Ultimo aggiornamento: 19.10.19

 

Guinzagli – Opinioni, analisi e guida all’acquisto 2019

 

Il guinzaglio è un mezzo utile a controllare il proprio animale quando si è fuori di casa. Trovare quello giusto significa assicurare l’incolumità del cane che si porta a spasso. Date uno sguardo ai nostri consigli in basso e ai prodotti che abbiamo esaminato per voi. Pecute PRL-5M01 ha un manico ergonomico e antiscivolo che garantisce una presa salda. Inoltre è lungo ben 5 metri, per cui permette all’animale di muoversi liberamente. Scenereal.Co UH006-01 include anche la pettorina da assicurare al corpo del gatto. Il materiale utilizzato è morbido e traspirante e il prodotto può essere fissato in modo che l’animale non riesca a toglierlo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sui migliori guinzagli

 

Qui potete fare una comparazione dei modelli che abbiamo ritenuto essere tra i migliori guinzagli del 2019. Date anche un’occhiata ai link che seguono se non sapete dove acquistare.

 

Prodotti raccomandati

 

Guinzaglio per cani

 

Pecute PRL-5M01

 

Se quello che cercate in un guinzaglio per cani è il buon rapporto tra qualità e prezzo, capirete subito perché quello di Pecute è uno dei più venduti della rete. Grazie alle sue caratteristiche, può essere usato per animali fino a 50 kg di peso.

Il cane può allontanarsi fino a un massimo di 5 metri, la corda rimane tesa e può essere fatta rientrare tramite il pulsante che ne consente il rilascio e l’avvolgimento. Facile da impugnare, grazie al manico antiscivolo, ha una presa ergonomica che non affatica le mani.

Il prodotto si lega al collare tramite il gancio in metallo, che è resistente alla corrosione. Tuttavia questo elemento non convince molto alcuni utenti, in quanto appare abbastanza fragile e fa ritenere il guinzaglio non così tanto in grado di sopportare la trazione da parte dei cani più forzuti.

 

Pro

Lungo: Questo guinzaglio può raggiungere la lunghezza di 5 metri e consentire quindi al cane di avere un buon raggio d’azione.

Manico: Non è solo ergonomico ma è anche antiscivolo e garantisce una salda presa che non ve lo farà cadere di mano.

 

Contro

Gancio: Nonostante sia in lega di metallo anticorrosione, non appare molto resistente ad alcuni utenti che temono che il cane più forzuto possa farlo staccare dal collare tirando.

Acquista su Amazon.it (€16,99)

 

 

 

Guinzaglio per gatti

 

Scenereal.Co UH006-01

 

Più che un semplice guinzaglio per gatti, quello di Scenereal.Co è una vera e propria pettorina che consente di trattenere l’animale più discolo. Il materiale utilizzato per crearlo è traspirante, così da poter essere impiegato anche d’estate.

La pettorina è morbida e aiuta il gatto a stare a proprio agio, caratterizzata anche da una chiusura in velcro regolabile, che si adatta al torace del micio. Sono presenti anche delle fibbie in plastica e delle clip per aumentare il controllo ed eliminare qualsiasi via di fuga.

Grazie a due anelli in metallo è possibile fissare il guinzaglio in modo da avere maggiore presa. La taglia a disposizione è la S, che non sembra andare bene per tutti i gatti, per cui è opportuno confrontare le misure fornite dell’azienda.

Per quanto riguarda il prezzo, si tratta di una delle offerte da cogliere al volo, fatta apposta per aiutarvi a capire quale guinzaglio comprare.

 

Pro

Pettorina: Non si tratta di un comune guinzaglio ma di una pettorina, che permette di tenere meglio a bada il micio.

Materiale: Quello utilizzato è morbido e traspirante, adatto a essere indossato a lungo e anche durante la stagione calda.

Velcro e fibbie:  Grazie al velcro e alle fibbie in plastica è possibile regolarla in modo che il gatto non riesca a sfilarla.

Prezzo: Uno dei prodotti più economici tra quelli venduti online, alla portata di tutte le tasche.

 

Contro

Taglia: Quella disponibile è la S, stretta secondo alcuni utenti, quindi non indicata per i mici di tutte le razze.

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

 

Guinzaglio per addestramento

 

Ploopy Guinzaglio da addestramento per cani

 

Chi ha bisogno di un oggetto dedicato, per esempio, a particolari attività da svolgere con il proprio amico, può pensare di acquistare il guinzaglio per addestramento di Ploopy, un prodotto a prezzi bassi dedicato a tutti i budget.

Ha una lunghezza di 10 metri, per cui è indicato proprio quando si vuole richiamare il cane mentre lo si addestra. Largo 25 mm, è dotato di un gancio a moschettone che si lega facilmente al collare.

In polipropilene è di colore nero ma non tende a macchiarsi e, in ogni caso, può essere lavato tutte le volte che volete. Il manico è fatto dello stesso materiale, per cui risulta abbastanza ruvido da impugnare.

Inoltre, anche se l’azienda sostiene il contrario, c’è chi non lo considera il miglior guinzaglio per cani che tirano, in quanto il moschettone potrebbe sganciarsi e la mano che lo tiene subirebbe l’attrito del polipropilene contro la pelle.

 

Pro

Per addestramento: Questo guinzaglio è lungo 10 metri, quindi assicura al cane un ampio tragitto e permette al padrone di usarlo per l’addestramento.

In polipropilene: Questo materiale, oltre a essere robusto, resiste alle macchie e può essere facilmente lavato.

 

Contro

Manico: Risulta ruvido, per cui non indicato per i cani che tirano, che causerebbero la creazione di ferite alla pelle.

Moschettone: Secondo alcuni utenti, se il vostro cane tira può far sì che il moschettone si spezzi o che si sganci dal collare.

Acquista su Amazon.it (€6,2)

 

 

 

Guinzaglio Flexi

 

Flexi FL-3334

 

Tra i prodotti che rientrano nel favore di parecchi utenti inseriamo anche il guinzaglio Flexi, che soddisfa le esigenze di chi vuole un modello pratico da usare. Un elemento che piace molto è la fettuccia, che raramente si inceppa e rientra sempre correttamente nel suo alloggiamento.

Il sistema di blocco appare efficiente e molto più robusto di quello di altri modelli in commercio. Ne esistono tre diverse misure, come anche diversi colori tra i quali scegliere quello che più vi piace.

La lunghezza del cordino è di 5 metri, per cui si addice ad accompagnare il vostro cagnolino durante le passeggiate. Meno prestante sembra l’impugnatura, che è in plastica e non in gomma, quindi risulta più rigida del normale.

Il prezzo è più alto della media, ma c’è chi ritiene che si tratti di una spesa più che valida, visto la resistenza del prodotto.

 

Pro

Fettuccia: Il punto di forza di questo articolo è la fettuccia, che non si inceppa quando viene fatta riavvolgere, rientrando correttamente nel suo alloggiamento.

Sistema di blocco: Efficiente e funzionale, rende più semplice gestire il guinzaglio.

Prezzo: Nonostante sia più alto di quello di altri modelli, è considerato una spesa valida data la qualità e la resistenza del prodotto.

 

Contro

Impugnatura: Al contrario di quelle comunemente in commercio, questa è in plastica e non in gomma, quindi abbastanza scomoda.

Acquista su Amazon.it (€26,14)

 

 

 

Guinzaglio allungabile

 

Croci Guinzaglio Flexi

 

Quello proposto da Croci è un guinzaglio allungabile che raggiunge i 5 metri, offrendo all’animale il giusto spazio per muoversi liberamente. La fettuccia alla quale è legato il moschettone è collegata a un filo doppio, che conferisce maggiore presa.

Il prodotto può essere usato tanto con i cani quanto con i gatti: l’importante è che non superino gli 8 kg di peso. Il costo è certamente ciò che conquista i pareri positivi di tanti utenti: un prezzo così conveniente per un prodotto nuovo e utile è ciò che ogni acquirente sogna.

Peccato però che ci siano alcuni difetti abbastanza importanti secondo qualcuno: l’impugnatura, innanzitutto, troppo piccola per la mano di un adulto e indicata più per un bimbo o una persona molto minuta. Inoltre la fettuccia non è sempre molto resistente, anzi tende a rompersi se strattonata con violenza, per cui non si addice ad animali di grossa taglia.

 

Pro

Lungo: La fettuccia in dotazione arriva fino a 5 metri, per cui consente all’animale di avere il giusto spazio e la libertà per muoversi.

Prezzo: Si tratta di un oggetto che brilla per la convenienza, in quanto la cifra da spendere è piuttosto esigua.

 

Contro

Impugnatura: Molti utenti riscontrano una grande scomodità nell’impugnare il guinzaglio, in quanto risulta essere troppo stretto.

Resistenza: La corda appare poco resistente davanti agli strattonamenti dei cani più forzuti.

Acquista su Amazon.it (€9,99)

 

 

 

Guinzaglio a strozzo

 

Champion Guinzaglio in nylon a strozzo

 

In alcuni casi, quando si vuole addestrare il proprio cane, può essere d’aiuto utilizzare un guinzaglio a strozzo come quello di Champion. Questo prodotto è costituito da una corda in nylon molto resistente, che forma un unico lungo pezzo.

Potrete scegliere sia la lunghezza, sia il diametro dei quali avete bisogno, tra quelli messi a disposizione dall’azienda. Potrete anche optare per il colore più indicato per voi, da quelli chiari al classico nero.

Questo modello è antiscivolo, per cui non dovrete temere di perderlo di mano mentre gestite il vostro cane. Un punto a favore è anche il prezzo, molto basso e conveniente, specialmente in rapporto a un modello così funzionale.

L’unico intoppo riguarda la questione etica se sia giusto o meno usare metodi del genere per educare il cane: l’importante è utilizzare il guinzaglio a strozzo con coscienza ed evitando di fare del male al proprio amico.

 

Pro

In nylon: Il materiale che compone la corda è il nylon, non solo resistente ma anche morbido e antiscivolo.

Costo: Il prezzo di vendita non è per nulla proibitivo e consente a tutti di acquistare questa soluzione per l’addestramento.

Disponibilità: L’azienda offre la possibilità di avere sia il colore, sia la lunghezza e lo spessore necessari, tutti a un costo accessibile.

 

Contro

Etica: Se questo metodo educativo è contro i vostri principi, dovrete optare per una soluzione differente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guinzaglio per cani che tirano

 

Dogs & Co. DC8008

 

Se non avete idea di come scegliere un buon guinzaglio perché il vostro cane è un po’ difficile, consultare i nostri suggerimenti può esservi d’aiuto. Pensate a quello di Dogs & Co. che ne riassume ben tre in uno, visto che può essere posizionato in maniera differente (anche attorno al muso) per tenere sott’occhio l’animale.

Questo metodo permette di controllare un cane un po’ troppo vivace o che ha bisogno di essere educato. Se avete paura di fargli male, potete stare tranquilli, visto che il nylon del quale è composto è morbido ed è anche imbottito.

Per questa ragione si tratta di un guinzaglio per cani che tirano ideale anche per il padrone, che non deve faticare a tenerlo. Disponibile in diversi colori, ha però un prezzo più alto di altri modelli, per cui dovrete essere disposti a spendere pur di averlo.

 

Pro

Tre in uno: Grazie a questo guinzaglio potrete utilizzare diverse tecniche per tenere a bada il vostro cane.

In nylon: Il materiale che lo riveste è il nylon imbottito, che non fa male all’animale ma neppure al padrone.

 

Contro

Costo: Viste le sue funzioni, il prodotto ha un costo più alto di altri modelli, per cui dovrete avere a disposizione un budget un po’ più consistente.

Acquista su Amazon.it (€20,74)

 

 

 

Guinzaglio doppio

 

Pecute 5698-14

 

Se volete portare a spasso i vostri due cani insieme, potrebbe risultare abbastanza difficoltoso tenerli a bada con due guinzagli diversi, che finirebbero per arrotolarsi. Ecco allora il guinzaglio doppio di Pecute, dotato di un moschettone girevole che impedisce proprio l’aggrovigliamento.

Si tratta di un modello elastico, che può essere allungato e quindi consente agli animali di muoversi in libertà. Molto apprezzate le cuciture, ben fatte, e il materiale riflettente che lo rende visibile anche in assenza di una forte luce.

Piace anche la maniglia, che è facile da impugnare perché ben imbottita e quindi comoda da tenere per un po’ di tempo. Vince per la resistenza del tessuto e per la qualità che fa intuire come i soldi siano ben spesi per il suo acquisto.

Secondo qualche utente va bene per gli animali più robusti ma diventa troppo pesante per quelli di piccola taglia.

 

Pro

Doppio: Il vantaggio nello scegliere questo modello sta nel poter portare in giro due cani alla volta con un solo guinzaglio.

Moschettone: Girevole, impedisce ai cavi di aggrovigliarsi e dona libertà di movimento agli animali.

Elastico: Può essere allungato e consentire così meno stress per le vostre spalle, oltre ad avere ottime cuciture che non si rompono.

Riflettente: Il materiale che lo riveste è riflettente e può essere ben distinto al buio.

 

Contro

Per animali di grossa taglia: Secondo alcuni utenti questo modello non va bene per cani di piccola taglia, in quanto troppo pesante da portare in casi del genere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori guinzagli

 

La scelta del guinzaglio giusto è d’obbligo se si vuole portare a spasso il proprio cane e stare tranquilli quando cerca di allontanarsi troppo. Abbiamo riassunto qui tutte le caratteristiche che deve avere quello della migliore marca al miglior prezzo.

 

 

La scelta del materiale

Se, come la maggior parte degli utenti, tenete al vostro portafoglio, confrontate i prezzi dei guinzaglio in commercio per capire quale sia quello più valido ma anche più in linea con il vostro budget. Vi consigliamo di spendere un po’ di più per un prodotto che garantisca una durata maggiore, l’unico modo per non dover ripetere l’acquisto troppo presto. Come capire che il guinzaglio non si romperà facilmente?

Badate prima di tutto ai materiali che lo compongono, in secondo luogo anche alla razza e alla stazza del vostro cane: un animale più forzuto avrà bisogno di un guinzaglio più resistente alla trazione, uno più mingherlino non richiede invece tutte queste accortezze.

Per un cagnolino sarà sufficiente un modello morbido, che sia in corda o in tessuto, oppure una catena più leggera che non appesantisca il collo più sottile. Il cane di grossa taglia invece richiede un guinzaglio in nylon o in cuoio, entrambi materiali molto resistenti.

 

L’impugnatura

Può sembrare un aspetto secondario, invece l’impugnatura è fondamentale per farvi stare comodi quando fate una passeggiata con il cane. Prima di tutto perché, se il cane è grande e tira, quella nel materiale sbagliato può farvi affaticare e anche procurare tagli alla mano.

In secondo luogo avere la sicurezza di una buona presa garantisce di non perdere il guinzaglio e quindi vi fa tenere sempre d’occhio il cane. Quelle presenti sui prodotti in commercio sono di vario tipo: più comuni quelle in plastica, che però sono abbastanza dure da impugnare.

Alcune hanno un rivestimento in gomma, ideale per la sua morbidezza, mentre quelle in nylon possono provocare lesioni soprattutto se il vostro cane tira molto.

 

Le dimensioni

Molta importanza hanno anche le dimensioni della fettuccia, che determinano l’area di libertà del cane. Tra tutti i guinzagli presenti sul mercato, non lasciate da parte quelli che hanno una lunghezza di almeno 100 cm, che va bene sia per i cuccioli, sia per i cani adulti.

Un’alternativa molto gettonata è il guinzaglio allungabile, che può essere costituito da alcuni moschettoni, da agganciare tra loro per raggiungere la lunghezza desiderata, oppure estensibile, regolato cioè da un meccanismo che fa uscire e rientrare la fettuccia.

Questi modelli sono pensati solitamente per l’allenamento e l’addestramento, ma costituiscono una buona soluzione per chi non vuole spendere troppo. L’unica cosa da considerare è che la legge impone una lunghezza minima di 150 cm, se utilizzati all’aperto.

 

Per passeggiare o per addestrare?

Il guinzaglio può essere usato per semplici passeggiate con il proprio cane ma ne esistono in commercio anche diversi che consentono di addestrare, come quelli a strozzo. Il meccanismo di questi modelli consiste nello stringere la parte del collo quando il cane si ribella, in modo da calmarlo.

Se eticamente siete contrari a questa tipologia, ma avete bisogno di un prodotto del genere, potrete optare per quelli in materiale morbido e non per la catena, che non creano un impatto troppo traumatico al cane.

 

Singolo o doppio?

Se avete più di un cane, usare due diversi guinzagli, specialmente se si tratta di animali molto vivaci, può portare i due elementi ad aggrovigliarsi e voi a dover risolvere una situazione poco piacevole e non molto semplice.

Una buona soluzione è il guinzaglio doppio, ovvero un modello che ha due diversi moschettoni che possono essere collegati a due collari diversi e contemporaneamente. Il vantaggio è quello di gestire con un solo prodotto due cani, privi di altre preoccupazioni.

Nella nostra classifica in alto abbiamo incluso anche prodotti di questo tipo: date un’occhiata alle loro caratteristiche per capire quale sia la soluzione più adatta a voi.

Lo stile

Non può mancare, tra i nostri consigli, quello di optare per il guinzaglio che piaccia anche agli occhi: le tonalità a disposizione solitamente permettono di scegliere proprio il colore che volete abbinare al collare del vostro cane.

Alcuni comprendono anche una pettorina, che non solo aiuta a tenere a bada un cane o un gatto, ma rende più appagante dal punto di vista estetico l’insieme. Se non siete sicuri che il vostro animale possa sopportare una condizione del genere, consultare le recensioni di altri utenti, che hanno affrontato la vostra stessa esperienza, è importante per capire come dobbiate comportarvi con il vostro amico.

 

 

 

Domande frequenti

 

Perché il cane tira quando è al guinzaglio?

Quando uscite a fare una passeggiata con il cane, l’atteggiamento che avrà sarà quello di tirare. Perché? Semplice. In presenza di spazi aperti l’animale ha la necessità di esplorare e sentirsi libero, per questo non vuole conoscere costrizioni.

Tira, dunque, perché vuole spingersi più in là di quanto voi consentiate: tuttavia molti educatori cinofili suggeriscono un metodo efficace per fare in modo che smetta. Come? Scegliendo un guinzaglio più lungo, da accorciare e allentare ogni volta che il cane lo richiede.

In questo modo, a lungo andare, il cane capirà che non deve tirare e voi che dovete lasciargli maggiore spazio di azione.

 

Chi chiamare se il cane è senza guinzaglio?

Non è problema da sottovalutare: se vedete un cane senza guinzaglio, sappiate che la legge prevede grosse sanzioni non solo per il padrone che lo lascia libero ma anche per chi vede e non dice nulla.

Il reato è più che altro un illecito amministrativo: questo vuol dire che, lasciando il cane libero, rischiate una bella multa che va dai 25 ai 258 euro. Tutto cambia, però, se l’animale va addosso a qualcuno, procurandogli una caduta e delle lesioni, o se, peggio, lo morde.

In questo caso si va nel penale, perché la custodia dell’animale è totalmente vostra responsabilità. Ritornando al punto iniziale dunque: chi è necessario chiamare se il cane è senza guinzaglio? Certamente la polizia municipale, che provvederà a rilevare i dati del proprietario e a prendere le necessarie precauzioni.

 

Meglio il guinzaglio o la pettorina?

Dipende molto dal tipo di pettorina e dall’animale: il gatto può essere controllato meglio utilizzando proprio la pettorina, mentre il cane può avere qualche difficoltà. Se scegliete un modello economico, questo può toccare i gomiti e causare infiammazioni molto serie.

Meglio allora optare per quelli dal prezzo un po’ più alto ma meno traumatici per l’animale.

 

Qual è il guinzaglio più indicato per l’addestramento?

A differenza di ciò che comunemente si crede, il miglior guinzaglio per l’addestramento non è quello complicato, doppio e borchiato. Questo, anzi, può creare gravi problemi all’animale ma anche a voi, causando ferite alle mani.

Quello ideale è in cuoio, basta che sia morbido e che sia dotato di un moschettone robusto, oppure potreste optare per il nylon, a patto che il cane non tiri troppo e che quindi il materiale non vada a sfregare sulle vostre mani.

 

Quando il guinzaglio non basta e ci si deve rivolgere a un educatore?

Se consideriamo vari fattori, i pareri possono essere discordanti: c’è chi dice che basti usare il guinzaglio giusto per educare da soli il proprio cane e chi invece sostiene che sia meglio affidarsi a un professionista.

Il nostro consiglio è quello di provare prima a fare da soli: con la gentilezza e la fermezza il cane capirà come si deve comportare. Se però non vi sentite all’altezza o siete poco pazienti, considerate la possibilità di rivolgervi a un educatore, che conosce tutti i metodi meno invasivi e più efficaci per fare in modo che il vostro cane non vi renda la vita impossibile.

 

 

 

Come utilizzare un guinzaglio

 

Non sempre è sufficiente acquistare un guinzaglio per capire come usarlo nella maniera migliore. Per questa ragione vogliamo darvi qualche suggerimento che vi aiuti a utilizzarlo al meglio con il vostro animale, in modo da non farvi male e da non farne neppure a lui.

 

 

Il cane e il guinzaglio

Un binomio che sembra logico ma che non sempre si traduce in semplice: per molti può infatti non essere così facile capire come abituare il cane al guinzaglio. Se avete preso da poco un cucciolo, il momento è quello giusto, visto che sin da piccolo si trova a familiarizzare con un oggetto che userà a lungo.

Certamente il primo passo da fare è quello di abituarlo al collare: è proprio qui che il guinzaglio dovrà essere agganciato. Probabilmente all’inizio gli darà fastidio e cercherà di toglierlo, ma dopo qualche ora avrà già capito che quello è il suo posto.

Sarà poi la volta di prendere il guinzaglio: per farglielo accettare più velocemente, collegate il moschettone al collare ma lasciatelo libero, così da permettere al cane di comprendere che non è niente di nocivo. Dovrete armarvi di pazienza e attendere anche qualche giorno prima che ci si abitui: sicuramente morderà o inizierà a tirare ma voi dovrete assecondarlo e calmarlo di volta in volta.

 

L’insegnamento

Quando il cane avrà accettato almeno la presenza del guinzaglio, potrete iniziare a pensare “in grande”. Lo step successivo è infatti proprio questo: come insegnare al cane ad andare al guinzaglio?

Un metodo molto utile è quello di usare un premio: mostriamogli un biscottino e facciamolo muovere in modo che venga a prenderlo, proprio mentre teniamo in mano il guinzaglio. Allontaniamoci con il biscotto in mano: il cane ci seguirà, tirando il guinzaglio, che però avremo noi sotto controllo. Successivamente è possibile sostituire al premio una carezza e così via, fino a quando l’animale considererà il guinzaglio come semplice routine.

Ma come abituare il gatto al guinzaglio? Sì, perché anche i felini possono essere portati a spasso. Qui l’importante è dotarsi della pettorina, perché il semplice collare tirato può causare strozzamenti e rendere difficile la deglutizione all’animale. Prima di tutto fatelo familiarizzare in casa, perché portarlo subito fuori potrebbe essere traumatico soprattutto se si tratta di un micio che non è abituato a uscire.

Quando avrà preso confidenza, iniziate con piccole e brevi passeggiate, per poi prolungarle a mano a mano che il gatto si sente a suo agio.

 

 

Per l’addestramento

Se volete educare da soli il vostro cane potrà esservi utile capire come funziona il guinzaglio da addestramento. Prima di tutto lo si deve agganciare al collare utilizzando i moschettoni in dotazione.

Si può scegliere poi tra le modalità di addestramento, le più conosciute sono quella alimentare e il cosiddetto stimolo predatoriale. La prima consiste nel creare nel cane una risposta allo stimolo che corrisponderà proprio al comando che si vuole impari.

La seconda invece vuole suscitare l’interesse insito verso un’azione tramite un meccanismo innato nel cane. Solitamente questo metodo si usa per i cani da caccia.