapultati improvvisamente in una nuova realtà, alla quale dobbiamo adeguarci se vogliamo rialzarci in piedi. Per affrontare bene la situazione è opportuno assumere una forma mentis positiva. Pensate alla quarantena come a un’incredibile opportunità per migliorare voi stessi dal punto di vista umano e per rafforzare il vostro rapporto con Fido.

Cercate di stabilire una nuova routine che sia in grado di soddisfare tutte le esigenze del cane. In poche parole non siate tristi e non sprecate il tempo che avete a disposizione, ma al contrario, fatelo fruttare nel migliore dei modi.