Ultimo aggiornamento: 28.05.20

 

Adottare un coniglio significa prendersi cura di lui e accudirlo nel miglior modo possibile. Una gabbia fatta su misura per l’animale può essere un’ottima soluzione.

 

Se avete deciso di accogliere uno o più conigli in casa vostra, non potete certo permettere loro di girare liberamente per le stanze come e quando vogliono, sia per un fattore igienico e sia per una questione di sicurezza. 

Una buona gabbia per conigli potrebbe rivelarsi un ottimo aiuto e se non intendete spendere dei soldi per acquistarne una, potreste sempre crearne una voi. Ciò però non significa che dovete tenerli chiusi 24 ore su 24, sarebbe disumano. In una fattoria o in un allevamento, purtroppo, tenere i conigli rinchiusi dietro le sbarre è un dato di fatto, che piaccia o no. 

Al contrario, allevare un coniglietto in casa può rivelarsi un’esperienza molto divertente oltre a essere una grossa responsabilità. 

 

Gabbia fai da te

Chi ha detto che la migliore gabbia per conigli deve essere per forza un modello acquistato in negozio? Se avete un po’ di manualità e di fantasia, potreste pensare di costruirne una voi stessi. Chiaramente è necessario rispettare alcune regole e dotare la struttura di tutto ciò che serve all’animale, per consentirgli di vivere bene in un ambiente sano e sicuro.

Innanzitutto è indispensabile fornire la gabbia di una recinzione abbastanza alta, di modo che il coniglio non riesca a saltare l’ostacolo. Inoltre, se decidete di costruire una gabbia nel vostro giardino, assicuratevi di piazzare delle barriere anti scavo sotto il perimetro delle sbarre, al fine di bloccare eventuali vie di fuga.

Se la gabbia è esterna, optate per una zona ben riparata dal vento e assicuratevi che all’interno del perimetro dell’animale sia presente una casetta che gli permetta di ripararsi dal sole e di riposare in santa pace. 

Evitate di costringere il vostro amico peloso a vivere in uno spazio troppo ristretto e angusto, sia per non farlo sentire prigioniero e sia per evitare che la sua tana diventi un ricettacolo di sporcizia buio e maleodorante, difficile da manutenere.

Scegliete dei materiali resistenti e di alta qualità, ma soprattutto materiali che non contengano sostanze nocive per il leporide. Infine, ricordate che anche il coniglio vuole i suoi comfort, pertanto non dimenticate di arredare la gabbia. 

Inserite al suo interno degli oggetti e dei giochini che possono fare compagnia all’animale, come per esempio dei peluche simpatici; controllate sempre che si tratti di articoli sicuri e adatti a loro.

Una gabbia fai da te può rivelarsi molto pratica da gestire, in quanto può essere modificata nel tempo, a seconda della crescita del coniglio o qualora decidiate di adottarne un altro per allargare la famiglia.

 

Gabbia per conigli nani

Se avete dei conigli nani in casa o all’aperto, è indispensabile fornire loro una gabbia, anche se apparentemente può sembrare non necessaria. Se decidete di costruirne una fai da te, senza acquistarla, state attenti che la recinzione sia adeguata al contenimento degli animali ed evitate di improvvisare una struttura di fortuna.

Una gabbia per conigli nani deve estendersi verso l’alto, a dispetto della loro piccola taglia; infatti si tratta di animali che possono spiccare balzi fino a un metro di altezza. Per questo motivo è consigliabile fare molta attenzione e non lasciarli da soli, specialmente se si trovano su balconi o terrazze.

Se decidete di tenerli fuori casa, è bene che la recinzione sia dotata anche di una protezione superiore, onde evitare che falchi, corvi o altri rapaci possano catturarli e portarseli via. Anche in questo caso, se la gabbia è posizionata sul terreno, vi suggeriamo di installare delle barriere anti-scavo nel sottosuolo, al fine di evitare la fuga dell’animale.

Abbiate cura di sistemare la gabbia in un’area non troppo soleggiata, sia che questa si trovi su un balcone e sia che questa si trovi in un giardino o in un cortile. È fondamentale che i leporidi possano usufruire di zone ombreggiate, facendo attenzione alle stagioni invernali, perché si tratta di animali che non riescono a sopportare delle temperature rigide per molto tempo.

A tal proposito non fate mancare al coniglio un rifugio riparato nel quale può rintanarsi e riposare al calduccio durante la notte.

La scelta della gabbia giusta

Come abbiamo visto, allevare un leporide è sì un piacere ma è anche un compito da espletare con le dovute accortezze del caso, nel totale rispetto dell’animale. È di fondamentale importanza individuare il modello di gabbia giusto e adatto a soddisfare tutte le esigenze del coniglio.

La scelta deve essere ben ponderata e prima di procedere con l’acquisto è necessario sapere dove dovrà essere collocata la gabbia. Infatti le dimensioni di un modello per interno differiscono notevolmente da quelle di un modello per esterno. 

Molto dipende anche dal numero di conigli che intendete accudire, in quanto lo spazio deve essere abbastanza grande per tutti i “coinquilini”, che dovranno convivere in maniera confortevole e non sacrificata.

Non sottovalutate la scelta dei materiali, specialmente per le gabbie da esterno, che devono resistere alle intemperie oltre che ai dentini dei leporidi. Per quanto concerne i costi di una gabbia per conigli, possono partire da 30 euro e superare i 140 euro in base al modello che selezionato. 

Ovviamente qui entrano in gioco le dimensioni della struttura, la qualità dei materiali, gli accessori  e le diverse funzioni della gabbia. Se siete alle prime armi e non volete spendere troppi soldi, vi suggeriamo di optare per una gabbia semplice e ben realizzata. 

Per ciò che riguarda l’allevamento di numerosi esemplari, è meglio lasciare il compito ai più esperti, in quanto ci sarebbe bisogno di gabbie particolari che non hanno nulla a che fare con quelle di chi intende allevare un coniglio da compagnia.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments