Ultimo aggiornamento: 18.01.21

 

I gatti sono tra gli animali più amati dagli italiani: belli e indipendenti, tengono compagnia a grandi e piccini. Ma quali razze sono le più gettonate?

 

Negli ultimi anni il gatto è riuscito addirittura a superare il cane come animale da compagnia nelle case degli italiani: molti sono animali non di razza, trovati per strada o presi da un gattile, ma sono sempre più i nostri connazionali che scelgono esemplari di razza.

Come comportarsi con questi animali? Il primo passo da fare è quello di venire a conoscenza delle caratteristiche che lo connotano, a partire dal pelo e per arrivare al carattere, per capire se è quello il micio giusto per noi.

Alcune razze infatti richiedono una grande attenzione, per cui è bene sapere in precedenza su che barca stiamo salendo. Se per gli sphynx non sarà necessario procurarsi il miglior aspirapolvere dyson, di certo non potrà mai mancare, in ogni caso, un buon collare antipulci che li protegga dall’attacco dei parassiti.

Ma quali sono le razze più diffuse nel nostro territorio? Vediamole insieme!

 

1. Il persiano

Rientra tra i gatti a pelo lungo questo magnifico esemplare dal musetto dolce e gli occhi tondeggianti, dotato di una personalità pacata e di un portamento elegante, che lo fa distinguere dal resto dei felini. Affettuoso e abitudinario, viene dall’Iran, come ci dice il suo nome, è anche molto vanitoso e ama essere ammirato.

Il suo pelo molto folto richiede cure e attenzioni, visto che deve essere spazzolato di frequente, se non si vuole che si creino nodi e che si accumulino scorie che potrebbero causargli problemi di salute.

2. Il gatto siamese

Appartiene a una delle razze più antiche presenti sul nostro pianeta ed è caratterizzato da occhi a mandorla di un bel colore azzurro, pelo corto, e corpo lungo e affusolato. Si tratta di un animale molto possessivo con il suo padrone, che difficilmente dà confidenza agli estranei e che non ama molto stare in compagnia di altri gatti.

Questo micio è anche impegnativo, in quanto non è solito poltrire ma vuole giocare anche molto vivacemente e gli piace miagolare di continuo: se state cercando un gatto tranquillo, non è questo quello che fa per voi!

 

3. Il gatto sacro di Birmania

Si distingue subito dai suoi simili per il pelo molto chiaro e gli occhi azzurri, anzi, color zaffiro. Questo micio è molto socievole, ha un pelo morbido ed è elegante nel portamento. Le sue origini sono oscure, ma è ritenuto sacro dai sacerdoti Kittah, da cui il suo nome.

Se siete alla ricerca di un animale che stia bene con gli altri simili, che voglia stare in compagnia anche dei bambini e che sia affettuoso e giocherellone, questo è proprio la razza che dovete scegliere.

 

4. L’american shorthair

Molto amato proprio negli Stati Uniti d’America, si pensa che discenda direttamente dal british shorthair, che a sua volta deriva dal gatto europeo. Dotato di intelligenza spiccata e carattere particolarmente calmo, è uno dei felini preferiti proprio per queste caratteristiche che ne fanno un vero e proprio compagno di giochi.

5. Il gatto siberiano

Viene dalla Russia del nord e ha un carattere molto docile e giocherellona, anche se è un cacciatore nato, che ama stare all’aria aperta e catturare le sue prede. Forte ma anche molto elegante nell’andatura, ha bisogno di uscire, per cui non potrete tenerlo chiuso in appartamento, se non avete un angolo verde in cui farlo sfogare, di tanto in tanto.

Inoltre è un felino che può accompagnare anche la vita di chi soffre di allergie, visto che è per definizione “ipoallergenico”.

 

6. Il gatto bengala

La nascita di questo esemplare è dovuta a un incrocio tra il piccolo leopardo dell’Asia e un gatto nero. Robusto e dal corpo muscoloso, ha un carattere tranquillo, a scapito del suo antenato. Ciò che lo caratterizza, in particolare, è il miagolio, molto simile a quello di un felino selvatico.

 

7. Il gatto munchkin

Questa razza è molto conosciuta in tutto il mondo, ma è anche rara e si contraddistingue perché gli esemplari che la compongono hanno le zampe più corte rispetto a quelle degli altri gatti. Per questo motivo spesso vengono anche chiamati “bassotti”.

Il loro carattere è socievole, affettuoso e amichevole, infatti non amano solo stare con i propri padroni, ma anche con gli estranei e con gli altri animali. Sono anche patiti dei giochi e non staranno certo fermi sul divano, ma esploreranno casa in ogni suo angolo.

8. Il devon rex

Il devon rex è un gatto dall’aspetto abbastanza insolito, visto che ha una testa triangolare e gli occhi grandi, ma soprattutto le orecchie a farfalla, che gli danno l’aspetto di un elfo. Il pelo molto morbido e a tratti ondulato è il suo punto debole, in quanto è molto fragile, tanto che non deve essere spazzolato. 

Allo stesso modo anche le vibrisse tendono a rompersi, ma nonostante questo il micio è molto agile, ama saltare e giocare, per cui dovrà avere sempre un tiragraffi e dei trespoli per compiere le sue evoluzioni. Si tratta anche di un esemplare molto affettuoso, che predilige le coccole e le carezze.

 

9. Il maine coon

Una delle razze più antiche degli Stati Uniti d’America, ha questo nome perché il termine “coon”, che significa procione, è da associare alla sua coda, che ricorda proprio quella di questo animale.

Ciò che li caratterizza è la taglia grande, anzi gigante, il pelo folto e robusto e soprattutto il peso: il maschio può infatti raggiungere anche i 14 kg. Sono molto intelligenti e amano giocare, inoltre possono essere addestrati con facilità, visto che hanno un comportamento molto simile al cane: per fare un esempio, sono soliti seguire il proprietario di stanza in stanza. 

10. L’abissino

Concludiamo la nostra rassegna con uno degli esemplari più docili e affettuosi, che farà la felicità di tutti gli amanti dei gatti: l’abissino ha muscoli allungati e pelo corto, è un grande patito dei giochi e vuole stare in compagnia degli umani e degli altri animali.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments