Ultimo aggiornamento: 17.11.19

 

Se il vostro amico a quattro zampe non intende mangiare i croccantini, è necessario capire qual è la causa di tale inappetenza. Ecco alcuni suggerimenti utili per risolvere il problema.

 

Se siete preoccupati perché il cane si dimostra inappetente e non vuole mangiare le sue crocchette, è fondamentale scoprire il motivo del rifiuto, in modo da trovare una soluzione adeguata. Di solito, tutti i cani sono delle “buone forchette” e prediligono un tipo di alimentazione più casareccia rispetto a una dieta a base di croccantini industriali.

Purtroppo il tran tran frenetico della vita moderna non sempre ci consente di cucinare dei pasti prelibati per i nostri amici pelosi e di conseguenza ci affidiamo a soluzioni più pratiche e veloci, come il cibo secco in scatola. Alcuni cani però, specialmente quelli schizzinosi e dotati di un palato più raffinato, non sempre gradiscono la “soluzione smart”. Cerchiamo di capire insieme come dobbiamo comportarci quando ci troviamo di fronte a un caso del genere. Di seguito vi suggeriamo alcuni stratagemmi intelligenti, utili a rendere i croccantini più appetibili e invitanti.

 

Perché alcuni cani non mangiano le crocchette

Dire che i nostri amici a quattro zampe siano particolarmente ghiotti di cibo secco preconfezionato, sarebbe una bugia. Anche se dovesse trattarsi delle crocchette per cani più vendute e più buone presenti in commercio, non aspettatevi che fido si lecchi i baffi dall’entusiasmo. Non a caso molte aziende di pet food aggiungono delle sostanze appetizzanti nei loro prodotti, con lo scopo di renderli più gustosi e invitanti. Se poi il vostro cane è abituato a un tipo di alimentazione casalinga, sarà ancora più dura farlo avvicinare a dei croccantini industriali. Pertanto, se siete intenzionati a passare dai fornelli alla comodità del cibo secco in scatola, state pur sicuri che il palato del vostro animale non tarderà a esprimere il suo disappunto in merito al nuovo menù!

 

 

Come rendere più appetibili le crocchette

Se il vostro cane segue già una dieta a base di crocchette, ricordatevi sempre di richiudere ermeticamente la confezione una volta somministrata la dose desiderata. Ciò è fondamentale per preservare la freschezza e la fragranza del prodotto per gli usi successivi.

Tra gli stratagemmi più diffusi per rendere i croccantini più appetibili, vi suggeriamo di mischiarli con del parmigiano grattugiato, della carne macinata, del tonno o dello sgombro “al naturale”, oppure con dei bocconcini in umido per cani. Tuttavia fate molta attenzione, in quanto molti amici a quattro zampe, sono dei veri e propri furboni, abilissimi nell’evitare accuratamente le crocchette e nello spazzolarsi il resto. Ma non allarmatevi, perché ci sono dei trucchetti adatti anche ai tipi più astuti. Si sa che i cani hanno un olfatto molto sviluppato e ciò potreste sfruttarlo a vostro vantaggio.

Se il vostro amico deve seguire una dieta a base di crocchette ma non le gradisce molto, potete metterle in un barattolo e aggiungere della carne secca. Chiudete bene il contenitore e conservatelo per 24 ore. In questo modo, i croccantini si impregneranno con l’odore della carne stessa e diventeranno più appetitosi. Se non disponete di carne secca, potete prepararne voi un po’. Vi basterà procurarvi delle fettine di carne di manzo, riporle in una teglia rivestita con carta da forno e cuocerle per un quarto d’ora a 220°. Una volta cotte, fatele raffreddare nel forno stesso, lasciando lo sportello socchiuso e poi tagliatele a pezzettini. Si tratta di un escamotage semplice ed efficace, che farà apprezzare molto di più le crocchette al vostro amico.

 

Cause che portano il cane a perdere l’appetito

I motivi che possono spingere il vostro cane a smettere di mangiare le crocchette possono essere diversi. Ovviamente prima di analizzare le varie ipotesi, è opportuno accertarsi che l’animale non soffra di qualche patologia e pertanto è fondamentale una visita di controllo dal vostro veterinario di fiducia. Una volta scartata la presenza di malattie, virus o parassiti, possiamo elencare i casi più comuni di perdita dell’appetito:

 

Variazione nella dieta

Se avete sostituito le crocchette di recente, il vostro amico potrebbe non gradire quelle nuove, in quanto i cani, solitamente si dimostrano molto sensibili ai cambiamenti. Va comunque detto, che variare la loro alimentazione di tanto in tanto fa bene e può evitare problemi di salute. Quindi è opportuno che l’animale si abitui al cibo nuovo.

.

Cibo di scarsa qualità

Se intendete cambiare marca di crocchette, fate molta attenzione che non si tratti di cibo scadente, in quanto l’animale lo scarterà sicuramente. Verificate sempre gli ingredienti del prodotto sull’etichetta, per sapere se ciò che state dando al vostro amico è di buona qualità o meno.  

 

Alimentazione eccessiva

Su ogni confezione di crocchette, dovrebbero essere presenti le tavole nutrizionali dei rispettivi prodotti. Inoltre dovrebbero essere segnalati i quantitativi di croccantini da somministrare, in base al peso, l’età e il tipo di attività fisica dell’animale. Se il vostro amico ha perso l’appetito, molto probabilmente gli state dando più cibo di quanto gliene serve effettivamente.

 

Noia e depressione

Fortunatamente non si tratta di casi frequenti, ma se il vostro cane perde l’appetito, potrebbe essersi stufato di mangiare sempre le stesse crocchette e pertanto potrebbe essere opportuno variare la sua alimentazione. In caso di depressione invece, il problema potrebbe risalire a cause più gravi, perché legate a fattori psicologici di tipo traumatico.

 

 

Intossicazione

A volte, la perdita d’appetito del cane, potrebbe non dipendere dal cibo che gli viene dato ma da cause esterne. A tal proposito, è utile ricordare, che negli ambienti in cui viviamo con il nostro amico a quattro zampe, spesso sono presenti anche delle piante. Alcune di queste potrebbero essere velenose e l’animale potrebbe ingerire alcune foglie, andando incontro a casi gravi di intossicazione. Se il problema è questo, rivolgetevi urgentemente al veterinario.